Americana, la playlist per correre in spazi infiniti

Spazi infiniti, orizzonti sterminati: questa playlist ti porterà proprio là. A correre, naturalmente.

Tempo di lettura: 1 minuto

Metti di non avere una distanza in testa, metti di avere tutto il tempo del mondo. Metti di voler scoprire nuovi limiti e metterti alla prova. Mentalmente hai di fronte una strada lunghissima e attorno pianure illimitate. E nelle orecchie la migliore musica fatta in quel paese che su questi panorami ha costruito non solo una letteratura ma una intera mitologia.

Steely Dan, Bob Scaggs, Neil Young, John Taylor, Chicago, gli America, gli Eagles. Il meglio della musica creata negli anni ’70, così bella da essere ancora perfettamente attuale ancora oggi. Perché parla dell’uomo in senso assoluto e senza tempo: quello che sfida sé stesso, quello che va oltre. Quello che corre in spazi infiniti.

(Photo credits Stephen Leonardi)

Sullo stesso argomento:
Running Playlist: Il Terzo Istante
CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.