Col cavolo (che) dimagrisco!

Hai mai provato a mangiarlo almeno tre volte a settimana?

Tempo di lettura: 2 minuti

cavolo small

Frullalo, centrifugalo, mettilo nella vaporiera e nell’essiccatore. Fai le chips, tortine e cuocilo pure al gratin. Arrostito o nelle zuppe, nelle insalate o nei panini. Fai vellutate e abbinalo al tofu ma anche alle zucchine e il salmone. Frullalo con l’avena e le fragole e mettilo nella frittata da cuocere nel forno (sì lo so che si chiama frittata perché è fritta ma l’hai mai fatta al forno?). Nella pasta con lo spinacino fresco e nei noodles. Nella zuppa di miso o nel riso. In cocotte o con la salsa di soia. Con la frutta e con la quinoa ma anche con il grano saraceno e pure nel latte vegetale con i frutti di bosco.

Potrei continuare per ore ed ore. Il cavolo è uno degli alimenti più versatili, gustosi e generosi che la natura ci offre. Troppo spesso bistrattato, escluso e messo da parte solo perché non odora di Narciso Rodiguez o di Mademoiselle Miss Dior. Eppure ha carattere da vendere e l’odore del cavolo è forte, coraggioso e maschio. Altro che patchouli o legno. Un super verde di eccellenza che depura, fortifica e nutre. Vitalità e purificazione. Capacità rinfrescante ed energizzante. Il cavolo fa bene e bisognerebbe mangiarlo almeno -e sottolineo almeno mille volte- tre volte alla settimana. Un centrifugato di cavolo e limone è una bomba depurativa. Provare per credere (magari un giorno che sei a casa perché lo trascorrerai molto probabilmente in quel luogo solitario dove nascondi l’antirughe nell’armadietto). Digestivo e calmante è in assoluto l’ingrediente principe (con l’avocado) di incredibili smoothie, frullati e succhi. Le proprietà nutritive del cavolo vengono assorbite dall’organismo velocemente e studi medici hanno davvero -sottolineato milioni di volte- che è un antitumorale per eccellenza. Agisce contro le infiammazioni e sostiene il sistema cardiovascolare. Elimina le tossine e ti viene il buon umore. Leggerezza, sazietà e tutto quello che occorre. Betacarotene, ferro, vitamine E, C e K. Antiossidanti e omega 3. Riviste mediche ne consigliano almeno 5 porzioni a settimana ma ne basterebbero (per cominciare) anche solo tre. Il cavolo non è un alimento triste ma appunto istrionico e versatile e sono migliaia le preparazioni che si possono fare. Si può pure fare la pizza! Tutti gli sportivi americani mangiano la pizza del cavolo da anni. Anche qui nelle cucine di RunLovers verrà preparata. Se non hai mai mangiato la pizza del cavolo la tua vita potrebbe cambiare, parola di giovane marmotta (ho sempre sognato dirlo ma effettivamente non sono neanche mai una stata boy scout, uff).

Sullo stesso argomento:
Pronto per Kona?

Il Cavolo si deve inserire nella dieta. Un dogma. Un mantra. Una legge incontestabile. E se dici che non ti piace significa che non sai cucinarlo e che sei anche una mammoletta. Gne gne gne.

Se sei un vero RunLovers e hai voglia di cominciare a darci sotto seriamente sappi che qui ci sarà un’ondata di ricette che non solo ti faranno correre più veloce ma che ti faranno bene. Perché la salute prima di tutto.

SEMPRE.

E ora fila a centrifugare un cavolo!

CONDIVIDI
Si dice che, all'inizio, Lewis Carroll avesse scelto lei e che il romanzo si intitolasse Maghetta nel Paese delle Meraviglie ma lei, volendo rimanere nell'ombra per continuare i suoi progetti di conquista del mondo, rifiutò la parte di protagonista per lasciarla a quella sciacquetta di Alice. Dalle pendici dell'Etna, Maghetta cucina, fotografa, disegna e continua a progettare la conquista del mondo; infatti le sue giornate durano circa 144 ore (12 al quadrato). Per reggere questi ritmi infernali corre tutti i giorni almeno per un'ora, poteva essere altrimenti? Ha pubblicato per Mondadori "Le ricette di Maghetta Streghetta", best seller in cima alle classifiche nelle categorie: gnomi da giardino, unicorni e cani retriever. Ti consigliamo di comprarlo - seriamente: è in cima alla classifica "cucina per le feste" - e di leggerla; il ricavato andrà all'AIRC quindi avrai un bel libro e contribuirai alla ricerca!

3 COMMENTI

  1. Insomma…qui sempre di correre si tratta! Dopo l’effetto depurativo infatti si corre verso quel luogo in cui…nascondi l’ antirughe, come hai detto tu? scherzi a parte io adoro il cavolo! Non l’ho mai provato però con abbinamenti dolci..ora rimedio! Il massimo a cui mi sono spinta é spadellato con uvette e cannella. Grazie per i sempre utili suggerimenti ;))

  2. C’è cavolo e cavolo… Quello nero vale più di quello cappuccio? Quello viola più di quello cinese? Oppure vale tutto? Che confusione del cavolo :) non vedo l’ora arrivi l’onda di ricette :)

  3. che mi dite dell’insalata con broccolo (sempre cavolo è), arance e uva sultanina?
    condita con un poco di sale e un filo di evo.
    la suggerisco caldamente! ;-)

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.