Smaltire il pranzo di Natale…in anticipo!

Tra le cose belle del Natale, dove al primo posto in assoluto nella mia personale classifica campeggia…il panettone, entra di diritto il pranzo di Natale. Quell’immensa abbuffata cui ci sottoponiamo tutti gli anni con il conseguente pensiero legato a quanto tempo ci servirà per smaltire tutta quella roba.
A dire il vero, negli ultimi anni, non faccio più questo pensiero poichè vado a correre una discreta distanza prima di sedermi a tavola con il risultato che mangio quel che voglio senza farmi il minimo problema.

Quanti Km?

L’unica cosa che resta da determinare, se si vuole seguire questa cosa dello smaltire il pranzo di Natale in anticipo, è il numero di km da correre per bruciare il quantitativo di cibo che consumeremo. A questo punto occorrono quindi determinare due cose: il numero di calorie che si bruciano con la corsa e il numero di calorie presente nel nostro Pranzo di Natale.

Calorie per km

Determinare il numero di calorie che si bruciano per ogni km di corsa è piuttosto semplice. C’è una formula, piuttosto collaudata, da applicare per questo scopo. La formula dice che una persona che corre brucia poco meno di una caloria (0,9 è il valore esatto) per ogni kg del suo peso per ogni km di corsa.
Per fare un esempio, una persona di 70 kg che corre 10 km avrà consumato più o meno 630 calorie.

Sullo stesso argomento:
Frappe, Chiacchiere, Bugie, Cenci, Gałàni, Rosoni o Sfrappole. Tu come li chiami?

Calorie nel pranzo di Natale

Più difficile sarà determinare il quantitativo calorico presente nel pranzo di Natale. Facendo qualche ricerca qua è la è emerso che, mediamente, ogni pranzo (o cena) delle festività contenga 2000 calorie. Così, tanto per fare un esempio, una fetta di panettone conta 333 calorie (una di pandoro 410, un altro motivo per preferire il panettone).

In definitiva

In definitiva, quindi, se vogliamo smaltire in anticipo il pranzo di Natale abbiamo tutti gli elementi necessari per capire quanti km dovremmo correre per smaltirlo se non proprio tutto, almeno una buona parte.
Se sei il tizio dell’esempio precedente e quindi pesi 70 kg, dovresti correre circa 30 km per consumare anticipatamente il pranzo di Natale. Ma senza essere un aspirante maratoneta anche solo farne la metà e sapere che metà del pasto è già smaltito in anticipo di sicuro può aiutare.
In definitiva, l’importante è correre e sapere che, per ogni fetta di panettone aggiuntivo che voglio mangiare, devo poi correre 5 km per smaltirlo!
Buon pranzo di Natale a tutti.

CONDIVIDI
Giacomo Gobbo (detto Jack Lucarelli): di giorno veste i panni di un comune impiegato del catasto (o qualcosa del genere), uscito dal luogo di lavoro si cambia all'interno di una cabina telefonica e veste i panni di un Runner. L'avvento dei cellulari gli ha complicato enormemente la vita in quanto non trova più cabine all'interno delle quali cambiarsi. E i parcheggi delle aree di servizio sono luoghi per scambisti quindi l'operazione risulta essere altamente pericolosa. Ogni tanto parte in missione per conto di diomede, suo vicino di casa, e va a correre maratone e gare di trail di lunghezza spropositata. Ha un'insana passione per le storie sulla corsa e tende a riproporle, anche qui dentro, conciliando il sonno del pubblico.

2 COMMENTI

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.