E cosa fai quando non hai i bambini?

Dario racconta un'esperienza comune a molte persone: una separazione. Cosa fare dopo?

Articoli correlati

Quando l’obiettivo di correre forte incontra i 30 anni

La passione e il rapporto "d'amore" con la corsa ti fanno andare oltre i tuoi limiti. Ecco cosa significa essere velocisti a trent'anni.

I motivi per assumere un runner

Un bel contributo di Giulia Panna che, oltre a essere una runner, si occupa di risorse umane. È una bella riflessione - scritta in linguaggio "tecnico" - sulle caratteristiche che hanno molti runner e che sono utili nel lavoro e nella vita.

Il ritiro in gara. Guida – semiseria – per accettazione e superamento

Può succedere di ritirarsi durante una gara e non è un gran problema. Capita a tutti, anche a Sara che però, in questo caso, ci scrive la sua guadi per superare l'evento.

Come un giorno ho cominciato a respirare, correndo

L'asma può impedirti di correre? Per lei non è stato così.
RunLovers
Ognuno corre come vuole, semplicemente, naturalmente. Semplicemente, naturalmente, Runlovers parla di cosa si parla quando si parla di corsa.

Tempo di lettura: 2 minutiDario racconta un’esperienza comune a molte persone: una separazione. Cosa fare dopo? Come occupare il tempo che spendeva prima con i figli? Come non trovarsi in imbarazzo quando qualcuno gli chiede “Ma quando non sei con loro, cosa fai?”? Ecco cosa fa. 

Questa domanda all’inizio mi torturava, di solito rispondevo restando sul vago perché è difficile ammettere che una separazione può devastarti e farti passare la voglia di uscire, ma in realtà sapevo quello che facevo: nulla… restavo ad ascoltare il silenzio della mia casa vuota, quella casa che da quando erano nati i bambini silenziosa non lo era mai stata.
E poi, complice qualche chilo di troppo, ecco che in quella casa si infila una nuova compagna, che richiede grande impegno e sofferenza, ma che sa dare grandi soddisfazioni. E così mi ritrovo a recuperare qualche pantaloncino e qualche maglietta di quando giocavo a calcio, monto le mie fidate cuffiette e inizio a correre… Così, senza un obiettivo preciso, corro e lascio che quel tempo senza la mia famiglia venga riempito dalla fatica, dal sudore, ma anche dai vari “evvai, ho fatto 1 km in più questa volta” e “stasera rifaccio un giro in quel parco con quel laghetto meraviglioso”.

È proprio una nuova compagna lei, pretende che tu abbia voglia di uscire quando torni stanco morto dal lavoro, magari anche con la pioggia, non le importa dei dolori alle gambe, delle vesciche ai piedi e delle unghie nere. “Usciamo!”, questa è la parola d’ordine.
È vero, pretende molto “lei”, ma sei tu che la lasci fare, già, perché a ogni nuova fatica corrisponde una nuova soddisfazione, un’euforia che avevi dimenticato. A volte sa farti sentire quasi un supereroe: mi capita soprattutto quando esco con la pioggia, vedo lo sguardo delle persone che incrocio e colgo in loro un misto di compatimento e di ammirazione, ma quando rientro a casa camminando, bagnato fradicio e incurante dell’acqua che continua a cadere io so di essere un eroe, il suo eroe.

E così continui, aumenti le distanze, migliori i tempi e perdi peso, ma soprattutto riacquisti fiducia in te stesso e ti senti meglio.
Le tue non sono più giornate e serate vuote, sono uscite inventate all’ultimo minuto, lunghi domenicali programmati con precisione, incontri e incroci con altre persone con la tua stessa passione.

Sono ancora single, ma so che questa compagna non mi abbandonerà e che il futuro con lei è completamente nelle mie mani, anzi nelle mie gambe.
È un rapporto perfetto questo: lei mi stimola ad impegnarmi, io do tutto quello che ho per lei e lei mi ripaga con quel sorriso che tutti possono cogliere sul mio viso dopo ogni uscita. E questo, credetemi, è molto di più di quanto facciano molte delle persone “reali” che mi circondano.

Dimenticavo: se qualcuno oggi mi chiede “e cosa fai quando non hai i bimbi?” rispondo orgoglioso: “ma che domande… io corro!”

Dario Viale

(Photo credits Daria Nepriakhina)

Altri articoli

7 COMMENTS

  1. l’ho appena letto, ed è scioccante quanto rispecchi il mio racconto inviato 2 ore fa, scritto di getto oggi in pausa pranzo! in molti viviamo questa realtà … il vuoto lasciato da qualcuno… la gioia ritrovata con la corsa!
    ti auguro il meglio Dario! <3

    • Letto ora. Davvero Alessandra, esperienze simili. Facciamo passare un po’ di tempo e proponiamo anche il tuo allora :) Ciao e grazie di avercelo spedito!

  2. complimenti Dario, io come te nella corsa ho scoperto UN GRANDE CONTRIBUTO per ritrovare il mio equilibrio, che dopo una situazione di separazione della famiglia era tutto sballato !!
    a 46 anni mi son ri-messo a correre, sacrifici, dolori, calli, starnuti, ma il giorno che so di dover andare non sto nella pelle!
    grazie per la tua esperienza, grazie ancora.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Correre fa bene alla memoria, migliora come pensi, ti rende felice

Nuove ricerche confermano che correre non solo fa bene al cervello ma aumenta le capacità mnemoniche e quelle motorie

L’allenamento per principianti per fortificare i muscoli

Specie quando hai iniziato da poco a correre ti concentri solo su quello: correre. Invece è meglio fare anche altri esercizi per fortificare il resto del corpo

Conosci la food obsession 2020?

Sì è lui: il dalgona coffee. La food obsession 2020 che ha fatto il giro del mondo. Tutto comincia in Corea ma a ben guardare affonda radici che riguardano anche i nostri ricordi.

Come idratarsi quando ci si allena

L'idratazione, soprattutto nei periodi più caldi dell'anno, è estremamente importante. Ecco alcuni consigli su come idratarsi prima e durante l'allenamento

Allbirds Tree Dashers, le scarpe da running (quasi) a impatto zero

Se la tutela dell'ambiente ti sta a cuore, le Allbrids Tree Dashers potrebbero essere la scarpa che cercavi

ASICS Novablast, e chi se l’aspettava

Presentate come scarpe multipurpose - come direbbero alcuni - le Novablast riescono invece a essere molto più versatili di quanto ci si possa immaginare.

adizero adios Pro: la risposta adidas a chi vuole battere i record

Presentata la adidas adizero adios Pro. Con la nuova tecnologia EnergyRods, è una scarpa pensata, progettata e dedicata a chi vuole battere i record.

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Perché si ingrassa ogni anno che passa?

Dicono che ogni anno che invecchi ingrassi. Quanto c'è di vero? È un fenomeno irreversibile o si può contrastarlo?

La forza di volontà

La forza di volontà è la principale alleata della motivazione. Ma va messa nelle condizioni migliori per esprimersi appieno.

3 suggerimenti per allenarsi con il caldo

Il caldo arriva - d'altra parte non ci sono più le mezze stagioni, no?! - e per allenarci dobbiamo correre ai ripari. Ecco 3 consigli molto utili sia per gli allenamenti che per le gare.