Correre sul treadmill è come correre per strada?

Articoli correlati

Riparte Fuorisoglia, riparti tu!

Riprende il nostro podcast “Fuorisoglia”: tante le novità che ti sveleremo nelle prossime settimane e sempre lo stesso divertimento!

Riprendi a correre velocemente

Ricominciare a correre dopo le vacanze, il lockdown o un periodo di fermo è facile: basta seguire queste semplici regole

La regola dell’85%

A volte devi dare quasi il massimo per ottenere il massimo. Si chiama "La regola dell'85%" e sembra un paradosso. Ma non lo è.

Conosci te stesso per ripartire meglio

Ogni tanto è giusto fare il punto della situazione: come stai fisicamente? Sei pronto a fare il passo successivo? Come puoi saperlo? Facendo dei test e qui li trovi tutti!
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Tempo di lettura: 2 minutiÈ vero come diceva Sir Rannulph Fiennes che non ci sono condizioni climatiche avverse ma solo abiti non adatti (o uomini arrendevoli, per citare Aldo Rock) ma a volte correre al chiuso sul treadmill è una soluzione. Magari non quella che racconti bullandoti agli amici, ma insomma.

C’è tutta una mitologia sulla corsa sotto la pioggia, con la neve, con il freddo e pure con Godzilla (di sicuro c’è) ma diciamocelo: a volte si corre sul treadmill, con le cuffiette con la musica che ci piace o guardando Sons of Anarchy. E non ci stressate, dai.

È la stessa cosa?

Superato l’imbarazzo che ti consiglio di risolvere con un gigantesco CHISSENEFREGA a caratteri luminosi, molti si chiedono se è la stessa cosa. La risposta breve è: no.
Quella più lunga è: dipende, ma comunque no.

La corsa su treadmill è fatta in un ambiente controllato e su una superficie perfetta: per quanto il nastro possa simulare pendenze o velocità diverse, non riprodurrà mai quello che trovi sull’asfalto, e quindi anche le cose meno gradevoli: semafori, buche, scalini, ricordi di cani con padroni pochi civili o altro. E se queste cose ti sembrano scocciature, pensa che hanno una duplice funzione positiva: ti allenano a quello che troverai in gara e rompono il ritmo della tua corsa, obbligandoti a fermarti o decelerare e poi riprendere, riaccelerando. Per certi versi è come fare delle mini ripetute: cambi di ritmo che allenano il tuo cuore a sopportare ritmi più intensi. Sono cose fastidiose ma se trovi un runner a cui piacciono le ripetute faccelo sapere perché non ne abbiamo mai incontrato uno.

I lati positivi

Il treadmill ha poi dei vantaggi non indifferenti: puoi vedere la serie che più ti piace, puoi evitare vento/pioggia/neve/Godzilla (anche se può comunque distruggere la palestra dove stai correndo) e puoi trovarti a correre con persone con cui scambiare quattro chiacchiere per passare il tempo. Sempre che tu non stia andando a 3 min/km per darti un tono. E se ce l’hai in casa? Meglio ancora: puoi fregartene di quello che guarda a quanto stai andando e che scarpe hai e goderti una corsa al riparo. Non è la stessa cosa ma in termini di dispendio di calorie puoi fare così: se fuori corri un’ora, su treadmill prova a correre un 20% di più. Corri per un’ora e un quarto. Metti a tacere i sensi di colpa e bene o male fai lo stesso allenamento che faresti all’aperto.
Guardandoti quello che ti piace in tv o chiudendo gli occhi e abbandonandoti al flusso. Evitando magari di fare incidenti come questi qui…


E se ne vuoi sapere di più sui treadmill, sai che l’Italia è una nazione leader nella loro produzione? Leggi un po’ qui: 

 

 

- Advertisement -
- Advertisement -

Altri articoli

3 COMMENTS

  1. Il video che avete linkato esprime esattamente perché continuo a uscire per strada nonostante ci siano 2 gradi e umidità a buco :-)

    • Si chiama in entrambi i modi, anche se il tapis roulant è anche quello degli aeroporti, quindi per distinguere più precisamente, credo, si indica lo strumento da palestra come treadmill ;)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

News più recenti

Le scarpe per migliorare il proprio Personal Best

Ci sono delle scarpe nate per farci andare più veloci e battere il nostro personal best. Ecco la nostra selezione in vista della Deejay Ten!

Gli atleti pro si “allenano” anche in volo

Se vuoi raggiungere il massimo non devi lasciare niente al caso. Tipo prepararti sempre, anche in volo

L’intelligenza di chi corre

Per uscire dalla zona comfort puoi spaccarti di allenamenti oppure essere curioso e leggere libri o ascoltare musica o vedere film. O fare tutto questo, assieme

Brooks Hyperion Elite 2: versione definitiva

Quando, all’inizio di febbraio, Brooks ha presentato la famiglia Hyperion (ne trovi la descrizione qui), già si sentiva nell’aria il fatto che avrebbero presentato...

Riparte Fuorisoglia, riparti tu!

Riprende il nostro podcast “Fuorisoglia”: tante le novità che ti sveleremo nelle prossime settimane e sempre lo stesso divertimento!

Iniziare a correre da zero

Iniziamo un progetto in 6 "puntate" che ci accompagnerà alla My Deejay Ten di ottobre. E iniziamo dall'inizio: come iniziare a correre. Iniziamo? ;)

Riprendi a correre velocemente

Ricominciare a correre dopo le vacanze, il lockdown o un periodo di fermo è facile: basta seguire queste semplici regole
- Advertisement -

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Gli effetti dello sport sul tuo cervello

Perché fare sport fa bene al tuo cervello? Perché lo stimola e lo fa "crescere". Ecco come.