Running playlist: U2

CONDIVIDI

Nel parlare degli U2 sono assolutamente in comfort zone: li segui dagli anni ’80 ai tempi di Under a Blood Red Sky (il Live at Red Rocks che puoi trovare qui) quand’erano ancora un gruppo definibile “post punk”, passando per la meraviglia di The Joshua Tree (che suoneranno ancora nei live italiani di quest’anno in occasione dell’anniversario dell’uscita del disco) e arrivando poi all’accoppiata Achtung Baby + Zooropa (semplicemente spettacolari!).

Li ho visti live molte molte volte e quindi sono abbastanza tranquillo nel proporti una playlist che te li faccia conoscere mentre corri. Ovviamente questa è la “mia” visione degli U2 che potrà magari non andare d’accordo con quella di altri ma – cacchio! – sono sicuro che converrai con me che ascolterai dei “pezzoni”!

Una piccola avvertenza: non ci troverai molto degli ultimi dischi (soprattutto All That You Can’t Leave Behind e How To Dismantle An Atomic Bomb) e il motivo c’è. Secondo me non sono tra i loro dischi migliori.

Ma è sempre la mia opinione e quindi non vale nulla.

Buon ascolto!!!

CONDIVIDI

Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall’intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

5 COMMENTI

  1. Questa mattina, grazie ad una tua playlist, sono riuscita a battere il Moribondo. Non so se senza musica ce l’avrei fatta.
    Grazie
    Raffaella

    • Sono felicissimo! (Ce l’avresti fatta anche senza musica, ma a volte ci mette in condizioni mentali migliori: è vero) ??

  2. Condivido il giudizio fino ad Achtung baby (1991) poi è calata la noia. Comunque complimenti per le scelte, la solita playlist mi aveva addormentato le gambe, con questo mi sono ripreso ;-)

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here