Aiutare il recupero meccanicamente

Articoli correlati

Nike Pegasus Trail 2 – Evoluzione della specie

Nike Pegasus Trail 2 era una scarpa molto attesa per almeno due motivi: il primo è che la sua versione precedente (Pegasus 36 Trail)...

Ultimate Daily di Athletic Greens: il test e i benefici

Abbiamo testato Ultimate Daily di Athletic Greens. Ecco i benefici, i risultati e la domanda senza risposta univoca su quale sia il suo sapore

Diventa tester Runlovers per un giorno

Sì, sabato 12 ottobre, puoi diventare tester Runlovers per un giorno e provare insieme a noi 4 modelli New Balance per scrivere una recensione collettiva.

Come scegliere il miglior zaino da corsa?

Il tema dello zaino da corsa è da maneggiare con cura. Nella tua esperienza da runner ti sarà capitato di trovarti nella situazione in...
Sandro Siviero
Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall'intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

Tempo di lettura: 2 minutiHai presente quella sensazione di gambe “legnose” dopo un allenamento particolarmente duro? Ecco, anch’io. Ci sono molti metodi per ridurre gli effetti della fatica e favorire il recupero: creme apposite, bagni gelidi, massaggi e molto altro ma, in questo caso, parliamo di uno strumento specifico: il plantare Noene Optimum OFP2.

Un concentrato di tecnologia in 2 millimetri

È possibile che un plantare di 2 mm di spessore possa aiutare il recupero? Assolutamente sì, perché non stiamo parlando di una soletta di gomma ma di un connubio di materiali che lavorano insieme. Abbiamo infatti uno strato di Noene (ne abbiamo già parlato qui a proposito dell’ Ergopro AC+) che riduce fino al 92% delle vibrazioni da impatto che possono affaticare e ledere il nostro sistema muscolo-scheletrico e, in associazione, c’è uno strato di NEXUS Energy Source: un tessuto composto da particelle ultrafine di platino, titanio e alluminio che – lavorando insieme – migliorano la circolazione sanguigna.

Come funziona?

Inserisci il plantare sopra alla soletta della tua scarpa (sia da running che da “tutti i giorni”, se le due cose non coincidono ;) ) e vivi la tua giornata come niente fosse. Il Noene assorbirà e dissiperà l’energia dell’impatto del piede con il terreno, rendendoti così più leggero, mentre le particelle ultrafine di platino, titanio e alluminio di NEXUS Energy Source hanno la capacità di emettere onde infrarosse. In questo modo causeranno una vibrazione nelle molecole d’acqua che compongono il nostro corpo, attivando così l’irrorazione sanguigna, favorendo il recupero e migliorando la circolazione.

L’effetto è un sollievo per le gambe, una camminata più comoda per tutta la giornata e – cosa che non guasta mai – grazie alle proprietà antibatteriche, l’eliminazione degli odori sgradevoli provenienti dalle scarpe. ;)

In definitiva

Noene Optimum OFP2 è un prodotto davvero rivoluzionario che porta notevoli benefici sia a chi pratica sport assiduamente sia per chi vuole essere sempre nelle condizioni di comfort ottimali.

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Tutti i benefici della corsa

Dieci ottimi motivi per cui correre è la scelta più giusta che potevi fare

Cosa c’è per cena? Il banana bread

Inizia una nuova rubrica che parla di cibo non solamente dal punto di vista nutritivo ma anche come appagamento dopo un allenamento, e risponde alla domanda "cosa c'è per cena?"

Corri con un pacer virtuale

Ghost Pacer è un prodotto che sfrutta degli occhiali a realtà aumentata per farti correre con un pacer virtuale

Corriamo per andare più lentamente

Sembra un paradosso ma lo è fino a un certo punto: quando corriamo andiamo più veloci ma in realtà vogliamo rallentare per riappropriarci del nostro tempo.

Io, Charlene e lo specchio di Biancaneve

Questo duemilaventi, podisticamente parlando, non è stato di sicuro ricco di cose da ricordare, almeno per quel che mi riguarda. La situazione mondiale e...

Correre in sicurezza

Sono poche regole e servono a correre sempre in sicurezza. Per evitare spiacevoli inconvenienti

La mezza di Monza si correrà, davvero

Dopo mesi di cancellazioni, la Ganten Monza21 Half Marathon si farà. Le iscrizioni sono aperte

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Aumentare la velocità nella corsa

Correre più veloce è insito nell'uomo. Se una volta lo facevamo per cacciare, ora è puro spirito di miglioramento. Ecco i metodi per aumentare la velocità.

Correre in gravidanza: rischi e benefici da conoscere

Attenzione: questo articolo vuole solamente fornirti delle indicazioni generali per introdurre un argomento su cui riceviamo molte domande. Poiché siamo tutte diverse, il consiglio...