Running in Washington

Dopo il caldo africano, Cristina è finita all’esatto opposto termico: nel gelo invernale di Washington. Si è forse raffreddata la nostra invidia per i suoi viaggi?
NOOOOOO!

«Brrrr… No, no, no e poi no!»
«Sssshhhh.. smettila! Lo sai che se vado a correre poi sto meglio per tutta la giornata!»
«Sí, ma non d’inverno nell’emisfero boreale! Fa freddissimo, basta, torniamo dentro!»
«Porcaccialamiseria, fa davvero freddissimo. 7 gradi sottozero. Qua a Washington dovrebbero dichiarare lo stato d’emergenza e chiudere scuole e uffici. E invece no, toh!, guarda un po’ chi si vede laggiú! Runners! C’é speranza! Andiamo!»
«Iiiiiihhhhh!! Stiamo uscendo senza pantaloni termici! Questi sono un paio di fuseaux da casa! Ripeto: fuseaux da casa! E sono pure bucherellati… le ginocchia congeleranno! E cos’é quella che hai in testa? Una fascia? E un cappello no? Non possiamo andare a comprare guanti e cappello prima di questo training al Polo Nord?»
«Se lamentarsi fosse oro, saresti ricco, caro il mio grillo parlante!

La fascia sostituisce il cappello e le mani le sto tenendo dentro le maniche della felpa, non preoccuparti! Sai benissimo che di solito corro sotto l’Equatore e questa trasferta in US mi ha colto un po’ alla sprovvista. Ma mica vuoi stare a riposo per ben 20 giorni, no?»
«Ci starai comunque a riposo per 20 giorni, vista la bronchite che avrai a partire da domani!»
«Puó darsi, ma nel frattempo vuoi mettere 10km attorno alla Casa Bianca? Mica capita tutti i giorni un’occasione del genere! E vuoi stare un po’ zitto?! Devo concentrarmi sul fiato e il diaframma, che qua sembra di respirare ghiaccio!»

LEGGI ANCHE:
Io non ho paura

2-1
«Il ghiaccio ce l’hai sotto i piedi: fai attenzione lí a destra, quella non é una pozzanghera, é una lastra di ghiaccio lunga svariati metri!»
«Ci credo, siamo accanto al Lincoln Memorial e la sua scenica pool. Piu’ avanti c’é il famoso obelisco del parco ‘National Mall’ che si vede in tutti i film dove compare almeno un fantomatico presidente US. E sulla sinistra, il perimetro della Casa Bianca, dove andremo adesso!»
«Possiamo evitare? Ci sono solo transenne, poliziotti e cani lupo. Non mi piace.»
«Ma se è pieno di runners qua attorno! Non aver paura!»
«Non stare cosí vicina alle transenne o ti punteranno un faro dritto addosso… ecco… troppo tardi…»
«Ahi, ahi! che male!, non posso fermarmi, devo continuare a correre, anche solo per uscire da questo fascio di luce che mi ha bruciato la retina… non vedo nulla, ahia!»
«Continua a correre, pliiiiizzz, e usciamo da questa luce!! Cavoli, è stato come farsi un giro nell’adilá per 20 lunghissimi secondi!»
«Okokok, ho capito la lezione, devo correre lontana da Barack. Allontaniamoci un po’ dalle transenne che è meglio.»
«Ehi, Die Hard, altri guai in vista: c’è un sit-in, devi cambiare strada.»
«Ma che dici? Mica sono pericolosi! E poi sará sicuramente per una giusta causa, dato che accampano al freddo e al gelo.»
«La causa non la saprai mai, hai ancora le retina bruciata e non riesci a leggere nulla di ciò che c’è scritto sui loro cartelloni. Vai avanti, per piacere, e già che ci sei, dato che non senti piú la punta del naso, perché non torniamo in hotel?!»
«Perché volevo farti vedere questo, caro grillo parlante: l’alba sul National Mall in una Washington ghiacciata alle 7 del mattino. Guarda… il bianco gelato del cielo lascia il posto al tiepido giallo del sole e si mischia al rosso delle foglie autunnali. É semplicemente bellissimo. E l’unico movimento è dato dale nuvolette di fumo che escono dalla bocca dei runners, silenziosi nella loro armonia.»
«…»
«Eh lo so, sei rimasto senza parole! Anch’io. Come ogni volta che esco a correre in un posto nuovo, come ogni volta che esploro nuovi percorsi e nuove città. È sempre una scoperta, è come correre per la prima volta. È meraviglioso. E dovresti ringraziarmi che ti porto con me! E la prossima volta, fammi un piacere, risparmiami energie e… sssshhhh!».

LEGGI ANCHE:
Dall’Etna alle Dolomiti: Umbria e Firenze

Cristina Lussiana


Gli altri viaggi di Cristina? Eccoli:

– Correre in Angola
Correre a Città del Capo
– Correre in Congo
– Correre in Mozambico
– Correre in Madagascar
– Correre a Nairobi
– Correre alle Hawaii
Correre a Bangkok
– Correre in Cambogia
 Correre ad Amsterdam
– Correre a Oslo

 

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.