L’evoluzione del look del runner

Le fasi evolutive del look del runner

Tempo di lettura: 2 minuti

Questa riflessione di Christian De Lorenzo ci trova molto d’accordo e ci fa sorridere. E tu ti ci riconosci? 


Fase 1

Abbigliamento per correre: improbabili accostamenti cromatici e pantaloncini e t-shirt di cotone qualsiasi. Anche sulle scarpe non fai la giusta attenzione e prendi quelle da ginnastica che hai in casa.

Abbigliamento lavorativo: quello di sempre.

Fase 2

Abbigliamento per correre: primi accostamenti cromatici e pantaloncini e t-shirt di cotone ma cominciando a scegliere quelli che ti fanno stare comodi e ti evitano i fastidi di cuciture o simili durante la corsa. Inizi a meditare l’acquisto di un paio di scarpe adatte alla corsa.

Abbigliamento nella vita di tutti i giorni: quello di sempre.

Fase 3

Abbigliamento per correre: primi acquisti di materiale tecnico, ma solo di quello “primo prezzo” perché “mica sono un professionista…corro solo ogni tanto”. Gli accostamenti cromatici tornano ad essere improbabili. Acquisti quasi inconsapevolmente un paio di scarpe da corsa…ma senza spenderci troppo e senza leggere la scheda tecnica.

Abbigliamento nella vita di tutti i giorni: quello di sempre.

Fase 4

Abbigliamento per correre: il materiale tecnico ormai la fa da padrona, anche perché amici e parenti iniziano a regalare tutto quello che serve per andare a correre (ormai sanno che ti sei perso nel tunnel dei runner)… puoi scegliere anche accostamenti cromatici degni tra i varia articoli in tuo possesso. Sei contento delle tue scarpe da corsa che hai acquistato nella fase precedente.

Abbigliamento nella vita di tutti i giorni: inizi a osare almeno un accessorio tecnico anche per andare in ufficio (magari l’intimo che tanto non si vede).

Fase 5

Abbigliamento per correre: ormai il tuo guardaroba è ben nutrito di materiale tecnico, dall’intimo all’abbigliamento estivo e invernale e inizi ad aver bisogno di uno scomparto dell’armadio dedicato alla corsa. Cominci a pensare di dover comprare un paio di scarpe veramente tecniche come quelle che vedi ai podisti più forti e inizi a cercare notizie su forum e siti dedicati.

Abbigliamento nella vita di tutti i giorni: inizi ad utilizzare un abbigliamento più sportivo.

Fase 6

Abbigliamento per correre: acquisti anche gli ultimi accessori che prima ritenevi inutili, dai guanti tecnici, alla fascia per i capelli, allo scaldacollo e dedichi una parte del tuo armadio a tutto il materiale tecnico. Ogni volta che capiti in un negozio di sport dedichi più della metà del tempo nel reparto scarpe per studiare i vari modelli che ti attirano e ne provi qualcuno..ma senza comprarlo. Conosci quasi a memoria le caratteristiche dei vari modelli e marche.

Abbigliamento nella vita di tutti i giorni: inizi ad indossare saltuariamente anche le scarpe da corsa per uscire.

Fase 7

Abbigliamento per correre: ormai non hai più nulla da comprare, anche perché tanto materiale lo ricevi nelle varie gare che fai e ti comincia a dare fastidio che amici e parenti continuano a regalarti materiale tecnico che non sai più dove mettere…arrivano anche i primi doppioni. Compri finalmente le scarpe che sognavi da tempo e non vedi l’ora di andare a correre per sfoggiarle con orgoglio. Ormai sei un runner vero.

Abbigliamento nella vita di tutti i giorni: le vecchie scarpe da corsa, sostituite da quelle nuove appena comprate, diventano le scarpe di tutti i giorni (se non per le occasioni più formali). Quando puoi prediligi la tuta o le abbini a jeans ed abbigliamento sicuramente più informale di prima che iniziavi a correre.

Fase 8

non esiste distinzione tra quando vai a correre e la tua vita di tutti i giorni.

Christian De Lorenzo

(Photo credits wencor teo)

Altri articoli come questo

13 COMMENTS

  1. Penso di aver saltato la fase 1 e aver iniziato da una fase 2 tendente alla 3.
    Ora sono in piena fase7 in cui lo spazio per l’abbigliamento tecnico inizia a conquistare lo spazio per l’abbigliamento di tutti i giorni… le vecchie scarpe da corsa sono le attuali scarpe di tutti i giorni e le vecchie scarpe di tutti i giorni ex da corsa sono ormai le scarpe per i lavori in casa/giardino … E’ un fantastico tunnel.

  2. Bella Christian!!!
    Io sono a metà fra la fase 3 e la 4: ne ho ancora di strada da fare, ma come si dice: chi ben comincia…
    Ciao!!!

  3. Poi c’è la fase 10: sei talmente tecnico da aver scritto decine di mail alle varie case per lamentarti di chissà quale difetto che hai trovato solo te (Gore Tex, Lycra, ecc.), che si stanno mettendo d’accordo per assoldare un killer professionista che ti faccia fuori.
    Ormai passi più tempo sui forum e sui siti di corsa a leggere recensioni di scarpe che a correre. Inutile dire che sei sempre in disaccordo con tutte queste rensioni e bolli tutti gli autori come “dilettanti…”. La corsa per te è diventato un di più, sei un asceta dello sport e inizi a pensare di essere l’eletto.

  4. Io sono in piena fase 5: impressionante però come abbia attraversato le precedenti fasi esattamente come descritte!!!

  5. Io invece sono un ibrido: fase 6 nell’abbigliamento per correre e fase 3 in quello di tutti in giorni. Forse l’altro hobby (tango argentino) dove tacchi e vestito piu’ elegante di quello di tutti i giorni sono praticamente obbligatori aiuta a compensare! ;)

  6. Io faccio eccezione (come al solito) più vado a correre e più mi, piace vestirmi elegante…anche perché ora gli abiti mi stanno a pennello e con le camicie slim-fit sono un bijoux (si, lo so che il fagiuolo si vanta da solo) :-)

  7. Questa me l’ero persa…sono decisamente in fase 7 e 8! Mi regalano capi da corsa, partecipo alle gare e ho il cassetto dedicato al running che sta straripando di roba! Urge nuovo cassetto, più spazioso. Santa Ikea aiutami tu.

  8. Le scarpe le ho comprate da subito professionali, avendo sperimentato in passato cosa succede a correre con le scarpe sbagliate. L’altro capo che necessito di ottima qualità è il reggiseno, per … ovvi motivi. Per il resto è un mix di tutti i punti, dagli abbinamenti a caso, a qualche capo tecnico, alle cose regalate dagli amici. In ufficio non andrei mai con l’abbigliamento tecnico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.