Quale scarpa Brooks scegliere?

Continuiamo con le guide all’acquisto dedicate a un singolo brand per capire come districarsi tra i moltissimi modelli disponibili nei cataloghi. Oggi parliamo di Brooks e chi meglio di Tobias Ernesto Gramajo (Technical Representative Manager Brooks Italia) può aiutarci?

Quali valori caratterizzano il tuo brand riguardo al running?

Noi in Brooks facciamo una sola cosa: Running!
Tutte le nostre energie sono concentrate su questo fantastico mondo, che conosciamo veramente al meglio.
Il nostro motto è “RUN HAPPY”: è l’approccio più inclusivo che ci possa essere, significa che non devi per forza faticare o essere un super atleta: basta divertirsi e condividere la propria passione con tutti gli altri runner.
La nostra missione: “Ispirare tutte le persone a correre e a essere attive”.

Sul piano tecnologico le scarpe e l’abbigliamento da running sono evoluti moltissimo, quali sono le tecnologie e la filosofia che caratterizzano maggiormente i vostri prodotti?

Nelle ultime stagioni abbiamo “sfornato” delle nuove tecnologie a dir poco rivoluzionarie.
I materiali delle intersuole delle nostre calzature hanno raggiunto livelli di ammortizzamento e soprattutto di “adattabilità” impensabili soltanto poche stagioni fa. Il nostro Super DNA si è affermato come il punto di riferimento dei materiali ammortizzanti nel mercato running per comfort, protettività, durata e raggio di utilizzo.

Brooks Levitate (in versione maschile)

Il DNA Amp, appena lanciato sulla nuovissima Brooks Levitate, conferisce un “ritorno di energia” incredibile.
La tecnologia “Guiderail” stravolge il concetto di “support” con un sistema rivoluzionario che in grado di equilibrare l’appoggio del runner in maniera dolce e non invasiva.

Sullo stesso argomento:
Come scegliere i pantaloni da running perfetti per te

Parlando di scarpe, ritieni che la differenziazione A1, A2, A3 abbia ancora un senso? In che maniera catalogate i vostri prodotti?

Assolutamente no!
Questa vecchia nomenclatura aveva come punto di riferimento il peso delle calzature.
Se teniamo conto dei passi avanti che ha fatto l’industria delle calzature running, materiali in grado di alzare nettamente i livelli di ammortizzamento, con pesi nettamente inferiori, allora è chiarissimo che questa categorizzazione non funziona più.
Inoltre, pur se si considerava la velocità di corsa del runner, mancava una cosa fondamentale: considerare cosa voleva “sentire” il corridore durante la sua corsa.
Abbiamo dunque deciso di parlare ai runner per esperienze di corsa. Nasce così la filosofia Run Signature, attraverso la quale proponiamo 4 diverse esperienze:
Cushion: calzature morbide e protettive per ammortizzare ogni passo di corsa.
Energize: elastiche e con ritorno di energia per aggiungere spinta alla falcata.
Speed: rapide e aerodinamiche.
Connect: leggere e flessibili, per far sentire la corsa in modo naturale

Parliamo di pronazione. Come cercate di “correggere” e rendere ottimale l’appoggio del piede?

Dopo anni in cui si è sempre parlato di pronazione, abbiamo iniziato una lunga ricerca che ci ha portato ad affermare che ogni runner ha un modo di muoversi, e quindi di correre, “UNICO” (proprio come le impronte digitali). In questo senso, la nostra filosofia “Run Signature” propone una visione “olistica”, che tiene conto di molti più parametri che la sola pronazione.

Sullo stesso argomento:
Brooks Adrenaline GTS 17: nata per durare
Brooks Transcend 4 (in versione maschile)

Abbiamo concepito calzature (come Brooks Transcend) e tecnologie (come Guiderail) in grado di “seguire” il corpo di ogni corridore per come si muove, guidarlo durante la corsa, adattandosi per farlo correre proprio per come lo chiede il suo corpo…questa è quasi fantascienza!

Questo è il principale momento dell’anno in cui le persone iniziano a correre. Ci puoi consigliare due modelli adatti a chi si approccia al running per la prima volta?

Proporrei questa combinazione, un modello “Cushion”, morbido e protettivo per avere la sensazione di galleggiare, come la nostra Brooks Glycerin 15.
E uno “Energize”, ammortizzato ma con grande ritorno di energia, per rimbalzare all’infinito, come la nostra Brooks Levitate

Brooks Glycerin 15 (in versione femminile)

Sappiamo che può essere molto utile avere un secondo paio di scarpe per fare gli allenamenti di qualità, quelli più veloci. Qual è la vostra scarpa che si presta meglio a questo uso?

Credo che il concetto di velocità sia soggettivo, mentre l’alternare due diversi modelli di scarpe possa fare solo che bene. Ogni calzatura ha una propria “identità”, una struttura e una costruzione diversa che innesca una diversa meccanica di corsa, e di conseguenza l’utilizzo di diversi gruppi muscolari.

In Brooks abbiamo diversi modelli con cui potersi “sentire” veloci:
Levitate, per sentire il massimo in ritorno di energia.
Launch e Brooks Ravenna, con un ottimo bilanciamento tra reattività e ammortizzamento.
Asteria e Hyperion, entrambe super leggere e reattive per la massima velocità.

Sullo stesso argomento:
Quale Reebok scegliere?
Brooks Ravenna 8 (in versione femminile)
Brooks Asteria
Brooks Hyperion

Pur sapendo che la scarpa ideale non esiste e che varia da runner a runner, qual è il vostro cavallo di battaglia? Quella scarpa che consiglieresti per essere certo di “andare sul sicuro”?

Sarei fortemente indeciso tra due delle nostre ammiraglie: Glycerin 15 e Levitate, ma avendo così tanti prodotti super, non posso non considerare che un’altra nostra scarpa ha appena ricevuto il premio globale di Runners World come “migliore scelta” running, quindi dico Ghost 10!

Brooks Ghost 10 (in versione femminile)

Dulcis in fundo. Qual è il consiglio che daresti a chi inizia a correre?

Molto semplice, l’approccio a questo meraviglioso mondo in stile Brooks: Correte “Run Happy”!!!

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.