Quali cuffie scegliere per correre?

Il mercato offre molti prodotti dedicati a chi vuole correre o fare attività sportiva con la musica. Quali sono i prodotti da prendere in considerazione? Eccoli!

Tempo di lettura: 4 minuti

Nonostante l’uscita “silenziosa” sia una bellissima esperienza perché ti permette di ascoltare maggiormente il tuo corpo, correre con la musica è un’abitudine di molti runner che amano isolarsi dal mondo esterno per vivere il running come un’esperienza interiore. Non esiste una scelta giusta e una sbagliata, semplicemente c’è la preferenza individuale di vivere la corsa in modo personale.

Eccoci quindi a consigliarti 5 cuffie fatte appositamente per chi corre ascoltando le sue playlist preferite (oppure quelle che ti proponiamo noi ogni settimana su Spotify). Ricorda però che, nonostante sia meraviglioso isolarsi dal mondo esterno, il volume della musica ti deve sempre permettere di correre sentendo i rumori esterni perché la sicurezza viene sempre prima di tutto e non sentire un clacson, una sirena o il campanello di una bici può essere un’esperienza molto poco piacevole.

Detto ciò, passiamo all’argomento che ci interessa: gli auricolari.

I prodotti che ti propongo oggi – nonostante siano tutti pensati per l’utilizzo sportivo e quindi resistenti al sudore e alle sollecitazioni – sono di due tipi, molto differenti tra loro: wired e wireless (ossia da collegare con il cavo tradizionale o via Bluetooth).
Le prime hanno la comodità di essere sempre pronte per uscire con te, le metti in borsa e te le dimentichi ma proprio il cavo può essere un elemento di disturbo. Le cuffie bluetooth sono comodissime perché non hanno il filo che ti disturba e – per la legge di Murphy – si annoda diventando un cubo di Rubik da risolvere, ma vanno caricate adeguatamente per evitare di incappare in noiose “interruzioni di servizio” proprio nel bel mezzo della tua canzone preferita.

Sullo stesso argomento:
Quale Under Armour scegliere?

Quali scegliere è quindi una scelta personalissima; io, per esempio le uso entrambe, con il filo per correre e nella vita di tutti i giorni mentre tengo le wireless per le uscite in bici perché mi garantiscono maggiore libertà.

Ma veniamo a quali auricolari scegliere (tutti con la possibilità di essere usati anche per le conversazioni telefoniche).

Bose SoundSport

cuffie_02_bose

Probabilmente basta dire “Bose” per dire già tutto su queste cuffie. Comodissime anche dopo ore di utilizzo ininterrotto, con una qualità audio davvero rimarchevole, sono perfette sia per correre che nell’utilizzo quotidiano e un cavo della misura giusta per non essere eccessivamente lungo da intrecciarsi o troppo corto rendendole, così, scomode.

Il prezzo è adeguato al nome che portano ma – una volta che le avrai provate – ti renderai conto che, per le prestazioni che offrono, non solo valgono ogni centesimo che costano ma sono addirittura economiche. Sembra un’iperbole ma, credimi, non è affatto così.

[Maggiori info e acquisto]

Jaybird X2

cuffie_02_jaybird

Le X2 sono un prodotto premium per quanto riguarda gli auricolari wireless e, con partner di prim’ordine come la squadra americana di triathlon e le Rock n Roll Marathon series, nascono appositamente per l’utilizzo sportivo.
Possono essere configurate per l’utilizzo con il cavo che passa sopra al padiglione auricolare oppure, in modo più tradizionale, sotto.
La caratteristica principale delle X2 è la durata della batteria. Infatti con le sue 8 ore, posiziona questo prodotto come uno dei più durevoli per l’attività sportiva.
La qualità dell’audio è molto, molto buona e non ti farà rimpiangere la differenza di prezzo con le economiche cuffie gracchianti che spesso siamo costretti a usare.

