Vuoi sostituire le barrette? Allora prova i Blondies!

Blondies deliziosi da far perdere la testa

Articoli correlati

Cosa c’è per cena? Il banana bread

Inizia una nuova rubrica che parla di cibo non solamente dal punto di vista nutritivo ma anche come appagamento dopo un allenamento, e risponde alla domanda "cosa c'è per cena?"

L’insalata di ananas e tacchino

Un'insalata con tacchino, ananas e tante delizie servite in modo semplice ma sorprendente.

Il latte di mandorla siciliano

Sorseggiato con del ghiaccio sotto il patio e un libro in mano guardando le onde. Ecco la vera Estate siciliana

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione
Iaia Guardohttp://www.maghetta.it
Si dice che, all'inizio, Lewis Carroll avesse scelto lei e che il romanzo si intitolasse Maghetta nel Paese delle Meraviglie ma lei, volendo rimanere nell'ombra per continuare i suoi progetti di conquista del mondo, rifiutò la parte di protagonista per lasciarla ad Alice. Dalle pendici dell'Etna, Maghetta cucina, fotografa, disegna e continua a progettare la conquista del mondo; infatti le sue giornate durano circa 144 ore (12 al quadrato). Per reggere questi ritmi infernali corre tutti i giorni almeno per un'ora, poteva essere altrimenti? È figlia di un grande maratoneta. Ha pubblicato per Mondadori scalando le classifiche e donando alla Ricerca per il Cancro il suo ricavato. Continua a scrivere, disegnare, cucinare, fotografare inarrestabilmente.

Tempo di lettura: 2 minutiLa ciambella per una merenda/colazione perfetta l’abbiamo già preparata. Te la sei persa? Quella con i bicchieri di plastica? Quella senza bilancia, facile e veloce quasi quanto la torta nella tazza dentro il microonde che rimane imbattibile? Sacrilegio!

Tocca ai Blondies adesso, che sono i cugini meno conosciuti dei Brownies; si differenziano da questi per l’assenza del cacao amaro in polvere nell’impasto. Ho deciso di preparare per te una versione vegana e nel caso in cui li provassi rimarrai particolarmente colpito dalla bontà. Sono rettangolini deliziosi e leggeri che nulla hanno da invidiare alla preparazione classica. Si conservano perfettamente nelle scatole di latta e sono un’idea da portate in ufficio, anche in sostituzione delle barrette (hai visto le 5 versione di RunLovers?) in quanto la consistenza è corposa pur rimanendo morbidissima.DSC_1523

La Ricetta

  • 210 ml di latte di cocco
  • 150 grammi di farina integrale
  • 30 grammi di farina di cocco
  • 1/2 cucchiaino di lievito
  • 1 pizzico di cannella (o vaniglia se preferisci)
  • 1 pizzico di sale
  • 90 ml di olio extra vergine delicato (puoi adoperare la stessa quantità di olio di cocco fuso e lasciato raffreddare)
  • 170 grammi di zucchero di canna
  • 100 grammi di cioccolato fondente (a gocce o tagliato al coltello)

Setaccia la farina e aggiungi la farina di cocco, il lievito, la cannella e il sale. Gira per bene. Aggiungi il latte di cocco e lavora per bene. A mano o con lo sbattitore elettrico a bassa velocità. Aggiungi l’olio e poi lo zucchero fin quando tutto è ben amalgamato. Gli ingredienti vanno aggiunti sempre pian piano e lavorando. Una volta ottenuto un impasto omogeneo aggiungi le gocce di cioccolato o se preferisci i pezzi di fondente tagliati al coltello. Versa in uno stampo rettangolare ben oliato e cuoci per 20 minuti circa a 190. Controlla con uno stecchino. Quando fuoriesce asciutto tira fuori e lascia raffreddare. Taglia a rettangoli regolari e servi.

DSC_1508

Non ti va di prepararli per partito preso e perché sono vegani? Bene! Allora nei commenti chiedimi altre ricette. Sarò felice di accontentarti. Ti aspetto (diffidente!).

- Advertisement -
- Advertisement -

Altri articoli

8 COMMENTS

  1. Ciao Maghetta! Ma con un po’ meno zucchero, come vengono? Ci sono delle alternative? 170 gr. sono davvero tanti :( Grazie mille!!

