Benvenuta su Runlovers, Campionessa!

Tempo di lettura: 2 minutiCi sono storie che viaggiano parallele, con stili e scopi simili, e altre che – a un certo punto – si incontrano quasi casualmente. E, nello stesso modo, ci sono persone che il fato ti fa incontrare. Mi piace definire così l’incontro con Veronica Signorini, una delle più promettenti e talentuose triatlete italiane.

Qualche tempo fa, Matteo Cantieri – che, se fai triatlon, lo conosci di sicuro perché lui conosce tutti – mi parlò di questa ragazza di Cremona che, oltre ad andare forte, scriveva bene e si occupava di nutrizione. Come non bastasse condividevamo l’allenatore: Fabio Vedana (e di lui parleremo tra qualche giorno) e, pure lui, con i suoi modi sbrigativi ne lodava il talento.
Va bene che la comunità dei triatleti in Italia non è così vasta e si potrebbe quasi considerarla come una famiglia sui generis però in questo caso non c’era solo un indizio per far incrociare le nostre strade, c’era una gigantesca scritta al neon lampeggiante che indicava proprio Veronica.

La chiacchierata e “la domanda”

Il clima surreale dell’Ironman di Cervia, subito dopo l’arrivo del primo, e una bibita seduti a un tavolino a chiacchierare di sport, di atleti, di web e ti rendi conto che – nonostante il suo palmares davvero notevole – hai di fronte una persona semplice, diretta, simpatica, che affronta le cose della vita con serietà ma senza mai lasciare a casa il sorriso (però vorrei vederla dopo una sessione di forza sui rulli! ;). Insomma: ti rendi subito conto che Veronica è “una di noi”.

So che Veronica ha già un suo blog ma comunque le chiedo se avesse voglia di avere un suo spazio su Runlovers, dove scrivere un po’ quello che le pare: parlare di tecnica, di nutrizione, di lei, di quello che vuole. Perché, nonostante mi si possa tacciare di deliri di onnipotenza, sono profondamente convinto che scoprire com’è la vita di un atleta elite possa essere interessante per tutti, possa essere un’ispirazione e – non in ultimo – uno strumento per trarre ottimi spunti per migliorare.

La sua risposta è stata immediata e diretta: sì.

E quindi eccomi qui ad anticiparti, senza nascondere troppo l’entusiasmo, che dai prossimi giorni troverai Veronica su Runlovers.

Benvenuta su Runlovers, Campionessa!

Avatar
Sandro Siviero
Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall'intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

Altri articoli come questo

L’intelligenza di chi corre

Per uscire dalla zona comfort puoi spaccarti di allenamenti oppure essere curioso e leggere libri o ascoltare musica o vedere film. O fare tutto questo, assieme

Conosci te stesso per ripartire meglio

Ogni tanto è giusto fare il punto della situazione: come stai fisicamente? Sei pronto a fare il passo successivo? Come puoi saperlo? Facendo dei test e qui li trovi tutti!

Ciclismo: esiste una cadenza ottimale?

Il dibattito su quante siano le corrette pedalate al minuto è sempre aperto ma la verità è che dipende da molti fattori. Vediamoli insieme.

Come idratarsi quando ci si allena

L'idratazione, soprattutto nei periodi più caldi dell'anno, è estremamente importante. Ecco alcuni consigli su come idratarsi prima e durante l'allenamento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.