Le 5 pillole per correre più forte

Pensi che voglia darti il nome di una pillola miracolosa per essere in forma senza faticare? Scordatelo. Quello è doping ed è la cosa più sbagliata del mondo.

Le pillole che ti voglio proporre non le trovi da uno spacciatore ma in un posto molto più sano: la libreria. Si tratta di frasi, citazioni, “pillole di saggezza” che personaggi più famosi e migliori di noi ci hanno, consapevolmente o no, fornito per usarli come mantra e per aiutarci ad alleggerire il momento.

Citazioni ce ne sono tantissime e le pubblichiamo quotidianamente su Instagram e Facebook (ci segui già, vero?! ;) ma credo sia molto ispirazionale – mammamia che brutta parola – condividerne sempre. Pillole come queste sono consigliate da tutti i medici del mondo. Quindi…

1. “Chissà cosa avrebbe scoperto Colombo se l’America non gli avesse sbarrato la strada” – 
Jonathan Swift

Scegli un percorso possibilmente vicino a casa o al posto di lavoro. Se hai iniziato da poco a correre privilegia un tracciato piano con pochi saliscendi. Prova ad alternare percorsi su strada (fondo “duro”) con sentieri erbosi o parchi (fondo “morbido”). In questo modo non sottoporrai ginocchia e articolazioni a troppe sollecitazioni. Modifica spesso i percorsi e le distanze per non annoiarti.

2. “Datemi abbastanza medaglie, e io vincerò ogni guerra!” – Napoleone Bonaparte

Un buon sistema per mantenere la motivazione è darsi, ogni settimana, un proposito diverso: correre un certo numero di chilometri, andare fuori anche se piove o c’è vento, fare un’uscita in più. Se riesci a centrare l’obiettivo, concediti una ricompensa: una golosità alla quale avevi rinunciato, un vestito nuovo, un lettino abbronzante, una birra, qualunque cosa. In altre parole qualcosa che ti faccia sentire bene, felice e che ti sia di stimolo per un altro buon proposito.

LEGGI ANCHE:
Tutto il running in 7 minuti (compreso il senso della vita)

3. “Il migliore amico è colui che tira fuori il meglio di me” – Henry Ford

A volte può essere difficile uscire, soprattutto se è mattina presto o per semplice pigrizia. Purtroppo quando si comincia a saltare un allenamento, questo può accadere sempre più spesso e quindi alla fine rinunciare definitivamente e smettere di correre. Trovare un compagno, invece, che ti obbliga a rispettare gli impegni, con cui condividere sforzi e successi, può essere la soluzione migliore per entrambi.

4. “Ho il corpo di una diciottenne. Lo tengo in frigo.” – Spike Milligan

Ognuno di noi si considera in forma sulla base di parametri più o meno precisi e più o meno scientifici, soprattutto in riferimento a quanto fa e a come vorrebbe essere. Molti cominciano a correre per dimagrire, ma non sempre l’ago della bilancia scende velocemente come vorresti anche perché aumenta la massa muscolare! Considera però che facendo lavorare i muscoli più a lungo e più velocemente consumerai calorie anche quando non corri, ti sentirai bene e un po’ alla volta anche salire sulla bilancia non ti peserà (per rimanere in tema).

5. “Il dolore è la debolezza che lascia il corpo” – US Marines

L’irrigidimento muscolare è una naturale conseguenza di un allenamento, specialmente se particolarmente impegnativo o se sei alle prime armi. Fa’ stretching prima e dopo la corsa, idratati e abbonda in frutta e verdura. Tranquillo, in un paio di giorni, tornerai a saltare come Rambo (sempre parlando di soldati “veri duri”). Per alleviare il dolore puoi anche fare delle passeggiate defaticanti o bagni in acqua ghiacciata.

LEGGI ANCHE:
Lo stress ti fa correre meglio

Ecco le mie pillole. Sono 5, sono gratis e – se ti fanno il controllo antidoping – non avrai alcun problema. ;)

CONDIVIDI
Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall'intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

2 COMMENTI

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.