Africa Extreme 2015: L’ avventura è vita

Articoli correlati

Nike Alphafly NEXT%: le scarpe dell’uomo più veloce del mondo sono in vendita

Dai piedi dell'uomo più veloce del mondo alla strada: le Nike Alphafly Next% del record di velocità sono in vendita

Il nuovo spot Nike per dirci che ci rialzeremo

Nike ha fatto un nuovo spot in cui non parla dei suoi prodotti ma della sua visione del mondo. E dice che i campioni sono quelli che non smettono mai di sperarci. E tu sei così?

Si farà la maratona di New York?

Il sindaco Bill de Blasio, comprensibilmente, dà risposte evasive

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.
Elisabetta Molteni
Nata in sella a una moto da cross, sa smontare una forcella e modificare un carburatore. È premio Nobel in organizzazione della giornata e ottimizzazione del tempo. I ben informati dicono che i suoi orologi hanno 29 ore e che riesce a scrivere anche quando dorme.Divisa tra lavoro, famiglia e vita quotidiana, corre veloce e osserva. Tutto. Parla di: Lifestyle su girls.runlovers.it

Tempo di lettura: 2 minutiGli avventurieri sono una categoria di persone strane: dedicano la propria vita a spostare l’asticella dei limiti (propri e di tutti noi) sempre un po’ più in là.
Sono atleti, certamente, ma anche motivatori, psicologi, filosofi moderni.
Se Alex Bellini è un avventuriero gentile e pacato, che pondera le proprie parole e molto osserva, Danilo Callegari è quasi il suo opposto.
Danilo è forza esplosiva, energia allo stato puro, mani che gesticolano quando parla delle sue imprese e dei suoi progetti.
Danilo è soprattutto sorriso! Un largo, smagliante e sincero sorriso. Che rivolge a tutti, ma che diventa splendente quando parla di ciò che fa.
E lui fa tante cose.

L’ultima, in ordine di tempo, è Africa Extreme, un’avventura di 51 giorni attraverso l’Africa. Detta così sembra (quasi) semplice. Servono i numeri per rendere appieno la portata dell’impresa:
50 km di nuoto continuativi in 24 ore, con partenza da Zanzibar Town e arrivo a Bagamoyo.
1.200 km di corsa endurance pari a 27 maratone. Partenza da Bagamoyo fino al Campo Base del Kilimanjaro, coprendo una maratona al giorno. Danilo correrà lungo strade sterrate che percorrono l’arido e inospitale entroterra della Tanzania e salirà e scenderà su altopiani attraversando immense zone di savana.
Salita del Kilimanjaro (5.895 mt) senza campi intermedi, con partenza dalle pendici della vetta africana (1.600 mt) e arrivo direttamente in vetta con 4.000 mt di dislivello positivo.

(Hai l’espressione sbigottita, vero?)

Africa Extreme, che già di per sé è un’impresa al limiti dell’epico, fa parte di “7 Summits Solo Project”, il progetto con cui Danilo Callegari si propone di raggiungere le sette vette più alte dei 7 Continenti unendo all’impresa alpinistica vera e propria altrettante sfide di outdoor estremo, e di diversa tipologia.
Africa Extreme è la terza tappa di questo percorso, cominciato nel 2011 con il South America Extreme: la conquista del Cerro Acocangua (6.962 mt. ) dopo 4.500 km in bicicletta e 280 km in canoa sul lago Titikaka.

Il progetto è poi proseguito poi nel 2012 con Europa Extreme: la scalata dell’Elbrus, che con i suoi 5.642 metri è la vetta più alta della catena del Caucaso, a cui seguirono 4.000 km in bicicletta attraverso Russia, Ucraina, Romania, Ungheria, Slovenia e infine Italia, con arrivo nella “sua” Pordenone.

E ora, appunto, l’Africa.
Il viaggio per il continente nero è iniziato ben prima dello scorso 3 ottobre, quando Danilo e lo staff che lo accompagna è partito per la Tanzania.
Il viaggio di Africa Extreme è cominciato mesi fa, con una preparazione ad hoc fatta di continui allenamenti giornalieri in tutte le discipline e culminata con i test preparatori: una prima traversata di 20k a nuoto a Lignano Sabbiadoro a metà luglio, l’ascesa da Gressoney alla capanna Margherita e ritorno (3.400 mt di dislivello positivo ed altrettanti in negativo) in meno di 24 ore a fine luglio, ed il running test (5 maratone in 5 giorni) ad agosto.

Ora Danilo sta ricaricando le batterie dopo aver portato a termine la prima frazione, nuotando per 50k dall’isola di Zanzibar alle coste della Tanzania in 23 ore: nulla lo ha fermato, né le onde alte metri, il mare grosso, la medusa che lo colpito in volto.
Perché come dice Danilo “l’avventura è vita… E i limiti sono solo nella nostra mente”

Per seguire Africa Extreme
http://danilocallegari.com/africa-xtreme-2015/
facebook.com/Danilo-Callegari

Credit photo: Lorenzo Franco Santin

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Nike Alphafly NEXT%: le scarpe dell’uomo più veloce del mondo sono in vendita

Dai piedi dell'uomo più veloce del mondo alla strada: le Nike Alphafly Next% del record di velocità sono in vendita

I vostri fuori soglia

Nella precedente puntata ti avevamo chiesto di raccontarci i tuoi fuorisoglia, quando cioè ti sei trovato in territorio sconosciuto, in tutti i sensi. Ecco sei dei vostri racconti.

Centrifugato, mon amour!

Cetriolo, Sedano e lime ma anche Anguria, fragole e pomodoro. Due centrifugati buonissimi!

Economia di corsa: l’importanza del gesto e della tecnica

È il modo migliore per andare più veloce e con meno fatica e si riassume in un solo concetto: migliorare l'economia di corsa.

Quando sei andato fuorisoglia?

Andare fuorisoglia significa uscire dalla tua zona comfort. In questa puntata raccontiamo quando ci è capitato e ti chiediamo di raccontarci quando è successo a te

La corsa fa male alle ginocchia?

Hai male alle ginocchia? Colpa tua che corri! E invece no: non è detto e la corsa potrebbe essere l'ultimo problema

Il nuovo spot Nike per dirci che ci rialzeremo

Nike ha fatto un nuovo spot in cui non parla dei suoi prodotti ma della sua visione del mondo. E dice che i campioni sono quelli che non smettono mai di sperarci. E tu sei così?

Scelti dalla redazione

Le app per allenarsi bene

App ce ne sono moltissime ma quali scegliere per rendere il nostro allenamento più facile ed efficace? Ecco la selezione delle nostre preferite.

Come scegliere il portacellulare per correre

Il cellulare è ormai un accessorio indispensabile per i runner: da chi lo utilizza per monitorare i propri progressi a chi non rinuncerebbe mai...

Un programma di allenamento per ogni obiettivo

Tutti i programmi di allenamento: dalla 10K alla maratona e 4 tabelle extra per migliorarti.