Oggi mi sposo ma prima vado a correre

Sei runner quando vai a correre anche in uno dei giorni più importanti della tua vita

Tempo di lettura: 2 minuti

È la mattina del mio matrimonio.
Sono le sei del 9 luglio 2016. Ieri sera, prima di andare a dormire dai miei genitori, il testimone dello sposo mi ha chiesto “Vai a correre domattina?”  E io gli ho risposto ” Certo che si!” . Il mio futuro marito ha scosso la testa trattenendo un sorriso.

Sono riuscita a dormire, pensavo che l’ agitazione mi avrebbe tenuto sveglia e invece ho riposato, e sono pronta. Per una corsetta prima, per il mio giorno poi. Ho corso tante volte sfuggendo al dolore, alla disperazione di non essere quella che volevo, scappando dai demoni che erano dentro la mia testa.

Oggi invece corro incontro al mio futuro, a quel futuro che quattro anni fa mi sembrava così irraggiungibile che neanche me lo sognavo. Oggi corro tra le braccia di una persona che mi sostiene e mi compensa, come io sostengo e compenso lui. Ho scoperto la serenità della corsa tardi, e oggi, mentre attraverso le mia campagne inondate dal sole del primo mattino, penso che se avessi saputo prima che questo sport mi avrebbe aiutato e dato tanto, forse tante cose si sarebbero evitate. Se quando i miei si sono separati fossi andata a correre, forse avrei sofferto di meno, o comunque mi avrebbe aiutato ad affrontare il tutto con più forza. Se il giorno in cui la mia nonna ha scoperto di avere la SLA fossi andata a correre, così come tutti i giorni del suo calvario tra casa e ospedale, forse avrei potuto aiutarla con un altro spirito.
Se invece di smettere di mangiare perché detestavo la mia fisicità fossi uscita a correre, forse mi sarei risparmiata anni di cure tra psicologi e centri di disturbi alimentari. Ma non lo sapevo, pensavo addirittura di non essere fisicamente capace di correre.

Sullo stesso argomento:
I motivi per assumere un runner

E invece eccomi qua, con due mezze maratone all’attivo e il mio matrimonio dietro l’angolo, con un futuro che mi sorride e la certezza di avere sempre un asso nella manica, anche nei momenti in cui tutto non sarà così bello come oggi.

Sono le 6.30 del 9 luglio 2016: sono sulla solita strada che attraversa due capi di girasoli, ma oggi mi sembra diversa, più luminosa. Accelero il passo, sorrido e allargo le braccia. Il passato è alle mie spalle, l’oggi si snoda davanti a me, e io lo raggiungo correndo.
Come sempre.

Chiara Santi

(Photo credits Tamara Menzi)

10 COMMENTI

  1. Le tue parole mi hanno emozionato. Ho scoperto la libertà della corsa, che diventa libertà della mente. Sono ferma per problemi di sciatica, sto giocando a tennis ma ho difficoltà a correre, ma domenica mattina dopo mesi sono tornata a fare 5km. Mi è sembrato di respirare di nuovo, comprendo esattamente la portata dei tuoi pensieri. Il sole, la brezza sulla pelle, il rumore della gara, adrenalina pura, VITA!
    Ti auguro ogni felicità, anch’io grazie alle scarpette ho raggiunto traguardi di vita che mi sembravano lontani anni luce, ho chiuso delle porte, ma si sono spalancati portoni!
    La corsa è la metafora della vita, godiamocela appieno, ne abbiamo una e vale la pena renderla speciale ogni giorno!

  2. Bellissimo post, sono d’accordo con te: la corsa da tantissimo!! Anch’io l’ho scoperta tardi e mi sono chiesta come avrei superato gli ostacoli se avessi iniziato prima. Di certo so quanto mi ha aiutato nei momenti bui che ho attraversato da quando ho incominciato e spero di riuscire a correre il più a lungo possibile…. intanto ti auguro tanta felicità e tante corse!!!

  3. Mi sono commossa… grazie per aver condiviso questo spaaccato di vita così intimo. Grazie perchè lo so, lo sai: il meglio deve ancora accadere!

  4. Io ho cominciato soltanto da 3 settimane …..e il mio matrimonio risale a più di 16 anni fa :)
    Sono d’accordo con te sul “avessi cominciato prima…”
    Il tuo post è altro stimolo per continuare a scoprire giornate nuove.
    Grazie e…..auguri :)

  5. Grazie Chiara per aver condiviso con noi alcuni aspetti così intimi della tua vita.
    Certe esperienze raccontate servono a dare forza anche a chi le legge.

  6. Grandissima!! Anch’io sono andata a correre la mattina prima di sposarmi…con la mia testimone di nozze ad aspettarmi a casa mia per poter fare colazione!!😂

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.