Sullo stesso argomento:
Come scegliere i pantaloni da running perfetti per te

Anche in questo caso il prezzo non è propriamente popolare ma siamo in presenza di un prodotto di fascia alta, estremamente curato, con custodia premium (che vedi in foto) e con contenuti tecnologici di livello elevato.

[Maggiori info e acquisto]

Mpow Swift

cuffie_02_mpow

Se il tuo scopo è di contenere il budget allora le Mpow sono una scelta validissima. Chiaramente sono un prodotto cinese di fascia bassa ma, con meno di 20 euro, non si può davvero chiedere di più.
Certo, non puoi pretendere una qualità audio cristallina e una progettazione perfetta ma, se non sei un accanito audiofilo, andranno benissimo per le tue corse in libertà (anche dal cavo).

[Maggiori info e acquisto]

Sennheiser MX 686G Sports

cuffie_02_sennheiser

Innanzitutto una specifica: sono dedicate ai dispositivi Samsung Galaxy (con gli altri smartphone non funziona il controller). Detto questo, sono dei buoni auricolari, non a isolamento totale che portano con sé l’esperienza audio di Sennheiser.

Il prezzo è contenuto per un auricolare di marca, wired e dedicato allo sport. Chiaramente non puoi pretendere fuochi d’artificio uditivi ma l’esperienza musicale è sicuramente di livello elevato.

[Maggiori info e acquisto]

Deewear FlyONE Dark

cuffie_02_deewear

Ed eccoci all’outsider delle nostre scelte. Le FlyONE Dark sono progettate interamente in Italia (in provincia di Treviso) e la qualità è davvero molto buona. In aggiunta il cavo che collega i due auricolari è realizzato in materiale rifrangente aumentando così la visibilità per i nostri allenamenti notturni.

Sullo stesso argomento:
Alt.RunLovers.it, la playlist tutta alternativa, tutta italiana

Stabili e molto belle esteticamente, hanno una durata della batteria che si attesta sulle 5 ore e un prezzo più che giustificato dalla qualità del prodotto (trovi qui la recensione completa).

[Maggiori info e acquisto]


 

La nostra scelta

cuffie_02_bose

Come potrai facilmente immaginare, la nostra scelta è senza dubbio orientata alle Bose SoundSport che con qualità audio davvero stupefacente e una comodità estrema, rendono questo prodotto assolutamente consigliabile senza paura di essere smentiti in alcun modo.

CONDIVIDI
Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall'intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

8 COMMENTI

  1. Io uso le Mpow e mi sono trovato molto bene. Sono un po’ grosse e sporgono dall’orecchio creando un effetto estetico poco gradevole…ma la batteria dura abbastanza, il suono è buono, ci sono molti accessori inclusi, il bluetooth non da mai problemi e il prezzo è ragionevole. Le consiglio.

  2. Ciao, documento molto interessante! Ma mi chiedevo se come aulicolare sia meglio quello nelle immagini o quello con il supporto tipo punto interrogativo che avvolge l’orecchio! Scusate non sò come si definiscano! Io le vedo più comode in quanto con la corsa si autosostengono, non credete?

  3. Assolutamente da sciegliere SONY walkman perchè senza fili.. C e anche una brutta copia da 15€ Audiola, regalata alla ex moglie :-)

    Nooooooo fiiiiliiiiii !!!!!!!

  4. Dopo averne provate diverse, col filo e senza (anche le Flyone Dark, restituite per un problema di interferenze), ora sto usando con molta soddisfazione le Sennheiser PMX 686i con l’archetto.
    Fenomenali sia come resa audio che come comodità.
    Certo, non sono economiche, ma valgono ogni centesimo speso (su amazon ora si trovano a 70€)

  5. Salve, sapete se esistono cuffie (sempre adatte per la corsa) wireless che comprendono anche il trasmettitore? nel senso che si possono utilizzare con qualsiasi dispositivo. Sul player mette il trasmettitore e le cuffie si collegano a quello.

    Ciao

    • Ciao Gigi, anche io ho acquistato di recente le jaybird. Non sono male. Costano una sassata ma sembra quasi di non avere nulla e la corsa è più piacevole.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.