La Torta al cioccolato più leggera e buona che ci sia? Eccola.

Prima di giudicarla fai solo una cosa: provala.

Tempo di lettura: 3 minuti

Mi dedico alla preparazione di dolci vegani (e raw) da almeno tre anni. Non sono tutti buoni. Alcuni sono così pastosi che ti si cementano in bocca. Altri sanno troppo di olio di cocco. Altri sembrano cartone pressato con la segatura e colla stick e molti sono duri e perfetti per essere adoperati come fermaporta. Ce ne sono alcuni però buonissimi, semplici, leggeri e delicati. I dolci vegani non sono “dietetici” nel senso “me ne mangio nove chili e dimagrisco”. Il concetto comune di base è sbagliato. Vegano non significa ipocalorico. Vegano significa Vegano: preparazione senza derivati animali. Di sicuro però -in linea generale- sono più leggeri dei dolci tradizionali e facilmente digeribili. Giudicarli senza averli provati è infantile e sciocco, mi sia concesso.

Negli anni ho preparato centinaia (e non esagero) di torte al cioccolato e ho la mia personalissima top ten, che pubblicherò pian pianino qui su RunLovers spero con il tuo benestare. Quella che ti propongo oggi è una Torta Brownies con i fagioli -e ti stupirò dicendoti che viene buonissima anche con i ceci- deliziosa che ti lascerà sbalordito. Mi piace sempre servirla ad amici e parenti e solo dopo “ma è buonissima!” dire “è vegana!”. Fanno di quelle facce, che dovrei farci un book fotografico. Arrivati a “e ci sono dentro i fagioli” non ti dico.

Sullo stesso argomento:
Fa male mangiare uova?

Prima di giudicarla ti prego provala. Poi ti dirò anche quella con l’acqua, che ne dici? ;-)

t2

La Ricetta

  • 300 grammi di fagioli in scatola non salati (ho adoperato quelli bianchi)
  • 220 grammi di cioccolato fondente almeno al settanta per cento
  • 60 ml di olio di semi o girasole
  • 80 grammi di mandorle tritate
  • 130 grammi di farina integrale (quella di avena è perfetta se vuoi)
  • 1 cucchiaio di lievito per dolci
  • il succo di un limone
  • 130 grammi di sciroppo d’acero (ma anche di riso o quello che preferisci. Il dattero è troppo aggressivo come sapore in questo caso)
  • 1 pizzico di sale
  • cannella o vaniglia (come preferisci)
  • Profuma con scorza di arancia grattugiata non trattata

I fagioli puoi anche cuocerli. Come preferisci. Nel caso adoperane circa la metà (quindi 150 grammi secchi) e procedi con ammollo e cottura come da manuale. Privali il più possibile dell’acqua lasciandoli scolare per bene.

Scola i fagioli per bene. Fondi il cioccolato a bagnomaria o nel microonde come preferisci. Riduci le mandorle in farina con l’aiuta di un frullatore. In una ciotola metti il cioccolato sciolto e i fagioli con l’olio e lo sciroppo, il succo del limone e la scorza di arancia . Lavora con il robot e ottieni un composto omogeneo. Mescola le farine in un’altra ciotola e aggiungi la farina di mandorle, il lievito con il pizzico di sale e l’aroma che hai scelto (vaniglia o cannella). Aggiungi poi il composto di fagioli alle farine e lavora per bene con una spatola fino a ottenere una consistenza liscia. Con i colpetti classici dal basso verso l’alto. La consistenza è liscia ma anche molto densa e compatta. Distribuisci su una teglia oliata e con carta da forno se vuoi e cuoci a 180 già caldo per 20-22 minuti massimo. Lascia raffreddare e solo per allora taglia a quadrotti.

Sullo stesso argomento:
Anche gli atleti ingrassano (ma strategicamente)

Ti dico un segreto? Se infili tutti gli ingredienti insieme viene buona lo stesso ;-)

CONDIVIDI
Si dice che, all'inizio, Lewis Carroll avesse scelto lei e che il romanzo si intitolasse Maghetta nel Paese delle Meraviglie ma lei, volendo rimanere nell'ombra per continuare i suoi progetti di conquista del mondo, rifiutò la parte di protagonista per lasciarla a quella sciacquetta di Alice. Dalle pendici dell'Etna, Maghetta cucina, fotografa, disegna e continua a progettare la conquista del mondo; infatti le sue giornate durano circa 144 ore (12 al quadrato). Per reggere questi ritmi infernali corre tutti i giorni almeno per un'ora, poteva essere altrimenti? Ha pubblicato per Mondadori "Le ricette di Maghetta Streghetta", best seller in cima alle classifiche nelle categorie: gnomi da giardino, unicorni e cani retriever. Ti consigliamo di comprarlo - seriamente: è in cima alla classifica "cucina per le feste" - e di leggerla; il ricavato andrà all'AIRC quindi avrai un bel libro e contribuirai alla ricerca!

6 COMMENTI

  1. Sembra squisita! Secondo te posso usare la farina di riso o è troppo “debole” e non tiene? Sto facendo una dieta senza glutine…

    • Ciao Elisa!
      Perdonami se ti rispondo con questo vergognoso ritardo ma ho letto soloa desso :-(
      Come hai detto tu credo che tu possa avere qualche problemuccio per via della “debolezza” ma è pur vero che aumentando un pochino la dose dei fagioli e magari adoperando cioccolato più fondente possibile si possa fare eccome.
      Mi hai incuriosito tantissimo. Sai che ci provo?
      (magari con un mix di farina senza glutine? che ne dici? Grano saraceno sai che potrebbe essere perfetto?) *_* PROVOOOOO

  2. Io ne ho fatta una simile, ma al posto dei fagioli ha messo la polpa di una rapa rossa precotta. Credimi, nessuno dei miei “assaggiatori” si è accorto della variazione sul tema e mi hanno detto che era buonissima. E ottima per i runner, giusto?

  3. Ciao, volendo sostituire lo sciroppo d’acero con lo zucchero di fiori di cocco per via dell’IG più basso, tu quanti grammi ne metteresti?

    • Ciao Michela,
      ahimè non ho mai fatto ma prova con qualche cucchiaio senza esagerare perché è già molto dolce suo. Non metterei più di tre cucchiai ma ripeti è davvero una prova perché proprio non saprei.
      Spero tanto ti piaccia.
      Se la fai mi fai sapere?

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.