Come Forrest Gump, per una giusta causa

Tempo di lettura: 1 minuto

Ewan Gordon è un inglese che ha appena completato un’impresa notevole: correre una maratona al giorno per 42 giorni di fila, facendo quindi 1764 km. Ha iniziato lo scorso 4 maggio e ha finito pochi giorni fa.

Fin qui niente di strano (insomma): in molti l’hanno già fatto.
Quello che è divertente è che l’ha fatto vestito esattamente come Forrest Gump (a parte le scarpe, che non erano delle Nike Cortez, ahi ahi ahii)  e assumendone col tempo anche le sembianze, tipo la barba da santone e i capelli lunghi.

Dice che lungo la strada lo riconoscevano e lo incitavano con il famoso “Run Forrest, run!” e lui si divertiva moltissimo.
Problemi fisici? Neanche una vescica. “Quando corri ogni giorno il corpo alla fine si adatta” ha detto “Alla fine è meno dura di quanto si pensi”.

Per un buon motivo

Ma il motivo forse più bello per cui Ewan ha corso è un altro: per raccogliere fondi per una fondazione che tenta di curare la sindrome di Cockayne. Ewan infatti ha intrapreso il suo viaggio dopo la morte di un bambino di 9 anni, Thomas Laurie, e in sua memoria è riuscito a raccogliere 14,000$.
Si ferma adesso? No. “Correrò finché non si troverà una cura per questa sindrome che purtroppo per ora è incurabile”.

Sullo stesso argomento:
62 maratone in 62 giorni: impresa da vero ASICSFrontRunner

Run Ewan, run!
And thank you very much.

(Photo credits Facebook)

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.