Dormire bene significa allenarsi meglio: Dorelan ReActive test

Articoli correlati

Diventa tester Runlovers per un giorno

Sì, sabato 12 ottobre, puoi diventare tester Runlovers per un giorno e provare insieme a noi 4 modelli New Balance per scrivere una recensione collettiva.

Come scegliere il miglior zaino da corsa?

Il tema dello zaino da corsa è da maneggiare con cura. Nella tua esperienza da runner ti sarà capitato di trovarti nella situazione in...

Come scegliere il reggiseno da running perfetto

Un tema scottante… il reggiseno da running. Oggi è il giorno giusto per chiacchierare tra donne, non donne qualsiasi, ma donne che corrono. Se...

La misura del sonno

Ti ho già parlato del materasso Dorelan ReActive in accoppiata con il Garmin Vivosmart 4 perché il sonno ha un'importanza fondamentale per l'allenamento, per...
Sandro Siviero
Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall'intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

Tempo di lettura: 2 minutiSi può fare il test di un materasso? Nell’immaginario collettivo (o, quantomeno, nel mio), quando si parta del test di un materasso, la prima idea che nasce nella mia mente è uno spazio sterminato pieno di gente pagata per dormire. Che sarebbe il sogno di chiunque, no?!

Purtroppo non è così, perché Dorelan ReActive è un materasso pensato per chi fa sport e quindi, per testare il materasso e capirne le caratteristiche, bisogna allenarsi.

Come ti spiegavo qui, ReActive è stato progettato e studiato per garantire un miglioramento delle performance sportive, grazie ai benefici che si traggono da un migliore riposo.

Per ora, in attesa di un test fisiologico più approfondito, ho notato alcuni effetti inequivocabili.

Prima però di parlartene è giusto, secondo me, specificare un elemento di valutazione: che materasso utilizzavo prima? In effetti, se avessi utilizzato un vecchio materasso, il confronto sarebbe stato facile. Provenivo però da un materasso in lattice, realizzato su misura (essendo alto 1,90 ho il letto più lungo), con aree di pressione differenziata e realizzato in materiale di alta qualità. D’altra parte, non dormendo moltissimo, ho sempre cercato di trarre il massimo dal riposo.

Chiarito questo importante metro di paragone, ecco gli effetti di Dorelan ReActive.

Al mattino ti svegli più riposato

È la cosa che noti fin dal primo uso di ReActive: ti svegli più riposato, anche dopo esserti allenato duramente. Merito di un numero inferiore di frammentazioni del sonno e di una notevole comodità. Ti muovi meno, ti svegli meno, riposi di più. Direi che l’equazione è abbastanza semplice.
E, in aggiunta a questo, la termoregolazione è davvero ottimale.

Diminuiscono i dolori

No, non è che il materasso abbia un effetto analgesico sugli infortuni – magari! – però il suo particolare sistema di supporto con le doppie molle fornisce sostegno al corpo senza però indolenzirlo. Quindi non ti svegli con il mal di schiena, con il male ai talloni o altri fastidi da pressione.

Migliora il recupero

Il concetto è molto semplice: meglio riposi, più recuperi dagli allenamenti. E la cosa interessante è che questo è sia dimostrato scientificamente che facilmente percepibile. Al mattino ti senti pronto per allenarti e, nel mio caso, ho notato un leggero abbassamento della Frequenza Cardiaca a riposo.

Insomma, in definitiva, dopo qualche settimana di test, sicuramente ReActive si è dimostrato un materasso perfetto per chi, come noi, pratica sport quasi quotidianamente, si diverte a farlo e vuole farlo nella migliore condizione possibile.

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Brooks Virtual 5K per il Global Running Day: tutti insieme, anche fisicamente, in un’opera d’arte

Brooks, in occasione del Global Running Day, organizza una Virtual 5K per celebrare il running e creare un'opera d'arte con i partecipanti

Un modo per costruire la resistenza mentale

La resistenza fisica si allena con l’esercizio fisico. Quella mentale la si affina preparando la mente. A essere indifferente eppure focalizzata.

Nike Alphafly NEXT%: le scarpe dell’uomo più veloce del mondo sono in vendita

Dai piedi dell'uomo più veloce del mondo alla strada: le Nike Alphafly Next% del record di velocità sono in vendita

I vostri fuori soglia

Nella precedente puntata ti avevamo chiesto di raccontarci i tuoi fuorisoglia, quando cioè ti sei trovato in territorio sconosciuto, in tutti i sensi. Ecco sei dei vostri racconti.

Centrifugato, mon amour!

Cetriolo, Sedano e lime ma anche Anguria, fragole e pomodoro. Due centrifugati buonissimi!

Economia di corsa: l’importanza del gesto e della tecnica

È il modo migliore per andare più veloce e con meno fatica e si riassume in un solo concetto: migliorare l'economia di corsa.

Quando sei andato fuorisoglia?

Andare fuorisoglia significa uscire dalla tua zona comfort. In questa puntata raccontiamo quando ci è capitato e ti chiediamo di raccontarci quando è successo a te

Scelti dalla redazione

Siamo soli, facciamocene una ragione

La corsa è una metafora della vita, lo sappiamo bene. La fatica è nostra, i pensieri sono nostri, e la solitudine ne è una parte integrante. Che aiuta.

Una merenda perfetta i RunLovers

Un dolcetto che non si dimentica questo muffin -ma puoi fare anche plumcake, ciambelle o quello che ti piace di più- a base di banane.

Un programma di allenamento per ogni obiettivo

Tutti i programmi di allenamento: dalla 10K alla maratona e 4 tabelle extra per migliorarti.