La Tartare della Salute

Salmone e Spada con Agrumi e Mango su un letto di Spinaci e Sesamo

Tempo di lettura: 3 minuti

Stanno facendo il giro del mondo le immagini e i video del Presidente Barack Obama che, ospite nel programma Running Wild condotto dall’avventuriero Bear Grylls, mangia un salmone sventrato e abbandonato da un orso lungo un fiume in Alaska. Quindi oggi Salmone crudo pure noi! Per sentirci degli impavidi giramondo pronti a tutto tra un’avventura e l’altra (il ritorno in ufficio, sopportare il collega e non chiudere la suocera in un sacco nero. Ok la smetto. Ho pure una suocera simpatica, io!). Certo l’aspetto di questa Tartare (gnegnegne, dai puoi dirlo), accompagnata da un’orchidea, nulla c’entra con l’incredibile mascolinità dimostrata dei due tipi lì su in questione ma che importa? Dignità all’animo avventuriero della Tartare gnegnegne! (e alla suocera!)

Perché sono importanti le verdure a foglie verdi per un Runner?

Perché le verdure a foglia verde sono dense di nutrienti e ricche di clorofilla che è fondamentale per combattere lo stress e perché rende alcalino e meno acido l’organismo. Puliscono e ossigenano il sangue. Bietola, Cavolo, Cavolo nero, foglie di barbabietola, foglie di tarassaco, lattuga, lattuga romana e Spinaci. Meglio se consumate crude, frullate e centrifugate. Gli Spinaci contengono vitamina c, carotenoidi, acido folico e luteina. Le foglie verdi sono fonti energetiche per eccellenza.

Ma la frutta con il pesce?

E il prosciutto crudo con il melone? “E non far sapere al contadino quanto è buono il formaggio con le pere?”. Nell’incredibile cucina mediorientale e soprattutto indiana, ricca di chutney di frutta che accompagnano pesce-carne-formaggi, l’uso della frutta nei piatti salati è di uso comune (e pure nella nostra tradizione antica ma spesso ce ne si dimentica). Oltre a sprigionare note di gusto che altrimenti non potrebbero essere apprezzate è un ottimo metodo per arricchire ancor più i piatti del vastissimo mondo vegetale. Il mango si presta benissimo a preparazioni con il manzo ma soprattutto con il pesce. In particolare quello crudo. Il mango è un carboidrato semplice ed è ricco di vitamine. Viene indicato tra i cibi antitumorali per eccellenza con particolari effetti benefici soprattutto nei confronti del pancreas. A prescindere da questa ricetta se hai occasione gustalo con il caprino o con gli scampi o semplicemente al mattino frullato con un po’ di zenzero un’ora prima della tua corsa.

Sullo stesso argomento:
Le mollichine che hai costruito tu

Ma perché la Tartare della Salute?

Il Salmone è ricco di proteine, grassi polinsaturi (quelli buoni ricordi?), sodio, vitamine e omega 3. Il pesce spada è molto proteico e magro. Ricco di vitamine presenta selenio, potassio e fosforo. L’olio extra vergine d’oliva a crudo è una garanzia di salute (e qui toccherebbe aprire il capitolone sui punti di fumo dell’olio) e gli agrumi trasportatori instancabili di vitamine, in particolare l’immancabile C. Infine, ma non per ordine di importanza, il sesamo che grazie ai propri nutrienti controlla la pressione sanguigna, migliora le funzioni del fegato ed è ricco di manganese, zinco e selenio. Senza contare che combatte i livelli del colesterolo maledetto.

Un piatto che sprigiona solo una parola: Salute. Anzi no. Due!

Salute e energia. 

La Ricetta

 

salm1

 

Ingredienti per 2 persone: 1 fetta di pesce spada tagliato alto, 1 fetta di salmone tagliato alto, 1 mango, 1 arancia (scorza e succo ma lascia qualche pezzetto da parte), 1 limone non trattato (scorza e succo ma lascia qualche pezzetto da parte), 1 cedro, 1 mazzetto di spinaci freschi, sesamo, olio extra vergine d’oliva, sale e pepe rosa. Decorazione: spaghetti di zucchina cruda.

Assicurati che il pesce sia freschissimo e sia stato in abbattitore. Taglia a cubetti il pesce e raccoglilo in un recipiente insieme al succo del limone e dell’arancia. Unisci la buccia grattugiata a patto che non sia trattata e lavata bene. Aggiungi l’olio extra vergine d’oliva, il mango tagliato sempre a cubetti e i pezzi di agrumi se ti piacciono. Aggiusta di sale e pepe e lascia marinare per almeno un’ora in frigorifero. Sbollenta per pochi minuti in acqua bollente salata gli spinaci, giusto il tempo di ammorbidirsi. Scolali e privali dell’acqua e lasciali raffreddare. Condiscili con un filo di olio extra vergine a crudo e succo di limone e mischiali insieme a una generosa cucchiata di sesamo. Meglio se tostato. Se ti piace la presentazione a torretta aiutati con un coppapasta.

Sullo stesso argomento:
Facciamolo per noi stessi
CONDIVIDI
Si dice che, all'inizio, Lewis Carroll avesse scelto lei e che il romanzo si intitolasse Maghetta nel Paese delle Meraviglie ma lei, volendo rimanere nell'ombra per continuare i suoi progetti di conquista del mondo, rifiutò la parte di protagonista per lasciarla a quella sciacquetta di Alice. Dalle pendici dell'Etna, Maghetta cucina, fotografa, disegna e continua a progettare la conquista del mondo; infatti le sue giornate durano circa 144 ore (12 al quadrato). Per reggere questi ritmi infernali corre tutti i giorni almeno per un'ora, poteva essere altrimenti? Ha pubblicato per Mondadori "Le ricette di Maghetta Streghetta", best seller in cima alle classifiche nelle categorie: gnomi da giardino, unicorni e cani retriever. Ti consigliamo di comprarlo - seriamente: è in cima alla classifica "cucina per le feste" - e di leggerla; il ricavato andrà all'AIRC quindi avrai un bel libro e contribuirai alla ricerca!

1 COMMENTO

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.