Si può anche camminare oltre che correre

Questo è un racconto breve, brevissimo. Però per come si svolge e soprattutto come si conclude ci è sembrato il miglior racconto di Natale che ci sia. Buon Natale a tutti.

Ho sempre passeggiato con mio marito tutti i santi pomeriggi, anche quando pioveva o nevicava.
Ora sono sola perché mio marito è mancato sette mesi fa.
Io non posso fare a meno di uscire di casa come ho sempre fatto con lui.
Non avendo il suo braccio mi appoggio a un paio di racchette e con passo svelto cammino almeno per un’ora al giorno.
Il dolore e il rimpianto si sciolgono nel camminare, produco endorfine e tiro avanti con più coraggio.
Questa mia non c’entra col vostro argomento, ma mi ha fatto piacere scriverla.
Sono Mariagrazia Forte di 83 anni.
(Photo credits Helga Weber)

Altri articoli come questo

4 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.