3 consigli dal mitico Nick Symmonds

Che noi lo amiamo follemente non è un mistero: è un olimpionico argento a Londra 2012 ed è un atleta estremamente ironico, divertente e molto umano. Inoltre ha cercato di stabilire il record del mondo sul Beer Mile, quindi per noi Nick ha già vinto tutto quello che poteva vincere. È quindi con piacere che condividiamo 3 consigli che ha dato. Perché lui è lo zio che dispensa consigli ed è meglio che tu stia ad ascoltarli, perché Nick è il tipo di zio che spacca.

1. La crema sale sempre in superficie

Così gli disse il suo coach Kelly Sullivan alle qualificazioni per le Olimpiadi nel 2008: Nick era particolarmente nervoso e l’allenatore gli spiegò che le competizioni importanti avevano questa caratteristica: facevano emergere gli atleti più forti mentalmente e fisicamente. E lui faceva sicuramente parte della crema.

2. Si tratta solo di correre

Questo gliel’ha detto invece Sam Lapray, coach e suo grande amico: alla fine si tratta solo di correre. Non si tratta della tua famiglia, della cura del cancro, di realizzare la pace nel mondo: si tratta di correre in tondo. Sii umile nella vittoria e nella sconfitta.

3. Che tu arrivi primo o ultimo, complimentati con i tuoi avversari

Questo gliel’ha insegnato invece sua madre Andrea: alla fine di ogni gara fai sempre i complimenti ai tuoi avversari e stringigli la mano.
Una cosa apparentemente da niente, ma che ha reso Nick uno dei più amati atleti del mondo.

LEGGI ANCHE:
una giornata dolo-MITICA!

(tratto da Spikes from Iaaf, photo credits Lapel 1865)

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.