    • Ciao Silvia!
      Grazie per essere qui prima di tutto.
      Di zucchero puoi adoperarne sicuramente di meno e l’impasto non verrà compromesso. Non ho provato sinceramente ma non dovrebbero esserci problemi.
      Se li provi mi fai sapere come è andata?
      Spero di rileggerti presto e grazie ancora!

  2. Grazie! Ho già tutti gli ingredienti a casa, conto di prepararli prestissimo… Ti farò sapere!
    Francesca

      • Ciao Maghetta, ricetta provata ieri sera! Devo dire che il risultato è stato molto buono: stamattina ho fatto colazione con i blondies, e mi sono sembrati davvero deliziosi, nutrienti e leggeri allo stesso tempo!!! PS: il latte di cocco l’ho preparato per la prima volta in casa partendo dalla farina grattugiata! Grazie ancora, alla prossima ricetta

  3. Ciao Maghetta, il latte di cocco posso sostituirlo con un altro latte? E al posto del l’olio di cocco, che ne dici del burro di cocco? :)

  4. Ma non sono assolutamente troppi 170 g di zucchero? Per chi è a dieta non mi sembra un dolce adeguato. Per carità altrimenti dev essere buonissimo. Posso sostituirlo con la stevia?

    • Buongiorno Laura!
      Grazie prima di tutto per avermi scritto perché mi fa sempre tanto piacere.
      Calcola però che 170 grammi di zucchero vanno in finire in qualcosa come 15-20 pezzetti e quindi la proporzione è assolutamente corretta. Capisco però che non tutti possano assumere zucchero. Ti dico subito che non ho provato con la stevia questa ricetta e mi dispiace quindi non poter essere precisa. Mi hai dato un’idea però e lo farò.
      Prova senza indugio anche se con i dolcificanti naturali talvolta si riscontrano un po’ di problemucci (magari alcuni sprigionano una punta acidina).
      Non credo in linea di massima però che ci debbano essere grandi problemi.
      Ci aggiorniamo se ti va?

      A presto !

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

News più recenti

Iniziare a correre da zero

Iniziamo un progetto in 6 "puntate" che ci accompagnerà alla My Deejay Ten di ottobre. E iniziamo dall'inizio: come iniziare a correre. Iniziamo? ;)

Riprendi a correre velocemente

Ricominciare a correre dopo le vacanze, il lockdown o un periodo di fermo è facile: basta seguire queste semplici regole

La regola dell’85%

A volte devi dare quasi il massimo per ottenere il massimo. Si chiama "La regola dell'85%" e sembra un paradosso. Ma non lo è.

Conosci te stesso per ripartire meglio

Ogni tanto è giusto fare il punto della situazione: come stai fisicamente? Sei pronto a fare il passo successivo? Come puoi saperlo? Facendo dei test e qui li trovi tutti!

Garmin Forerunner 745: tutto nuovo

Garmin ha presentato l'atteso Forerunner 745. Caratterizzato da altissimi contenuti tecnologici e funzionalità che aiutano ancora di più gli atleti.

Apple Watch si sdoppia ed è per tutti

Apple Watch arriva alla sua sesta versione. E mezzo.

Saucony Ride 13: correre in prima classe

Ammortizzate e confortevoli, grazie all'intersuola in PWRRUN e all'equilibrio, le Saucony Ride 13 sono perfette anche per le corse più lunghe
- Advertisement -

Scelti dalla redazione

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

I test per misurare le prestazioni

In questa puntata di Fuorisoglia parliamo di quali test fare per capire le tue prestazioni nella corsa. Come sta il tuoi fisico? Come puoi migliorarti? Dal più semplice al più complesso, saprai tutto!

I test per conoscere meglio il tuo corpo

Una serie di test per conoscere meglio la tua condizione fisica

La prova dei 10 chilometri “tranquilli”

Un test molto interessante da svolgere su 10 Km - distanza che unisce velocità e resistenza - per misurare il risultato dei tuoi allenamenti senza caricare troppo.

6 consigli per correre al mattino presto

Non è facile svegliarsi presto al mattino e correre. Ma se segui questi consigli è più facile.