GORE R7 SHAKEDRY™: la qualità ha un prezzo

Due giacche in una. Anzi: tre in una.

CONDIVIDI

Per parlarti di questa giacca parto subito dalla fine, cioè dall’ultima riga che scriverei: quella in cui ti dico il prezzo. La GORE ® R7 GORE-TEX® SHAKEDRY™ costa 299.95 euro.

Parto dalla fine perché tutto quello che segue serve a chiarire un prezzo che, non nascondiamolo, è molto alto. E soprattutto perché sento che molti storceranno il naso e diranno che no, è troppo.

Premesso che nessuno obbliga a comprarla e che è lecito pensare che sia troppo cara, cerchiamo di capire innanzitutto di cosa si tratta.

Antivento, antipioggia + traspirabilità totale

Le giacche impermeabili da running assomigliano moltissimo a quelle che portavamo la bambini: le faceva la K-WAY, che poi esiste ancora. Io le ricordo perché nelle gite in montagna ne portavo sempre una in vita e quando iniziava a piovere la indossavo. Ricordo soprattutto che finito di piovere, se tornava il sole e non la toglievo perché magari non faceva ancora caldo, iniziavo a sudare e quella mi si incollava alla pelle. Non so se te lo ricordi pure tu ma non era una sensazione piacevolissima.

Quando tempo dopo ho iniziato a correre, come un bravo runner neofita ho comprato la mia prima giacca antipioggia. E ho rivissuto quella esperienza. Però quando corri ci fai meno caso perché sei già sudato e in fondo un po’ di tepore non dà fastidio se la temperatura si abbassa.

Poi ho potuto provare diversi modelli GORE e si può dirne di tutto ma non che non siano un altro pianeta. Non solo questo modello in particolare ma anche altri meno costosi. Ciò che li distingue è che sono sia antivento (parliamo quindi di una giacca molto leggera che ti protegge da improvvisi abbassamenti di temperatura) che antipioggia. Ma questa non è una peculiarità solo di GORE. Almeno non lo è tanto quanto il fatto che siano anche capi fatti con tessuti perfettamente traspiranti. Del resto anche tu avrai iniziato a sentir parlare di GORE per il GORE-TEX®, il tessuto che rende impermeabili giacche e scarpe pur rimanendo traspirabile. Un brevetto esclusivo che non a caso viene adottato da tantissimi produttori per mantenere l’interno dei loro capi o delle loro scarpe perfettamente asciutto anche con le piogge più torrenziali o con le pozzanghere più insidiose. E non è neanche corretto parlare di tessuto ma piuttosto di membrane: la magia di questo brevetto GORE è che non sembra possibile che sia anche traspirante eppure lo è. Non so come sia possibile ma funziona. Ecco, se ne stessimo parlando davanti a un caffè te la spiegherei proprio così: funziona.

“Funzionare” in questo caso significa che se il tempo è incerto o fa anche solo un po’ fresco (anche se a dire la verità io l’ho usata tutto questo inverno anche con 4/5° e senza problemi, magari mettendoci sotto una maglia a maniche lunghe) te la porti dietro e se poi fa caldo la togli e la compatti mettendola in qualche tasca, anche minima. Puoi farlo perché il suo ingombro è minimo e il peso è di soli 118 grammi. Sai quanti sono 118 grammi? Pochissimi, davvero.

Scuotiti

La novità della R7 è il nuovo brevetto di GORE SHAKEDRY™: tradotto significa che basta scuoterla per liberarla da qualsiasi goccia di pioggia. Quindi con un solo movimento la puoi alleggerire di tutta la pioggia che vi si è depositata e che se impregnasse lo strato esterno si raffredderebbe. Non è quindi un dettaglio trascurabile e ozioso: serve a garantire il benessere completo. E tutto questo avviene mentre continui a correre, sei asciutto sotto, al caldo e la tua pelle continua a traspirare attraverso la giacca che indossi.

Non è un benessere da poco, specie se ti stai allenando d’inverno in condizioni già non favorevoli e magari per un lungo: è proprio in questi frangenti che non dover pensare a niente ti lascia ogni forza – specie quella mentale – per dare il massimo.

La qualità costa

Davanti a quel caffè ti direi proprio così, che la qualità costa. Che una giacca fatta con un tessuto che non ha eguali costa molto. Ti direi anche che però dura tantissimo e che fa il lavoro di almeno due giacche (antivento e antipioggia) che, anche sommate, non avranno mai la sua traspirabilità. E che ha un design senza tempo, semplice e minimale e quindi capace di essere già un classico. E magari ti direi anche un paio di tasche laterali ce le vedrei bene ma capisco che non è il tipo di giacca con le tasche laterali però. Però ho sempre qualcosa da portare che non ci sta e la uso nelle mezze stagioni come giacca da tutti i giorni, ebbene lo ammetto. Quindi non è solo una giacca da running ma multiuso: siamo già a 3 giacche in una. Forse, a ben vedere, costa tanto ma non troppo.

 

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

2 COMMENTI

  1. A parte il fatto che è lo stesso prezzo in Svizzera , quindi con il salario Suisse è più abbordabile , metti iva al 8%
    , Detto questo che non c’entra nulla, il problema è che non sono elastiche durante la corsa per me sono scomode
    Un saluto a tutti

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here