Runner, detto con altre parole

Quante sensazioni ti dà la corsa? E non sono tutte poetiche, no. Sono anche maledizioni e parolacce, come quelle di questa quasi-poesia di Luigi. E tu, ti ci riconosci?

Quante sensazioni ti dà la corsa? E non sono tutte poetiche, no. Sono anche maledizioni, sono anche Ma chi me l’ha fatto fare, ma non potevo starmene sul divano? Sono anche parolacce e improperi. Come quelle di questa quasi-poesia di Luigi. E tu, ti ci riconosci? 


Io davvero non lo so come ci sono arrivato fin qui.

Un RUNNER. Io…

Io corro.
Se mi chiedi perché neanche ti rispondo.
Ma mica per presunzione o maleducazione. No.
E proprio perché non lo so.

RUNNER.
Cosa viene a significare sta parola inglese che solo a pronunciarla mi affatica. Mah!
Come si traduce RUNNER in italiano:
Busciodicul. Sicuro.
E quindi suona meglio RUNNER.

E poi ci sono i pensieri dei RUNNER..S.
I racconti dei RUNNER..S.
Migliaia di stati d’animo, senzazioni ed emozioni buttati giù nei social da sto branco di matti.
Ma dammi retta. Sti pensieri non sono mica tutti autentici.
No.
Perché?
Ma perché son tutti scritti dopo.
Dopo la corsa (o l’appoggio o l’uscita o la missione). Ma sempre dopo.
A doccia fatta.
A muscoli rilassati.
A mente che tu ritieni sia lucida ma che in realtà è frastornata da milioni di endorfine (pure queste, cosa siano veramente, io non l’ ho mai capito).
Tutti bravi dopo. E sii.
Mai. Dico mai nessuno che avesse avuto la capacità (e il coraggio) di scrivere quello che gli passa in mente per davvero durante l’ attività. In piena corsa.
Mai.

Del freddo che ti prende alle 5 di mattina d’inverno. E tremi. Come un bambù giapponese tremi.
Della fatica che fai prima che testa cuore polmoni gambe e piedi smettano di andare per i cazzi loro coordinandosi come fossero una sola cosa.
Del panico che ti sconquassa quando vedi un cane fermo a bordo strada.
E ci hai culo se tu riesci a vederlo e se lui rimane immobile.
Di quando sei solo in mezzo ad una strada che dalla campagna porta al mare.
E pensi e ripensi.
Perché pensi…e quanto pensi.
Magari poi scriverai tutt’altro.
Ma quello che segue è ciò che veramente di passa nella testa in una sola ora di corsa:

Ma porcaputtzozza…uff…ma chi cazz me lo fa fare….uff….madonnamia che freddo …sto gelando…. che stanchezza…. mo mi fermo…no dai…un altro brano…matoooo pure la salita….ma porcamiseriabestia….
non esco più. ..e nooo e basta…domani mi iscrivo in palestra….uff…si, si…cazzeggio, panche, attrezzi…uff…. a quanto stiamo…puttantroia..uff…neanche a metà…nooo mi fermo dai….uff….muoio….adesso muoio….madooo come sto lontano da casa….uff…non c’è la faccio a tornare….nooo mi fermo….aspetta me fino a quell’incrocio.
Ou però un kilometro manca…mena dai dieci ne ho fatti….uff…il tempo…fammi vedere il tempo….noooo..uff…così piano vado…mi sembravo na gazzella. Un elefante sono….uff…e meno male che è finita….
Mo doccia. Gatorade.
E poi venerdì mi tocca di nuovo.
Però non è andata male. 11 km. Me però.

Aspe’ che mi faccio la foto che poi la pubblico…
Oggi 11 km. È stato fantastico.
(Bugiardo falso e ipocrita e pure giuda).

Ecco questi sono i veri, autentici pensieri del RUNNER o di chi si crede tale.
Ma non ve li confideranno mai.
Mai.
Vi parleranno di fatica e di gratificazione.
Di alimentazione curata, di kili buttati giù e di taglie perse.
Di endorfine (?) di energia e benessere.
Di scarpe tecniche gps e playlist.
E li vedrete ridere. Quasi sempre.

Ma di busciodicul….mai.

Perché noi siamo RUNNER.
E credi a me anche stavolta:
meglio l’asfalto piuttosto che il divano!
E questo lo penso, lo scrivo e te lo giuro pure.
E non chiedermi il perché. Non saprei risponderti.

RUNNER.
Suona meglio no?

Luigi De Filippo

(Photo Credits Benn Berrigan)

Altri articoli come questo

10 COMMENTS

  1. :APPLAUSI:
    Non riesco a smettere di sorridere, ammetto di pensare esattamente quello che hai elencato.
    E poi alla fine con gli altri (non RUNNER) sono solo endorfine, sorrisi, scarpe, gps e lo screenshot della sessione Runtastic.

  2. Quanta verità nelle tue parole!!!!ma penso che correre è un pò come partorire……dopo la nascita i dolori del parto li dimentichi, ed è uguale a quando si corre alla fine la sensazione, e la soddisfazione è talmente bella che i sacrifici, gli sforzi, e la stanchezza si dimentica!!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.