The Runners, questi incredibili esseri umani

Colti mentre corrono, questi runner aprono il cuore alle confessioni più intime e personali. Stupendo.

Tempo di lettura: < 1 minutoInvece di mostrarti gesta eroiche di sportivi fantastici, questo video parla del lato più umano dei runner, quindi di me, di noi e di te. I due autori Matan Rochlitz e Ivo Gormley hanno intervistato runner a caso incontrati al parco o per strada mentre correvano. Come spiegano loro stessi, la condizione particolare ha fatto loro abbassare la guardia. Quasi tutti hanno risposto a domande molto personali, almeno a quanto si intuisce da quello che dicono. E tutti con una sincerità disarmante: come quella della ragazza che parla della sua vita sessuale e di quanto si senta in colpa col partner perché non lo fanno spesso, a quello che parla dei 10 anni in cui è stato depresso, a quello che era il più veloce di tutta l’Inghilterra e ora invecchia e si deve rassegnare a esserlo sempre meno (Com’è? – gli chiedono – È terribile). Poi c’è quello che si sta allenando per correre una gara contro la demenza senile perché il padre ne è affetto e “Vedere che gli parlo e non si ricorda un cazzo mi spezza il cuore”.

“The Runners” non dà risposte e non ti dice che correre aggiusterà tutto. Quasi non parla della corsa. La corsa c’è solo perché questi corrono, stop.

Ma alla fine dice un paio di cose più importanti: siamo tutti umani e tutti combattiamo una nostra personalissima battaglia.

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.