A volte si può sgarrare

Articoli correlati

U pani cunzatu (il pane condito siciliano)

U pani cunzatu, il pane condito della tradizione siciliana incredibilmente buono. Una preparazione povera diventata un'istituzione.

Josh Amberger: il triathlon? Fallo a modo tuo!

Josh Amberger - triatleta vittorioso in 11 Ironman 70.3 - ci racconta la sua esperienza con allenamento, alimentazione e integrazione

Non hai il lievito? Facciamo il pane, dai!

Abbiamo parlato del lievito la scorsa settimana e dell'importanza sociale che ha assunto in questo determinato periodo storico. Oggi prepariamo insieme del pane ma...

L’argomento scottante: il lievito

Sono tempi mai vissuti e nessuno può dirci o spiegarci come è andata, tempo fa. Nessuna testimonianza e neanche pronostico. Nell'incertezza ci stiamo un...
Iaia Guardohttp://www.maghetta.it
Si dice che, all'inizio, Lewis Carroll avesse scelto lei e che il romanzo si intitolasse Maghetta nel Paese delle Meraviglie ma lei, volendo rimanere nell'ombra per continuare i suoi progetti di conquista del mondo, rifiutò la parte di protagonista per lasciarla a quella sciacquetta di Alice. Dalle pendici dell'Etna, Maghetta cucina, fotografa, disegna e continua a progettare la conquista del mondo; infatti le sue giornate durano circa 144 ore (12 al quadrato). Per reggere questi ritmi infernali corre tutti i giorni almeno per un'ora, poteva essere altrimenti? Ha pubblicato per Mondadori "Le ricette di Maghetta Streghetta", best seller in cima alle classifiche nelle categorie: gnomi da giardino, unicorni e cani retriever. Ti consigliamo di comprarlo - seriamente: è in cima alla classifica "cucina per le feste" - e di leggerla; il ricavato andrà all'AIRC quindi avrai un bel libro e contribuirai alla ricerca!

Tempo di lettura: 3 minutiSì proprio io che mi sono inimicata tutti i Runlovers italiani (e pure oltreoceano suppongo) per aver fatto la signorina Gnegnegne escludendo dal carrello gran parte delle leccornie -wurstel compresi- che tutti amano buttar giù oggi ti dico: sì ai wurstel.

Fermo però. Non quelli che trovi al banco frigo facilmente, magari in offerta, che hanno una lista degli ingredienti che ti farebbe cadere i capelli in un sol colpo: ma i veri VERI (ho detto VERI?) würstel. Intendo i Frankfurter di un certo tipo o i Wiener. I weisswurst (quelli bianchi) o quelli “freschi” che trovi dai macellai di un certo tipo. I würstel passano alla storia come alimento gustosissimo -quanto le patatine fritte- anche per i bimbi più difficili. Dai würstel e patatine e il problema “non mi piace”, “questo non lo mangio” si annienterà ma. E parte il MA gigante: stai dando da mangiare un alimento sano a quel tenero terremoto con gli occhi da gatto di Shrek (ti fregano sempre)?

No.

E lo so che non ce la fai più a sentire la parola sano, ma si parla di salute e tu adulto hai la responsabilità di quella del tuo amato gattino dagli occhi supplichevoli, ergo: würstel sani. Esistono? Sì. Ce ne sono di diversa qualità e fattura. Che esistano più sani non significa “ah bello! Possiamo mangiarli tutti i giorni!” ma semplicemente che quella volta -una tantum- si può godere di un gusto nettamente migliore rispetto a quelle cose (perché in altro modo non si possono definire) che vogliono in tutto e per tutto assumere la forma di un würstel ma in realtà non lo sono. Potrei scomodare il buon Platone e la teoria delle idee. Di quello che è ma in realtà non è ma non so se sarebbe così d’accordo. Essere tirato in causa, biga alata compresa, per parlare di würstel pare irriguardoso.

In questo periodo di festa portare a tavola un buon würstel magari confezionato in Trentino Alto Adige dove sono maestri insieme a del chutney speziato o della senape o magari ancora della maionese di un certo tipo ti farà fare un figurone e non in ultimo ti coccolerà. E avrai bisogno di coccole perché se sei uomo subirai (giustamente) le vessazioni di tua moglie che ti fa tirare l’albero e accendere le lucine. E se sei donna MASSIMA STIMA (sono di parte? naaaaa) dovrai pensare al menù, alla suocera, agli addobbi, all’organizzazione e. Santa Subito.

Un bel piatto comfort food a base di wurstel te lo meriti eccome. Io li mangio di seitan e tofu e ti assicuro che sono buoni ma ho come l’impressione che tu sia appena scoppiato a ridere (se sei simpatico) o mi abbia mandato in qualche strano paese della Lapponia (in quel caso non sei simpatico e neanche buono e Babbo Natale ti porterà tanti würstel scaduti e pure qualche pernacchia, ecco!).

Facilmente reperibili: Recla, Senfter.

(se leggi “carne separata meccanicamente” nella confezione: salta. Lascia il pacchetto lì, ok?)

Ora ti dico come si preparano questi. Che ne dici?

Ho fatto bollire i wurstel per il tempo indicato meno qualche minuto, li ho passati sulla piastra rovente e poi li ho messi in padella con abbondante succo di arancia e ho finito la cottura facendoli insaporire così.

Ho preparato un hummus di fagioli molto facilmente, ovvero li ho fatti cuocere. Li ho passati. Salati e aggiustati di pepe. Poi ho messo dei fagioli in fiocchi sopra per la nota croccante ma puoi arricchire anche con frutta secca. Ti assicuro che è buonissimo anche così.

Altri articoli

4 COMMENTS

  1. Senfter sono da ritenersi affidabili? Bene, li trovo facilmente e ho sempre avuto simpatia per questo marchio e i suoi prodotti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Brooks Adrenaline GTS 20, la stabilità è comodissima

La ricerca dell'equlibrio e della leggerezza in un tutto armonico: ecco le Brooks Adrenaline GTS 20

Si farà la maratona di New York?

Il sindaco Bill de Blasio, comprensibilmente, dà risposte evasive

Forse non tutti sanno che, running edition

Una serie di notizie e curiosità gustose e spassosissime tanto quanto inutili, ma non si può mica essere sempre seri, no?

U pani cunzatu (il pane condito siciliano)

U pani cunzatu, il pane condito della tradizione siciliana incredibilmente buono. Una preparazione povera diventata un'istituzione.

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Scarpe per tutti

Una vostra domanda, magari anche tua che stai leggendo, ci ha dato lo spunto per questa puntata. Un ascoltatore ci ha chiesto di parlare...

Sport e salute

Qual è la relazione tra lo sport e la salute fisica? Si sa che lo sport fa bene ma in che modo e quanto? E come fare per ottenere i massimi risultati?

Scelti dalla redazione

Le app per allenarsi bene

App ce ne sono moltissime ma quali scegliere per rendere il nostro allenamento più facile ed efficace? Ecco la selezione delle nostre preferite.

Come scegliere il portacellulare per correre

Il cellulare è ormai un accessorio indispensabile per i runner: da chi lo utilizza per monitorare i propri progressi a chi non rinuncerebbe mai...

Un programma di allenamento per ogni obiettivo

Tutti i programmi di allenamento: dalla 10K alla maratona e 4 tabelle extra per migliorarti.