3 suggerimenti per allenarsi con il caldo

Articoli correlati

Seguire le sensazioni

A volte è necessario togliere le cuffie, ascoltare il rumore dei nostri passi, cambiare strada e ascoltare solamente le nostre sensazioni. Vero?

Affrontare la sfida continua con il tempo (e la sua relatività)

“Tutte le ragazze alla spunta” urla qualcuno dal microfono. Probabilmente è un giudice. La tensione è palpabile, ma per cercare di stemperare un po’...

Sei anche tu “Garmin dipendente”?

Potremmo anche dire "Polar dipendente", "Suunto dipendente", "Watch dipendente" o quello che vuoi. Il risultato non cambia: dipendi anche tu dai dati del tuo GPS? Provare a correre senza può essere un buon esercizio

Il ritorno alle gare

Dopo una serie di vicissitudini, torni a gareggiare e ti rendi conto che le emozioni sono sempre le stesse, quelle della prima volta.
Veronica Signorinihttp://veronicasignorini.wixsite.com/mynutritiontips
Nuota come un motoscafo, pedala come una moto e corre come se fosse inseguita da un'orda di zombie affamati. Veronica si definisce un'atleta (semi)professionista ma solo perché i semi li sta gettando per far crescere una carriera grandiosa nella triplice disciplina. Si dice sia sempre felice perché è in costante overdose da endorfine ma, in realtà, ha un segreto per la felicità molto ben custodito e te lo svelerà solo se vai più forte di lei. Quindi lo conoscono in 5 in tutto il mondo! ;)

Tempo di lettura: 2 minutiCome diceva la celeberrima canzone di Celentano, scritta da Paolo Conte: “Cerco l’estate tutto l’anno e all’improvviso eccola qua”.

Finalmente è arrivato il momento dei tanto agognati aperitivi in spiaggia, grigliate, dei weekend in piscina a rosolare al sole, ma per noi che amiamo correre e pedalare – e soprattutto per chi come me soffre particolarmente il caldo – allenarsi inizia a diventare alquanto impegnativo. Sia ben chiaro, adoro questa stagione, soprattuto adoro uscire in pantaloncini e canottiera e senza troppi strati addosso. Però, nonostante ciò, quando si tratta di dovermi allenare o di dover gareggiare, lo soffro tantissimo.

Quindi oggi, vorrei darti qualche piccolo suggerimento, che ho  adottato nel corso degli anni per non ritrovarmi a pelle di leopardo alla fine di ogni allenamento o di ogni gara.

Numero 1: come consigliano tutti i telegiornali agli anziani, bere molto. Ma non solo acqua, anche sali minerali.

Sì, perché anche se svolgiamo un lavoro sedentario, sudiamo comunque.. a maggior ragione se dopo il lavoro dobbiamo (o vogliamo) andare a correre!

Durante l’allenamento, infatti, un atleta può perdere dai 4 ai 6 l/h di sudore, sopratutto se si tratta di un’attività intensa e se viene svolta in ambienti particolarmente caldi. Il sudore è costituito principalmente da acqua e da sali minerali in una quantità variabile dallo 0,5% all’1,5% . Il principale componente salino è il cloruro di Sodio, seguito a ruota da Potassio e Magnesio. Se tali perdite non vengono prontamente compensate da un’adeguata assunzione di liquidi, il nostro organismo va in allerta e capta il pericoloso stato di disidratazione, dando origine allo stimolo della sete, innescando una serie di processi a cascata che hanno il compito di impoverire il sudore di sali minerali, preservando l’equilibrio elettrolitico dell’organismo. L’integrazione diventa quindi essenziale durante prestazioni sportive, in particolar modo quando i fattori ambientali contribuiscono notevolmente all’aumento delle perdite saline come caldo, afa e umidità.

Numero 2: se siamo in procinto di affrontare una gara che sappiamo essere particolarmente lunga o impegnativa, iniziare a bere acqua arricchita di sali minerali qualche giorno prima e non solo durante l’allenamento, ma anche durante la giornata. In questo modo, arriveremo alla gara con le riserve saline belle cariche e il rischio di disidratazione sarà decisamente inferiore.

Numero 3: il ghiaccio è il tuo migliore amico. Per chi come me deve riempire le borracce, molto tempo prima della gara, il rischio di ritrovare un bel brodino caldo anziché acqua, è notevole. Anche perché le Zone Cambio tendenzialmente non sono famose per trovarsi in posti freschi e ombreggiati. Per ovviare a questo disagio la mia soluzione è riempire le borracce, meglio se termiche, di ghiaccio. Probabilmente, quando avrai finito il nuoto, non saranno più ghiacciate, però almeno saranno bevibili.

Questo è quello che faccio io. Tu che suggerimenti hai?

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Nike Alphafly NEXT%: le scarpe dell’uomo più veloce del mondo sono in vendita

Dai piedi dell'uomo più veloce del mondo alla strada: le Nike Alphafly Next% del record di velocità sono in vendita

I vostri fuori soglia

Nella precedente puntata ti avevamo chiesto di raccontarci i tuoi fuorisoglia, quando cioè ti sei trovato in territorio sconosciuto, in tutti i sensi. Ecco sei dei vostri racconti.

Centrifugato, mon amour!

Cetriolo, Sedano e lime ma anche Anguria, fragole e pomodoro. Due centrifugati buonissimi!

Economia di corsa: l’importanza del gesto e della tecnica

È il modo migliore per andare più veloce e con meno fatica e si riassume in un solo concetto: migliorare l'economia di corsa.

Quando sei andato fuorisoglia?

Andare fuorisoglia significa uscire dalla tua zona comfort. In questa puntata raccontiamo quando ci è capitato e ti chiediamo di raccontarci quando è successo a te

La corsa fa male alle ginocchia?

Hai male alle ginocchia? Colpa tua che corri! E invece no: non è detto e la corsa potrebbe essere l'ultimo problema

Il nuovo spot Nike per dirci che ci rialzeremo

Nike ha fatto un nuovo spot in cui non parla dei suoi prodotti ma della sua visione del mondo. E dice che i campioni sono quelli che non smettono mai di sperarci. E tu sei così?

Scelti dalla redazione

Le app per allenarsi bene

App ce ne sono moltissime ma quali scegliere per rendere il nostro allenamento più facile ed efficace? Ecco la selezione delle nostre preferite.

Come scegliere il portacellulare per correre

Il cellulare è ormai un accessorio indispensabile per i runner: da chi lo utilizza per monitorare i propri progressi a chi non rinuncerebbe mai...

Un programma di allenamento per ogni obiettivo

Tutti i programmi di allenamento: dalla 10K alla maratona e 4 tabelle extra per migliorarti.