I personaggi e le storie più amate da RunLovers nel 2015

Le storie di chi c’è riuscito sono le migliori motivazioni. Certi uomini e certe donne hanno il dono di ispirarci e farci sognare e portarci a superare i nostri limiti. Alcuni sono conosciuti, altri non lo sono, altri ancora sono come te: potresti incontrarli al supermercato e non sapere che nella loro vita hanno combattuto e vinto tante battaglie. Li riconosci perché sorridono sempre, con un sorriso pieno e bello.

Eccoli, in ordine cronologico, per non far torto a nessuno (non è una classifica).

È tutta colpa di Linus

Linus_00b

È il più famoso e bravo dj italiano, è il direttore della più seguita radio privata italiana ed è un runner. Uno che parla spesso di corsa. Ma non è solo interessante che ne parli: è più interessante “come” ne parla. Linus ha portato a correre migliaia di persone. Nessuna federazione di atletica o programma ministeriale potevano fare altrettanto. Come c’è riuscito? Ce lo racconta lui stesso.

Alex Bellini, l’avventuriero

alexbellini04

Alex è uno che va letteralmente all’Avventura: decide insomma di fare qualcosa che non si è mai fatto, si cimenta con situazioni nuove e da qui trae le risposte alle domande che tutti, ma proprio tutti, ci poniamo. Lui esplora la natura umana per mezzo dell’avventura.

Luisa Balsamo, l’ultrarunner libera

marathon-des-Sables_Balsamo

Per essere una donna che ha vinto alcune delle più massacranti gare del mondo il suo profilo è decisamente rilassato. Sembra non darci molto peso. Se la chiami eroica ti dice “Eroe è chi si immola tutti i giorni per una causa, chi mette se stesso al servizio degli altri, senza urlarlo, in punta di piedi. Autodefinirsi eroe per aver corso a lungo è sminuire chi eroe lo è tutti i giorni per davvero. Io corro, forse più forte e più a lungo di altri ma Gli Eroi sono altri“.

Edwin Moses, nove anni, nove mesi e nove giorni senza mai perdere

Edwin-Moses-3

Il 9 sembra essere il numero fortunato di questo straordinario atleta olimpico: rimase imbattuto per 9 anni, 9 mesi e 9 giorni. Questa è la sua storia.

Samia, la ragazza in mezzo al mare

samiayusufomar

Samia è somala. Samia vuole correre. Samia riesce ad arrivare alle Olimpiadi di Pechino del 2008 e a correre. Samia è sempre in fuga dal suo paese. Samia è determinata ma purtroppo non le basterà.

Sognare di essere altrove, come Walter Mitty

3emuf88

Ok, Walter Mitty non è un personaggio reale. Ma in quel film c’è una canzone così bella che dovresti sempre ascoltare prima di andare a correre. Perché anche una canzone può essere una meravigliosa storia e può essere la tua stessa storia.

James Lawrence: 50 ironman in 50 giorni

iron_cowboy2James “Iron Cowboy” Lawrence, per sostenere la Jamie Oliver Food Foundation, ha fatto 50 ironman (3,8km di nuoto, 180km in bici e 42km di corsa) in 50 giorni. Significa 190km di nuoto, 9.000km in bici e 2.100km di corsa. E l’ha fatto per aiutare le generazioni future e per essere loro di esempio.

6 mesi di lavoro, sei mesi di ferie: la ricetta della felicità?

tumblr_nvjlgrIei11qjd07yo7_1280Benedict è un 35enne americano che ha scoperto come essere felice e lo mostra, nelle foto che si fa in giro per il mondo, a bordo della sua bici. Per riuscire ad essere felice ha trovato il giusto equilibrio: lavora 6 mesi e altri sei mesi gira in bici. 50 e 50 sembra essere la ricetta della felicità!

Ci vediamo nel 2016, con nuove e bellissime storie di uomini e donne da raccontare! Buon anno!

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.