Kalenji Kiprun Cardio: e il sensore non lo senti più

Articoli correlati

Gli atleti pro si “allenano” anche in volo

Se vuoi raggiungere il massimo non devi lasciare niente al caso. Tipo prepararti sempre, anche in volo

Garmin Forerunner 745: tutto nuovo

Garmin ha presentato l'atteso Forerunner 745. Caratterizzato da altissimi contenuti tecnologici e funzionalità che aiutano ancora di più gli atleti.

Apple Watch si sdoppia ed è per tutti

Apple Watch arriva alla sua sesta versione. E mezzo.

adidas Adizero Adios PRO: WTFast

adidas presenta la sua scarpa più veloce di sempre: la Adizero Adios PRO. Un concentrato di ricerca e tecnologia, con un'anima molto forte
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Tempo di lettura: 3 minutiSe ti alleni per ottenere certi risultati sai bene che devi farlo seguendo un programma di allenamento. E sai altrettanto bene che ad un certo punto non potrai fare a meno di sapere qual è la tua frequenza cardiaca per lavorarci sopra: facendo allenamenti mirati ad alzarla, per lavorare in soglia, per conoscere sempre meglio come lavora il tuo corpo e come lo puoi migliorare.

Amico cardiofrequenzimetro

Dovrai dotarti quindi di un sensore cardio che ti aiuti a leggere il tuo battito cardiaco e a comunicarlo al tuo orologio cardio-GPS o al tuo smartphone.

Come funzionano i cardiofrequenzimetri e a cosa servono nel dettaglio lo trovi qui, ma se già li usi (o li userai) sai bene quanto possa essere fastidiosa la fascia che regge il sensore giusto sotto il petto: la senti mentre la usi, si inzuppa di sudore, dopo un po’ che la usi va fuori sede, scivola, si sposta.

La soluzione può essere quella di usare smartwatch o GPS con cardio integrato che legge il battito del polso ma si sa che, almeno ad oggi, non sono la soluzione definitiva: sono indicativi e validi, ma una lettura precisa è possibile solo con una fascia cardio.

La T-shirt magica

A Kalenji hanno pensato che visto che il sensore deve stare all’altezza del cuore potevano benissimo integrarlo in una T-shirt tecnica. E l’hanno fatto, creando una maglia che ha una banda integrata di elettrodi che leggono il tuo battito collegandosi ad un sensore che si applica con delle semplici clip (venduto a parte al costo di 20 euro).

Kalenji T-shirt cardio 1

E il bello è che se già hai un sensore – basta che non sia Suunto perché adotta uno standard diverso – puoi usarlo con la Kalenji T-Shirt Kiprun Cardio e con il tuo GPS-cardio preferito. Oppure con il tuo smartphone, dato che il sensore Geonaute supporta sia lo standard bluetooth con cui comunica con gli smartphone che quello ANT+ adottato da molti orologi GPS-cardio.

Dimentica il sensore

Kalenji T-shirt cardio 5

Ma com’è correrci? È liberatorio, senza dubbio. Il sensore te lo dimentichi: la maglia tecnica (da uomo) e il top (da donna) sono molto aderenti per permettere al sensore di aderire al costato ma mai in maniera oppressiva, anzi. Dimentichi di averlo, se non ci fosse la puntuale lettura del battito che il sensore rileva e trasmette al GPS-Cardio o allo smartphone.

Kalenji T-shirt cardio 7

Particolare non trascurabile: la T-Shirt da uomo è molto aderente e quasi a compressione e ti fa un fisico bellissimo! Il top da donna anche – ho provato anche quello chiaramente ;)

La Kalenji Kiprun Cardio è disponibile sia per uomo – in versione T-Shirt – che per donna –  in versione top al costo rispettivamente di 25,45 e di 14,95 euro.
Il sensore cardio non è compreso, ma il costo è davvero contenuto.
Se ti dà fastidio la fascia cardio insomma, da oggi c’è la soluzione.

 

- Advertisement -
- Advertisement -

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

News più recenti

Le scarpe per migliorare il proprio Personal Best

Ci sono delle scarpe nate per farci andare più veloci e battere il nostro personal best. Ecco la nostra selezione in vista della Deejay Ten!

Gli atleti pro si “allenano” anche in volo

Se vuoi raggiungere il massimo non devi lasciare niente al caso. Tipo prepararti sempre, anche in volo

L’intelligenza di chi corre

Per uscire dalla zona comfort puoi spaccarti di allenamenti oppure essere curioso e leggere libri o ascoltare musica o vedere film. O fare tutto questo, assieme

Brooks Hyperion Elite 2: versione definitiva

Quando, all’inizio di febbraio, Brooks ha presentato la famiglia Hyperion (ne trovi la descrizione qui), già si sentiva nell’aria il fatto che avrebbero presentato...

Riparte Fuorisoglia, riparti tu!

Riprende il nostro podcast “Fuorisoglia”: tante le novità che ti sveleremo nelle prossime settimane e sempre lo stesso divertimento!

Iniziare a correre da zero

Iniziamo un progetto in 6 "puntate" che ci accompagnerà alla My Deejay Ten di ottobre. E iniziamo dall'inizio: come iniziare a correre. Iniziamo? ;)

Riprendi a correre velocemente

Ricominciare a correre dopo le vacanze, il lockdown o un periodo di fermo è facile: basta seguire queste semplici regole
- Advertisement -

Scelti dalla redazione

Corriamo per andare più lentamente

Sembra un paradosso ma lo è fino a un certo punto: quando corriamo andiamo più veloci ma in realtà vogliamo rallentare per riappropriarci del nostro tempo.

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Gli effetti dello sport sul tuo cervello

Perché fare sport fa bene al tuo cervello? Perché lo stimola e lo fa "crescere". Ecco come.