Il lato selvaggio del BOOST

adidas ha presentato due nuovi modelli dotati di BOOST impermeabili e perfetti per la stagione fredda

Tempo di lettura: 2 minutiadidas ti ha abituato a mettere il suo BOOST nelle sue scarpe da running ma quando la stagione si fa più rigida e il tempo imprevedibile è meglio avere ai piedi qualcosa di studiato apposta.

Ecco perché sono state presentati due nuovi modelli che potremmo chiamare le “UltraBOOST blindate”. Due modelli che nell’estetica e nei materiali ricordano le cugine stradali ma che hanno le pozzanghere e il freddo nel DNA.

UltraBOOST All Terrain e UltraBOOST X All Terrain

I due nuovi modelli confermano molte delle tecnologie adidas: il BOOST dell’intersuola,
il battistrada Continental Stretchweb, la tomaia in Primeknit e gli elementi catarifrangenti che danno sostegno e protezione al piede.
All’elenco si aggiunge un cage integrato per garantire maggiore sostegno, mentre le UltraBOOST X All Terrain, disegnate espressamente per il piede femminile, hanno
il pionieristico Adaptive Arch per ottimizzare la calzata della tomaia Primeknit.

Un’altra differenza estetica e funzionale è quella del “collo alto”: adidas ha infatti scelto di aumentare l’altezza alla caviglia per riparare meglio il piede e trasmettere il movimento della gamba verso il basso in maniera più fluida passo dopo passo.

Entrambe sono inoltre antipioggia: hanno infatti una tomaia in Primeknit (il tessuto elastico brevettato da adidas) idrorepellente e anti-spruzzi ma comunque traspirante per correre in confort e all’asciutto.

Le UltraBOOST All Terrain e UltraBOOST X All Terrain sono disponibili presso lo store adidas o nei negozi al prezzo di 219.95 euro.

Avatar
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Altri articoli come questo

Norme anti-Covid: il dilemma delle mascherine

C'è un po' di caos sull'uso della mascherina mentre si corre. Stando a quanto precisato dal prefetto Bruno Frattasi, a oggi non è obbligatoria

Norme anti-Covid: torna l’obbligo della mascherina all’aperto, ma non per chi corre

Approvate oggi le nuove norme anti-Covid che impongono di portare con noi la mascherina anche all'aperto e indossarla qualora siamo in prossimità di altre persone. Dall'obbligo è però escluso chi pratica sport all'aperto. La cosa più importante è essere sempre cauti e usare il buon senso.

2 COMMENTS

  1. Il collo altro è stato scartato da nike dopo le prime Lunarepic (che ancora uso).
    Personalmente lo trovo comodissimo, quindi spero che sempre più scarpe lo adottino.

    • Vero, forse ha diviso molti. Anche io non l’ho trovato affatto scomodo come sembrerebbe. In una scarpa autunnale come questa poi ha ancora più senso perché aumenta il livello di impermeabilizzazione del piede.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.