Under Armour SpeedForm RC – L’anteprima

Tempo di lettura: 2 minuti

L’ispirazione può venire da mille cose: oggetti, dettagli, un soffio di vento che scosta una tenda e che ti fa intravedere qualcosa.

Oppure da un reggiseno.

Non che i designer di Under Armour siano degli impenitenti voyeur: in realtà hanno usato la tecnologia di fabbricazione del reggiseno per creare la prima conchiglia (così si chiama la parte di tomaia che trattiene il tallone) senza nemmeno una cucitura.
D’altronde Under Armour si è imposto come brand di abbigliamento tecnico iper-performante e avantissimo, non poteva certo fare una scarpa che passasse inosservata o che fosse solo apparenza.

under-armour-speedform-rc-green-back-03

Meno è meglio.

Meno cuciture, meno pezzi da assemblare, meno peso: la formula della scarpa perfetta secondo Under Armour. Questa è SpeedForm RC: una tomaia leggera non solo fisicamente (170 grammi!) ma anche visivamente (è praticamente trasparente) e soprattutto un fit perfetto, dal tallone alla punta, con un vero e proprio calco delle dita del piede.

Tutto il resto è maglia.

La tessitura della tomaia sembra una maglia, in effetti. E così la descrivono: “La prima scarpa fatta interamente con tecniche da industria tessile”.
Ma con l’occhio all’ottima e più aggiornata tecnica di corsa: drop (differenza tacco-punta) di 6 millimetri e intersuola iperreattiva in MICRO G®.

In vendita da fine febbraio, a 134,28 €

under-armour-speedform-1 ua-designs-inside-out-speedform-rc-06 UA_Speedform_runningshoe_620x467 cb0c45fdbig 6c0de534big

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.