Running in Washington

Articoli correlati

Quando l’obiettivo di correre forte incontra i 30 anni

La passione e il rapporto "d'amore" con la corsa ti fanno andare oltre i tuoi limiti. Ecco cosa significa essere velocisti a trent'anni.

I motivi per assumere un runner

Un bel contributo di Giulia Panna che, oltre a essere una runner, si occupa di risorse umane. È una bella riflessione - scritta in linguaggio "tecnico" - sulle caratteristiche che hanno molti runner e che sono utili nel lavoro e nella vita.

Il ritiro in gara. Guida – semiseria – per accettazione e superamento

Può succedere di ritirarsi durante una gara e non è un gran problema. Capita a tutti, anche a Sara che però, in questo caso, ci scrive la sua guadi per superare l'evento.

Come un giorno ho cominciato a respirare, correndo

L'asma può impedirti di correre? Per lei non è stato così.
RunLovers
Ognuno corre come vuole, semplicemente, naturalmente. Semplicemente, naturalmente, Runlovers parla di cosa si parla quando si parla di corsa.

Tempo di lettura: 3 minutiDopo il caldo africano, Cristina è finita all’esatto opposto termico: nel gelo invernale di Washington. Si è forse raffreddata la nostra invidia per i suoi viaggi?
NOOOOOO!

«Brrrr… No, no, no e poi no!»
«Sssshhhh.. smettila! Lo sai che se vado a correre poi sto meglio per tutta la giornata!»
«Sí, ma non d’inverno nell’emisfero boreale! Fa freddissimo, basta, torniamo dentro!»
«Porcaccialamiseria, fa davvero freddissimo. 7 gradi sottozero. Qua a Washington dovrebbero dichiarare lo stato d’emergenza e chiudere scuole e uffici. E invece no, toh!, guarda un po’ chi si vede laggiú! Runners! C’é speranza! Andiamo!»
«Iiiiiihhhhh!! Stiamo uscendo senza pantaloni termici! Questi sono un paio di fuseaux da casa! Ripeto: fuseaux da casa! E sono pure bucherellati… le ginocchia congeleranno! E cos’é quella che hai in testa? Una fascia? E un cappello no? Non possiamo andare a comprare guanti e cappello prima di questo training al Polo Nord?»
«Se lamentarsi fosse oro, saresti ricco, caro il mio grillo parlante!

La fascia sostituisce il cappello e le mani le sto tenendo dentro le maniche della felpa, non preoccuparti! Sai benissimo che di solito corro sotto l’Equatore e questa trasferta in US mi ha colto un po’ alla sprovvista. Ma mica vuoi stare a riposo per ben 20 giorni, no?»
«Ci starai comunque a riposo per 20 giorni, vista la bronchite che avrai a partire da domani!»
«Puó darsi, ma nel frattempo vuoi mettere 10km attorno alla Casa Bianca? Mica capita tutti i giorni un’occasione del genere! E vuoi stare un po’ zitto?! Devo concentrarmi sul fiato e il diaframma, che qua sembra di respirare ghiaccio!»

