Wings for Life World Run 2017 è qui!

Torna la Wings For Life: 7 maggio, Milano. Iscriviti!

CONDIVIDI

Torna anche quest’anno a Milano la Wings For Life World Run: la corsa di beneficienza in cui il 100% del ricavato andrà alla ricerca per le lesioni al midollo spinale.

Segna la data del 7 maggio e iscriviti o iscrivi i tuoi amici o la fidanzata o il marito o il figlio. L’importante è iscriversi per contribuire a raccogliere fondi per la ricerca sulle lesioni del midollo spinale.

Fare del bene divertendosi

Il formato molto particolare (e soprattutto divertente!) della Wings For Life non cambia: è una corsa che dura tanto quanto riesci a farla durare. O meglio: tu parti e dopo mezz’ora parte una “catcher car” che procede al massimo a 20 km/h. Più forte corri, più tardi ti fai raggiungere e quindi eliminare (quando vieni superato il lettore installato sulla catcher car legge il tuo chip e ti squalifica). Se corri a 6 min/km in poche parole attorno all’11° km ti sei fatto beccare.
Le prime tre edizioni italiane hanno visto sempre trionfare Giorgio Calcaterra che l’anno scorso tra l’altro è riuscito a vincere a livello globale dopo essere riuscito a sfuggire la catcher car per ben 88,44 km. E con lui ci saranno ambassador storici come Giovanni Storti, l’ex capitano rossonero Massimo Ambrosini, Fiammetta Cicogna e nuovi: Regina Baresi, capitano dell’Inter femminile, Beppe Bergomi, ex campione dell’Inter FC, Claudio Chiappucci, ex campione del ciclismo italiano, Pietro Aradori, talento della Pallacanestro Reggiana e della Nazionale.

Iscriviti!!!

Puoi iscriverti alla Wings For Life online a questo indirizzo.
il costo è di 35 euro a persona. L’intero ricavato sarà devoluto alla Fondazione Wings For Life.

CONDIVIDI

Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L’importante è che siano barefoot.
Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l’accortezza di annunciarlo su twitter.
Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l’altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here