Cosa mangia il Runner in un giorno per avere una dieta sana, equilibrata e gustosa

Tempo di lettura: 2 minuti

runloversinfo1

Quasi un anno è trascorso da quando abbiamo cominciato a chiacchierare insieme di alimentazione come vecchi amici e direi che di cose ne sono state dette tante. Come sempre sottolineato e ribadito RunLovers tiene alla tua salute più di qualsiasi altra cosa e la raccomandazione è sempre la stessa e non cambia mai: vai da un nutrizionista. Non ci si va solo se si è in sovrappeso. Sfatiamola questa leggenda che semplicisticamente il dietologo fa la dieta e che la dieta la fanno le persone in sovrappeso.

La dieta, lo dice la parola stessa, la facciamo tutti. Ipocalorica o no lo decide il dottore. Sempre e comunque.
Quest’anno oltre a perdermi ancora in chiacchiere (lo so. Non mi sopporti più) sarà mia premura fare delle infografiche utilissime per i Runner, che consentano di avere un approccio più immediato: indicazioni e consigli sui diversi piani alimentari, ricette illustrate in pochi passi facili e veloci e pure delle schede che potrai comodamente conservare e consultare al bisogno. Anche come immagine sul telefonino per averle sempre con te. Comodo no?

Oggi propongo, per introdurre questa nuova sezione, due esempi di colazione-pranzo-cena per il Runner attento. Pian piano stabiliremo quale tipo di frutta sia meglio mangiare al mattino e quale per gli spuntini o a fine pasto. In linea generale è sempre importante ricordare che la colazione è davvero il pasto principale (e qui trovi pure i 10 comandamenti sulla Sacra Colazione. Qui tantissime spunti per colazioni equilibrate e buonissime), dove diciamolo ci si può concedere anche qualcosina in più in termini di dolcetti e carboidrati perché abbiamo tutto il giorno per smaltire zuccheri e altro. Non faccio parte della fazione “carboidrati solo a pranzo”, “proteine solo la sera”, “dieta del tartufo”, “dieta del minestrone”, “dieta di Charlize Theron” (tanto diciamolo chi ci diventa come Charlize Theron? Nessuno!) e “dieta proteica”.

Sullo stesso argomento:
Pronto per Kona?

Posso dirlo? Fesserie.

La dieta è equilibrio. Mangiare sano e ottenere risultati incredibili significa affidarsi a questi tre piccolissimi segreti:

  • Varietà di alimenti e mai staticità.
  • Abbinare per bene le portate in modo da non sovraccaricare l’organismo.
  • Colazione da Re, Pranzo da Principe e Cena da contadino.

L’ultima -seppur fastidiosamente classista- nasconde profonde verità.

CONDIVIDI
Si dice che, all'inizio, Lewis Carroll avesse scelto lei e che il romanzo si intitolasse Maghetta nel Paese delle Meraviglie ma lei, volendo rimanere nell'ombra per continuare i suoi progetti di conquista del mondo, rifiutò la parte di protagonista per lasciarla a quella sciacquetta di Alice. Dalle pendici dell'Etna, Maghetta cucina, fotografa, disegna e continua a progettare la conquista del mondo; infatti le sue giornate durano circa 144 ore (12 al quadrato). Per reggere questi ritmi infernali corre tutti i giorni almeno per un'ora, poteva essere altrimenti? Ha pubblicato per Mondadori "Le ricette di Maghetta Streghetta", best seller in cima alle classifiche nelle categorie: gnomi da giardino, unicorni e cani retriever. Ti consigliamo di comprarlo - seriamente: è in cima alla classifica "cucina per le feste" - e di leggerla; il ricavato andrà all'AIRC quindi avrai un bel libro e contribuirai alla ricerca!

3 COMMENTI

  1. Ciao,
    io non ho mai capito quanto bisogna aspettare dopo l’ultimo pasto prima di correre (faccio 8 km ai 13-16 km/h). Inoltre non ho neanche capito quanto abbondante deve essere tale pasto. Di solito aspetto 3 ore dal pasto o 2 ore dallo spuntino pomeridiano, ho però amici che fanno uno spuntino leggero mezz’ora prima. Tu che consigli?

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.