7 consigli da Nick Symmonds per dare un taglio al peso

Il primo segreto per fare una dieta è non chiamarla dieta

Tempo di lettura: 2 minuti

Come ogni atleta di elite, Nick Symmonds deve allenarsi moltissimo e curare l’alimentazione. E come tutti noi comuni mortali deve stare anche attento al peso perché ogni etto in più in gara può significare qualche centesimo di secondo in più.
Il suo caso è particolarmente interessante per due motivi: Nick è un ragazzo molto divertente e simpatico (e questo non c’entra con il peso) ma soprattutto è uno che non disdegna le cose buone della vita come il buon cibo e la birra. Quindi non aspettarti un monaco che mangia erbe e radici. Quando deve darci dentro Nick ci dà dentro. Ma quando deve rimettersi in riga per preparare una gara ecco come fa a calare di peso.

Non chiamarla dieta

Innanzitutto Nick non sopporta il termine “dieta”. Dice che è carico di significati negativi e che ti fa passare la voglia di fare qualsiasi cosa si chiami così. Lui dà a questo regime alimentare un nome più aggressivo: lo chiama “dare un taglio al peso”. Non è una cosa subita insomma, ma un processo molto più attivo.
Come lo mette in pratica? In sette comodi punti.

1. Pesati

Ogni giorno, appena ti svegli. Nudo e senza essere andato in bagno. Le condizioni devono sempre essere le stesse, ogni mattino. Fallo una sola volta al giorno per non diventarne schiavo e soprattutto per evitare di essere deviato dalle normali fluttuazioni di peso (dovute a quello che mangi, a come ti vesti, a cosa bevi).

Sullo stesso argomento:
Il vademecum per restare (o tornare) in forma dopo le vacanze

2. Dillo a qualcuno

Riferisci il tuo peso a una persona fidata: il tuo coach, un amico, un compagno di allenamento. Sii responsabile e fallo con qualcuno di cui ti fidi ti aiuterà. Il suo peso forma è circa 73,5 kg. A quello sa che deve riferirsi e tornare quando esagera.

3. Mangia!

E anche molto. Avere fame attiva dei meccanismi di difesa del tuo organismo che gli fanno trattenere ancora di più le calorie che ingerisci (pensa che meno gliene dai, meno ne avrà in futuro, n.d.r.). Mangia cose sane ed equilibrate e non esagerare. Mangia solo fino a che sei sazio e quel tanto che basta ad arrivare al pasto successivo senza dover mangiare snack o altro.

4. Gli spuntini solo se servono

Se puoi evitali ma se proprio stai morendo di fame o se credi che non avrai abbastanza energie per allenarti mangia una barretta oppure dei popcorn: riempiono e alla fine mangi poca roba. Oppure bevi un caffè: è ottimo per alleviare il senso di fame (Symmonds non si riferisce ovviamente all’espresso italiano ma a quello americano, cioè a un bel bicchierone di roba ;).

5. Limita le cose caloriche

Qui vengono i punti dolenti. Anche Nick ammette che eliminare o limitare il consumo di quello che gli piace di più è durissima: bibite gasate e birra. Sebbene non vada particolarmente pazzo per le bibite, eliminare la birra è la cosa che gli pesa di più ma è importante sapere che – purtroppo – ha tantissime calorie. Un sostituto valido è l’acqua gasata: riempie e non ha calorie.

Sullo stesso argomento:
Un piatto di pasta proteica condita di salute e felicità

6. Bevi acqua

Questo è il consiglio più importante. Bere acqua è la cosa migliore per tagliare il peso: aiuta le funzioni metaboliche e riempie lo stomaco. Quando bevi prima di un pasto mangi di meno. Provare per credere.

7. Fatti il mazzo

Per diminuire di peso devi fare esercizio, non c’è storia. C’è chi crede che per perdere peso basta stare a dieta, ma hai già capito cosa ne pensa Nick di quella parola, no?

(via Getrungum – Photo credit Phil Roeder)

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

7 COMMENTI

  1. Accidenti, fino alla 6 pensavo di aver trovato il modo di evitare la fatica… ed invece ci ho sbattuto la faccia contro!
    Scherzi a parte, articolo interessante, che evidenzia nitidamente il nodo cruciale della questione… se per dieta ci si ostina a considerare un mutamento obbligato e temporaneo del solo regime alimentare, il biglietto staccato per i chili in partenza comprenderà inevitabilmente anche il loro viaggio di ritorno!

  2. Comunque è difficile dopo una certa età rimanere nei livelli ideali di peso,anche se si fa una discreta attività fisica…..corsa o palestra che sia.

  3. Ho perso 22 kg con questo metodo, e ho aiutato un sacco di amici a rimettersi in forma….aggiungerei: mai fare i bis (sarebbe come mangiare la metà!) “il cibo mi serve…non sono servo del cibo” :-)

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.