La playlist dell’early morning runner

Quando corri molto presto al mattino saluti la nascita del giorno. Ti risvegli letteralmente con il sole: lui ti scalda e riattiva a poco a poco anche il tuo corpo. Ma appena alzato (o meglio: buttato giù dal letto dalla malefica sveglia) non puoi partire a 300 all’ora. Devi farlo poco alla volta: ti lavi la faccia, bevi un bicchiere d’acqua, metti su il caffè. Poi lo bevi guardando fuori dalla finestra e sgranocchiando un biscotto. La playlist di Nicola Coraini puoi iniziare ad ascoltarla quando sei ancora a casa e ti stai preparando: prima Saturn degli Sleeping At Last, che è proprio come il sorgere del sole. E mentre compi il tuo rito di vestizione, allacci le scarpe e ti riappropri sempre più dei tuoi muscoli ascoltando All I Want dei Kodaline sei sempre più presente. Fino ad uscire di casa sulle note di Freedom di Pharrell Williams, che ci sta tutta. 

Questa playlist è molto varia, sia in ritmo che nella scelta dei brani: ce ne sono di diversi periodi e generi. Non è una playlist che ti dà un ritmo costante, ma ti aiuta piuttosto a trovarne uno più naturale: è in accordo con il ritmo del tuo cuore, che parte piano e poi si scalda ed esplode sulle note di Little Black Submarines dei The Black Keys. Per poi trovare il riposo, tornato a casa e sotto la doccia con Breathe di Midge Ure. 

Ora sei pronto per iniziare davvero la giornata.

Ecco la playlist già pronta. Ne troverai moltissime altre nel nostro profilo Spotify, basta seguirci. ;)

Per vincere il braccialetto RunLovers con la scritta “you’re a runlover” basta andare qui e seguire le indicazioni. Ricordati: riceverai il braccialetto quando pubblicheremo la tua playlist o il tuo racconto!

Buon ascolto!

(Photo credits ©istockphoto.com/sanjeri)

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.