I tacchi alti sono belli ma fanno male

Agli uomini piacciono, alle donne pure (immaginano gli uomini). Chi scrive è un uomo quindi perdonatelo. Da uomo può dire che il tacco alto sicuramente giova all’estetica delle gambe delle donne ma che, allo stesso tempo, non riesce a capacitarsi di come si possa starci per più di… 10 minuti?

La scienza dice la sua

A parte le considerazioni estetiche, che il tacco alto non agevoli una postura particolarmente naturale ora lo dice anche la scienza, con una ricerca molto scientifica della Stanford University.
Su RunLovers si parla di corsa e alcune corse goliardiche (e molto brevi) si fanno pure sui tacchi, ma ora arriva una certificazione scientifica ad una considerazione molto intuitiva: caricare il peso sulle sole dita del piede non è la migliore idea. Aggiunge preziosi centimetri, delizia gli occhi, affusola il polpaccio, è bello bello ma non è la migliore idea del mondo.
La scienza in questo caso aggiunge anche un’osservazione non secondaria: non sono solo le dita del piede a soffrirne, ma l’articolazione del ginocchio. Perché mai? Perché caricare il peso così in avanti sposta il baricentro, e l’asse che collega idealmente il bacino al tallone si “spezza”, sottoponendo ad uno sforzo innaturale le ginocchia. Ce la faranno a sopportarlo? Non proprio.
Immagina che il ginocchio si aspetti che il tuo peso si scarichi in un certo punto (è fatto per quello, se l’aspetta lì, non biasimarlo). Quando indossi i tacchi il peso si scarica un po’ più avanti. Basta poco ma proprio in quel punto il ginocchio non è progettato da millenni di evoluzione per sopportare un peso. Un po’ più indietro sì, un po’ più avanti no, sorry.

Bye bye cartilagini

Quanto più questo fenomeno avviene, tanto più il peso è caricato su una parte del ginocchio che non riesce a sopportarlo: le cartilagini. Le cartilagini servono a favorire il movimento fra le ossa delle articolazioni, rendendolo morbido e fluido. Ma hanno il difetto di essere comprimibili e di non sopportare un peso, non almeno come un osso. Quindi si schiacciano, fino a distruggersi e scomparire.
Il problema è che non ne puoi fare a meno: se non hai più cartilagini le estremità delle ossa (le articolazioni) entrano in contatto e son dolori. Sviluppi una osteoartrite: una degenerazioni delle cartilagini irreversibile. E più pesi più è probabile che, usando i tacchi, tu la possa sviluppare.
È forse il prezzo della bellezza? Da uomo non ti darò un consiglio. Ti racconterò solo quello che fece la senatrice americana Wendy Davis nel 2013.

Abortion Restrictions Texas

Per tentare di bloccare una legge contro l’aborto aveva una sola possibilità: parlare ininterrottamente per 11 ore. Doveva essere presente, focalizzata, concentrata e combattiva come solo una donna sa esserlo. Ma sapeva anche che non poteva riuscirci su un paio di tacchi (non poteva sedersi perché avrebbe perso il diritto di parola): scelse di tenere il suo discorso con ai piedi un paio di Mizuno Wave Rider 16. Ecco: le donne sono adorabili per queste geniali idee, non per i tacchi.
Siete stupende comunque.

(Photo credits from Flickr by Joshua Stearns)

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.