adidas UltraBOOST X, for women only

Scarpe per sole donne, perché ogni piede vuole la sua scarpa, e anche ogni donna ;)

CONDIVIDI

Ogni piede ha la sua scarpa e ogni sesso, di conseguenza, anche.
adidas riprende il discorso iniziato un anno fa con le PureBOOST X e declina in una nuova variazione il pilastro della sua produzione da running, ossia la UltraBOOST.
Le UltraBOOST X sono infatti studiate specificatamente per la donna e nascono dall’analisi del suo piede e soprattutto delle differenze rispetto a quello maschile. Per dare la risposta più giusta alla domanda “Abbiamo tutti i piedi uguali?”. No, ovviamente. 

Analizzando i punti esatti in cui le runner necessitano di maggiore supporto e quelli in cui il piede necessita di maggiore spazio per la sua naturale espansione è nato il design esclusivo della scarpa UltraBOOST X. Per rispondere alla biomeccanica del piede femminile è nato Adaptive Arch, il profilo scolpito della zona mediale e la tomaia Primeknit che si adatta ai cambiamenti della forma del piede durante la corsa avvolgendo l’arco del piede e aprendosi in corrispondenza delle dita per farlo respirare meglio e per permettere di aprire meglio le dita in fase di rilascio.

Anche il controtallone UltraBOOST ha un nuovo design più profilato, più adatto al tallone femminile, per offrire il giusto supporto senza compromettere la libertà di movimento.

E poi ci sono l’intersuola BOOST su tutta la lunghezza della scarpa per un ritorno di energia ancora ineguagliato e la suola Stretchweb con gomma Continental ad assicurare il grip necessario per tutti i tuoi allenamenti in città in qualsiasi situazione.

E le novità non sono finite: oltre alla UltraBOOST X, adidas ha lanciato anche  una linea di abbigliamento tecnico che comprende una T-shirt Primeknit, shorts a doppio strato, leggings e una canotta in design e colori abbinati al design della scarpa.

Le adidas UltraBOOST X hanno un prezzo di 179,95 € e l’abbigliamento UltraBOOST X ha prezzi a partire da 80 €. Trovi tutto anche nello store online adidas

CONDIVIDI

Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L’importante è che siano barefoot.
Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l’accortezza di annunciarlo su twitter.
Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l’altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here