2-1
«Il ghiaccio ce l’hai sotto i piedi: fai attenzione lí a destra, quella non é una pozzanghera, é una lastra di ghiaccio lunga svariati metri!»
«Ci credo, siamo accanto al Lincoln Memorial e la sua scenica pool. Piu’ avanti c’é il famoso obelisco del parco ‘National Mall’ che si vede in tutti i film dove compare almeno un fantomatico presidente US. E sulla sinistra, il perimetro della Casa Bianca, dove andremo adesso!»
«Possiamo evitare? Ci sono solo transenne, poliziotti e cani lupo. Non mi piace.»
«Ma se è pieno di runners qua attorno! Non aver paura!»
«Non stare cosí vicina alle transenne o ti punteranno un faro dritto addosso… ecco… troppo tardi…»
«Ahi, ahi! che male!, non posso fermarmi, devo continuare a correre, anche solo per uscire da questo fascio di luce che mi ha bruciato la retina… non vedo nulla, ahia!»
«Continua a correre, pliiiiizzz, e usciamo da questa luce!! Cavoli, è stato come farsi un giro nell’adilá per 20 lunghissimi secondi!»
«Okokok, ho capito la lezione, devo correre lontana da Barack. Allontaniamoci un po’ dalle transenne che è meglio.»
«Ehi, Die Hard, altri guai in vista: c’è un sit-in, devi cambiare strada.»
«Ma che dici? Mica sono pericolosi! E poi sará sicuramente per una giusta causa, dato che accampano al freddo e al gelo.»
«La causa non la saprai mai, hai ancora le retina bruciata e non riesci a leggere nulla di ciò che c’è scritto sui loro cartelloni. Vai avanti, per piacere, e già che ci sei, dato che non senti piú la punta del naso, perché non torniamo in hotel?!»
«Perché volevo farti vedere questo, caro grillo parlante: l’alba sul National Mall in una Washington ghiacciata alle 7 del mattino. Guarda… il bianco gelato del cielo lascia il posto al tiepido giallo del sole e si mischia al rosso delle foglie autunnali. É semplicemente bellissimo. E l’unico movimento è dato dale nuvolette di fumo che escono dalla bocca dei runners, silenziosi nella loro armonia.»
«…»
«Eh lo so, sei rimasto senza parole! Anch’io. Come ogni volta che esco a correre in un posto nuovo, come ogni volta che esploro nuovi percorsi e nuove città. È sempre una scoperta, è come correre per la prima volta. È meraviglioso. E dovresti ringraziarmi che ti porto con me! E la prossima volta, fammi un piacere, risparmiami energie e… sssshhhh!».

Cristina Lussiana



Gli altri viaggi di Cristina:

AFRICA
– Angola
– Benin
– Città del Capo
– Congo
– Lesotho
– Mali
– Madagascar
– Mozambico
– Nairobi
– Rwanda
– Senegal
– Sudafrica

AMERICA
– Guatemala
– Hawaii
– New Orleans

ASIA
– Bangkok
– Cambogia
– Kathmandu
– Kyoto
– Myanmar
– Tokyo

EUROPA
– Amsterdam
– Cambridge
– Ginevra
– Oslo
– Portogallo


Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Corri con un pacer virtuale

Ghost Pacer è un prodotto che sfrutta degli occhiali a realtà aumentata per farti correre con un pacer virtuale

Corriamo per andare più lentamente

Sembra un paradosso ma lo è fino a un certo punto: quando corriamo andiamo più veloci ma in realtà vogliamo rallentare per riappropriarci del nostro tempo.

Io, Charlene e lo specchio di Biancaneve

Questo duemilaventi, podisticamente parlando, non è stato di sicuro ricco di cose da ricordare, almeno per quel che mi riguarda. La situazione mondiale e...

Correre in sicurezza

Sono poche regole e servono a correre sempre in sicurezza. Per evitare spiacevoli inconvenienti

La mezza di Monza si correrà, davvero

Dopo mesi di cancellazioni, la Ganten Monza21 Half Marathon si farà. Le iscrizioni sono aperte

Come correre nel caldo davvero caldo

C’è il caldo e c’è il caldissimo: ecco i consigli di un atleta per correre con il caldo caldissimo

Non ci puoi fermare

Il nuovo video Nike incita a unirsi contro le divisioni di ogni tipo e lo fa usando una tecnica cinematografica molto particolare

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Aumentare la velocità nella corsa

Correre più veloce è insito nell'uomo. Se una volta lo facevamo per cacciare, ora è puro spirito di miglioramento. Ecco i metodi per aumentare la velocità.

Correre in gravidanza: rischi e benefici da conoscere

Attenzione: questo articolo vuole solamente fornirti delle indicazioni generali per introdurre un argomento su cui riceviamo molte domande. Poiché siamo tutte diverse, il consiglio...