GoRunLA, Week 4!

Articoli correlati

Due ciambelle e un caffè freddo, thanks

È più o meno la metà di un pomeriggio di inizio Aprile, sono a Londra e sto correndo lungo il Tamigi, su un percorso...

Nelle terre di Babbo Natale

Non è ancora suonata la mia solita sveglia e io sono già in piedi, pronto per uscire a correre per un paio d’ore, su...

I mosaici di Ravenna

Ravenna è una città della riviera Romagnola famosa in tutto il mondo per i suoi mosaici. Da ventuno anni ci si corre una Maratona discretamente...

Le ciambelle di Lisbona

Tornato da Los Angeles, a marzo 2017, annotai sul mio "elenco di gare che vorrei fare" la Maratona di Lisbona e quella di Venezia,...
Pietro Paschino
Pietro corre, sempre. Anche due volte al giorno. Si narra che, a causa di tutte le scarpe che ha consumato, i negozi specializzati gli stendano un tappeto rosso per favorire il suo ingresso tra squilli di trombe e urla di tripudio. Pietro è una persona meravigliosamente incoerente: prende la corsa con serietà ma ci scherza su; ama la Sardegna e gli manca la Norvegia. Pietro racconta in modo stupendo la corsa vissuta da uno che la pratica con amore viscerale, e questa è la cosa più importante.

Tempo di lettura: 2 minutiSiamo arrivati alla fine della quarta settimana di preparazione per la Skechers Performance Los Angeles Marathon del 19 Marzo 2017 che correrò con Skechers e RunLovers. Queste prime quattro settimane mi sarebbero dovute servire per definire bene il mio stato di forma e capire se posso aspirare o meno a stare sotto le fatidiche 3h15’ che inseguo dalla Maratona di Oslo. La scorsa domenica ho corso l’ultima gara del 2016, una corsa sulla distanza della mezza maratona, e sono arrivato nel tempo previsto, restando all’interno dell’ora e trenta che era il limite (più che altro psicologico) che mi ero imposto. Posso quindi sbilanciarmi e dire che, per il momento, l’obiettivo è confermato.
Dalla prossima settimana quindi inizierò a lavorare duramente per raggiungere lo stato di forma migliore possibile. Mi sono reso conto, in queste settimane, che il lavoro svolto nei giorni in cui Charlene prevede la libertà dagli allenamenti di corsa “pura” sta dando i suoi frutti, soprattutto per quel che riguarda la postura durante la corsa. Sento meno stanche le gambe al termine degli allenamenti e mentre corro percepisco chiaramente che sto appoggiando il piede nel modo corretto. Ho quindi di che essere soddisfatto, per ora.

La prossima settimana sarà dura soprattutto perché arriva dopo i pranzi natalizi, ma noi RunLovers sappiamo affrontare alla grande panettone e pandoro e non ci lasciamo scoraggiare dal Natale, no?

Week 5
Martedì 10′ riscaldamento + 45′ corsa lenta + defaticamento e stretching
Giovedì 10′ minuti riscaldamento + 6 x [Ripetute a ritmo sostenuto sui 2000 metri + Recupero 3’30”] + defaticamento e stretching
Sabato 10′ riscaldamento + 45′ corsa lenta + 5 allunghi da 100 metri con recupero di 30” + defaticamento e stretching
Domenica 15′ riscaldamento + 1h20′ corsa a passo 10” più svelto del passo gara + defaticamento e stretching

 

Buon Natale a tutti voi e alle persone che amate! #GoRunLA !!!

Altri articoli

2 COMMENTS

  1. Ciao Pietro, non so se qualcuno lo ha già usato…
    Run Pietro, run!!! ??????
    E abbiamo pronto anche lo slogan per queste settimane di duro avvicinamento alla meta…
    When the going gets tough, the tough gets going! ??????
    Avanti fortza paris sempre!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Lo strano caso delle scarpe LIDL

LIDL ha messo in vendita delle sneaker per cui tutti sono impazziti, fino a pagarle cifre assurde

Il latte di mandorla siciliano

Sorseggiato con del ghiaccio sotto il patio e un libro in mano guardando le onde. Ecco la vera Estate siciliana

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione

Il caldo può farti correre meglio

Correre con il caldo non è solo un ottimo allenamento mentale ma anche fisico: ecco perché, secondo la scienza

Brooks Glycerin 18, missione morbidezza e protezione

Più morbide, più leggere, sempre reattive e versatili: ecco la 18a versione delle Brooks Glycerin

Wilson Kipsang squalificato per 4 anni

Dopo le indagini, la sentenza: quattro anni di squalifica per Wilson Kipsang

Basta pancia! Ecco come farla diminuire in poche mosse

Come diminuire la pancia? Con la triade: alimentazione, allenamento e recupero/riposo. E qualche accorgimento.

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

La bici nell’Ironman

Per molti versi, la prestazione in un ironman si decide nella frazione in bici. Ecco come affrontarla, pianificarla e gestirla al meglio.

Correre con il caldo

Se non vuoi rinunciare a correre anche d'estate e col caldo, almeno fallo seguendo i consigli di RunLovers.