Nike Air Zoom Elite 8

Una scarpa veloce per (quasi) tutti. Credo sia questo il riassunto massimo per descrivere questa scarpa. Però è un po’ poco per descriverla, non credi?

La famiglia Zoom di Nike quest’anno comprende una serie di prodotti molto interessanti (come le Vomero 10 che abbiamo già provato approfonditamente) e le Elite 8 sono l’elemento più veloce dell’intera collezione.

Le doti principali delle Elite 8 sono la grande reattività, la protezione e la comodità che – inevitabilmente – le rendono adatte soprattutto agli allenamenti e alle gare più veloci, oltre che a tutte le persone (come me) che non amano particolarmente l’ammortizzazione “morbida” ma preferiscono scarpe reattive che diano al piede la possibilità di muoversi ed esprimersi al meglio.

La tomaia

Come gli altri modelli Zoom, anche le Elite 8 hanno la tomaia in FlyMesh: un tessuto molto comodo, ottimamente traspirante che mantiene il piede in una condizione di comfort costante. Senza però perdere il supporto. Infatti gli elementi Flywire assicurano la scarpa alla parte mediale del piede dandogli il giusto sostegno sia laterale che nell’arco plantare. Mentre la conchiglia presente al tallone tra tomaia e fodera (e quindi invisibile) mantiene il piede nell’assetto corretto.

La sensazione non è certamente quella di una pantofola. E non deve esserlo. Una scarpa di questo tipo deve avere doti di comodità, flessibilità e supporto adeguate per accompagnare il piede nella rullata e permettergli di spingere al meglio. È comoda in una sua personalissima maniera: fasciando il piede senza costringerlo ma sostenendolo. Come quando – guidando un’automobile sportiva – ti sembra di avere un contatto diretto tra lo sterzo e le ruote. Ecco. Questa è la sensazione principale indossando le Zoom Elite 8.

LEGGI ANCHE:
Per quelli che ti dicono "Tanto non ce la farai mai"

La suola

Non aspettarti una scarpa “racing” esasperata. La caratteristica principale della Elite 8 è certamente la reattività, data dall’ottimo lavoro fatto dal sistema intersuola-Zoom. Gli inserti Zoom infatti hanno la caratteristica di ammortizzare l’impatto con il terreno senza essere però troppo “morbidi”, restituendo poi l’energia d’impatto quando passi alla fase di spinta.

Il drop di 8 mm la rende inoltre una calzatura adatta anche alla fase transitoria verso una corsa con appoggio in avampiede: non troppo esasperata ma un ottimo passo avanti verso la corretta impostazione di corsa.

Anche la suola fornisce una discreta protezione. Infatti non è particolarmente flessibile e quindi, insieme ai supporti della tomaia, favorisce la giusta postura del piede.

In definitiva

Perfetta per i lavori veloci su asfalto e pista, la Nike Air Zoom Elite 8 non disdegna anche uscite più lunghe, soprattutto se ami la scarpa reattiva, più leggera del solito (poco più di 280 grammi) e hai una giusta impostazione di corsa. Con una vestibilità regolare è un’ottima scarpa per chi vuole andare veloce e impostare il suo appoggio verso l’avampiede pur rimanendo comodo e protetto.

In 4 colorazioni tutte molto belle, la puoi comprare al prezzo di listino di 131€ direttamente nel sito Nike.

IN BREVE
Comodità
9
Estetica
9
Calzata
9
Tomaia
10
Suola
8
Peso Percepito
8
Supporto
8
Rapporto Qualità/Prezzo
8
CONDIVIDI
Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall'intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.