Il Riso è amico di tutti

Tempo di lettura: 2 minuti

Sono una fan scatenata del riso e già qualcosa era stata detta in occasione del sushi (sì, il Sushi fa bene al Runner). Rinuncerei a qualsiasi cosa ma non al riso. Il primo beneficio, indubbiamente, che si annovera tra le infinite proprietà è quello di saziare e aiutare gli stomaci in difficoltà perché non tutti possono godere della fortuna di avere un ottimo transito. I problemi legati a questi disturbi sono tanti ma in principal modo a un’alimentazione sicuramente scorretta, sbilanciata e abbinamenti di cibi casuali e non studiati. Per un po’ di tempo si può anche fare ma ostinarsi a non combinarli per bene col tempo può essere davvero rischioso. Il riso è sempre la soluzione. Che tu stia male o che tu stia bene non può  che migliorare o ancor di più la tua situazione. In Oriente è alla base dell’alimentazione e se prima dell’avvento del Junk food occidentali la stragrande maggioranza oltrepassava i cento anni e i tumori erano davvero poco diffusi qualche domanda comincerei a pormela. Io l’ho fatto quasi una decina di anni fa, ormai.

Da ricordare sempre

Il riso può sostituire il frumento e non contiene glutine, questo permette alle persone che hanno difficoltà nell’assimilazione di questo o ancor peggio intolleranza gravi.

Il riso è un alimento strepitoso perché oltre a saziare molto si riesce a digerire facilmente e ha un indice glicemico inferiore alla pasta (l’indice glicemico dipende tanto anche dalla qualità del riso e non tutti hanno lo stesso valore. Può variare davvero molto). Non affatica lo stomaco e dà i giusti nutrienti senza causare sonnolenza o senso di pesantezza, ergo è perfetto per chi poi nelle ore successive vuole allenarsi e correre.

Sullo stesso argomento:
Cosa sia la granola lo sappiamo tutti (vero?)

Il riso è versatile e perfetto per preparare qualsivoglia piatto. Dall’antipasto al dolce diventa un fido alleato anche per chi segue -sotto controllo medico- una dieta ipocalorica. La mattina si può mangiare simil porridge (al posto dell’avena) con un cucchiaio di miele, frutta fresca o secca, oppure in modo goloso con il cacao amaro.

Dalla pasta all’olio e al riso (un po’ come la soia, per intenderci) il riso conta qualcosa come più di 40 varietà ed è incredibile leggerne le caratteristiche e i benefici perché pur avendo dei denominatori comuni ne hanno ancora e ancora in un interessante moltiplicarsi senza fine.

img_5630

Il riso soffiato, giusto per fare un esempio, è perfetto per la preparazione delle barrette in casa, fondamentale per noi runner, ma anche per arricchire i cereali classici. Perfetto da portare in ufficio perché si conserva benissimo sia in versione calda che fredda, riesce  a diventare strepitosamente buono in preparazione di dolci facili sani e veloci (ne seguiranno davvero tanti nella Rubrica del Giovedì di Runlovers).

Non può mancare nel carrello di ogni Runner che si rispetti. Preferite sempre -ovviamente- quello integrale e soprattutto il basmati, che ha un indice glicemico davvero molto basso.

CONDIVIDI
Si dice che, all'inizio, Lewis Carroll avesse scelto lei e che il romanzo si intitolasse Maghetta nel Paese delle Meraviglie ma lei, volendo rimanere nell'ombra per continuare i suoi progetti di conquista del mondo, rifiutò la parte di protagonista per lasciarla a quella sciacquetta di Alice. Dalle pendici dell'Etna, Maghetta cucina, fotografa, disegna e continua a progettare la conquista del mondo; infatti le sue giornate durano circa 144 ore (12 al quadrato). Per reggere questi ritmi infernali corre tutti i giorni almeno per un'ora, poteva essere altrimenti? Ha pubblicato per Mondadori "Le ricette di Maghetta Streghetta", best seller in cima alle classifiche nelle categorie: gnomi da giardino, unicorni e cani retriever. Ti consigliamo di comprarlo - seriamente: è in cima alla classifica "cucina per le feste" - e di leggerla; il ricavato andrà all'AIRC quindi avrai un bel libro e contribuirai alla ricerca!

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.