Nascere un’altra volta

Nella vita si può nascere una sola volta o molte di più. Basta deciderlo.

Articoli correlati

Quando l’obiettivo di correre forte incontra i 30 anni

La passione e il rapporto "d'amore" con la corsa ti fanno andare oltre i tuoi limiti. Ecco cosa significa essere velocisti a trent'anni.

I motivi per assumere un runner

Un bel contributo di Giulia Panna che, oltre a essere una runner, si occupa di risorse umane. È una bella riflessione - scritta in linguaggio "tecnico" - sulle caratteristiche che hanno molti runner e che sono utili nel lavoro e nella vita.

Il ritiro in gara. Guida – semiseria – per accettazione e superamento

Può succedere di ritirarsi durante una gara e non è un gran problema. Capita a tutti, anche a Sara che però, in questo caso, ci scrive la sua guadi per superare l'evento.

Come un giorno ho cominciato a respirare, correndo

L'asma può impedirti di correre? Per lei non è stato così.
RunLovers
Ognuno corre come vuole, semplicemente, naturalmente. Semplicemente, naturalmente, Runlovers parla di cosa si parla quando si parla di corsa.

Tempo di lettura: 2 minutiMi chiamo Lina e sono nata due anni fa.
Intendiamoci, una cosa è ciò che è scritto all’anagrafe ed un’altra è quella che porti in testa.
Non so se il motivo per cui ho iniziato a correre possa essere interessante o di stimolo per qualcun altro, ma so che è mio, ed è forte. È talmente forte da non farmi sentire tutti i kili che mi portavo addosso.

Sono sempre stata una ragazza in sovrappeso, felice del proprio corpo solo a giorni alterni, ma che da poco ha iniziato ad amarsi.
La scelta di iniziare a correre non è stata per un fattore fisico, ne psicologico. Non sarebbe bastato, dato che la mia (ormai ex ?) pigrizia avrebbe vinto.
No, la mia era una sfida qualcosa di più grande, di più profondo, legato ai miei valori ed ad un’etica crescente che non poteva più essere contenuta solo in testa, ma doveva trapelare dal mio corpo.

Due anni fa, infatti, decisi di smettere di mangiar carne e derivati. Diventai vegana, in altre parole. A parte la novità della mia scelta, che comunque mi fece sentir bene sin da subito, iniziai ad osservare gli sguardi della gente quando parlavo di questa cosa. Erano titubanti, non credevano che il mio star bene fosse reale, ma solo un pretesto per spacciare la mia etica come migliore a quella altrui. Cosa si ci poteva aspettare da una ragazza di 80kg?

Così per gioco dissi a me stessa di iniziare a camminare per un’oretta al giorno, e mi piacque al punto tale che iniziai ad accennare qualche passo di corsetta. Ovviamente non ce la facevo a reggere il passo, e dopo un po’ riprendevo la camminata.
Le mie uscite sportive però diventavano sempre più frequenti, ed avevo anche la possibilità di osservare quelli che intorno a me facevano tutto il percorso correndo.

Un giorno, sovrappensiero, iniziai a correre, e quando mi fermai alla fine del percorso mi resi conto che avevo fatto quei 2km completamente di corsa! Con la stessa tecnica provai anche a fare il ritorno, e ci riuscii senza alcun problema. Fiera di me, inserii sul mio lettore qualche canzone di quelle che danno il ritmo, perché dovevo essere pronta per la prossima volta! Non potevo di certo fermarmi lì!

Iniziavo a sfidarmi, e sfidavo a mia volta il mio percorso, anche solo con lo sguardo! Mi sentivo forte, potente, capace, padrona del mio corpo!

Stavo ottenendo ciò che speravo, quindi principalmente la fiducia di potercela fare.

Bene, il resto del mio cammino introspettivo e fisico è quasi scontato, ma per me non lo è stato, non lo è.
Dove mi porterà non lo so di certo, ma non è forse uno degli obiettivi degli sportivi godersi il percorso senza pensare alla meta? ?

Lina Amendola

(Photo credits Will van Wingerden)

- Advertisement -
- Advertisement -

Altri articoli

1 COMMENT

  1. Bravissima. E se non mangi carne e pesce Andrea ancora più forte e ti sentirai meglio
    Alessandro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

News più recenti

Le scarpe per migliorare il proprio Personal Best

Ci sono delle scarpe nate per farci andare più veloci e battere il nostro personal best. Ecco la nostra selezione in vista della Deejay Ten!

Gli atleti pro si “allenano” anche in volo

Se vuoi raggiungere il massimo non devi lasciare niente al caso. Tipo prepararti sempre, anche in volo

L’intelligenza di chi corre

Per uscire dalla zona comfort puoi spaccarti di allenamenti oppure essere curioso e leggere libri o ascoltare musica o vedere film. O fare tutto questo, assieme

Brooks Hyperion Elite 2: versione definitiva

Quando, all’inizio di febbraio, Brooks ha presentato la famiglia Hyperion (ne trovi la descrizione qui), già si sentiva nell’aria il fatto che avrebbero presentato...

Riparte Fuorisoglia, riparti tu!

Riprende il nostro podcast “Fuorisoglia”: tante le novità che ti sveleremo nelle prossime settimane e sempre lo stesso divertimento!

Iniziare a correre da zero

Iniziamo un progetto in 6 "puntate" che ci accompagnerà alla My Deejay Ten di ottobre. E iniziamo dall'inizio: come iniziare a correre. Iniziamo? ;)

Riprendi a correre velocemente

Ricominciare a correre dopo le vacanze, il lockdown o un periodo di fermo è facile: basta seguire queste semplici regole
- Advertisement -

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Gli effetti dello sport sul tuo cervello

Perché fare sport fa bene al tuo cervello? Perché lo stimola e lo fa "crescere". Ecco come.