SilverSkin: la tua seconda pelle made in Italy

Articoli correlati

La compressione secondo Oxyburn

Un tipo di capo tecnico che non dovrebbe mancare nel guardaroba del runner è quello a compressione. Abbiamo provato quelli dell'italiana Oxyburn

Santini x Ironman: “cor AUDAX”

Il body da triathlon Santini x Ironman AUDAX è un prodotto di fascia alta, per i triatleti più esigenti che vogliono un prodotto perfetto sotto ogni punto di vista.

Canotta e body Runlovers by RYD

Ne avevamo parlato nel nostro account Instagram e su Facebook e ora, finalmente sono disponibili all'acquisto la canotta e il body da triathlon Runlovers...

Come scegliere il miglior zaino da corsa?

Il tema dello zaino da corsa è da maneggiare con cura. Nella tua esperienza da runner ti sarà capitato di trovarti nella situazione in...
Martina Faccin
Gli annali sportivi dicono che sia stata nella nazionale di ciclismo però, se andate a bere uno spritz con lei, non riuscirete a capacitarvene. In realtà è una metallara molto “FUCK YEAH!”, Veneta DOC, ora si è data al running, alla corsa in montagna, al triathlon, insomma… dove si va forte e si fa fatica lei c’è. Si dice sia così ossessionata dal cronometro che calcola anche quanto tempo ci mette per arrivare al lavoro ed è sempre troppo… poco. Per GIRLS parla di Corsa e Triathlon

Tempo di lettura: 3 minutiTi svelerò un segreto: anche se corri in montagna, col freddo, il ghiaccio e la neve è inevitabile che ti accada una cosa: sudi. Di sicuro meno che a luglio all’una del pomeriggio a Palermo, ma comunque sudi.
E se hai già corso in montagna o col freddo sai bene che una delle sensazioni più sgradevoli che puoi provare è quella del sudore freddo sulla pelle. Ce n’è una peggiore forse: un indumento inzuppato di sudore che si raffredda, congela e ti fa solo venir voglia di finirla presto questa corsa perché vuoi tornartene a casa.

La soluzione

Sono una runner che ama correre in montagna, e nel periodo invernale come in quello estivo, la forte escursione termica obbliga a scegliere con cura l’abbigliamento per evitare sconvenienti disagi. E a volte il solo abbigliamento tecnico non basta: devi avere un primo strato che ti protegga meglio dal freddo: hai bisogno di un intimo tecnico.
Al primo impatto i prodotti di intimo tecnico SilverSkin mi sono sembrati quasi pesanti. Pensavo li avrei “sentiti” addosso. In realtà quando li indossi diventano come una seconda pelle e scompaiono. Sono fatti di maglia, ma utilizzano un particolare filato (anallergico, antibatterico, antiodore, traspirante e termo regolatore) che porta il sudore all’esterno, lasciando la pelle asciutta. Quindi evitando che vi si depositi un velo di sudore che poi… ghiaccerà.

Una bella sensazione

Dirò di più: nel momento in cui l’intensità dello sforzo diminuisce (ad esempio quando inizia la discesa), ho notato che le parti del corpo coperte da SilverSkin, rimangono protette, a differenza di altre zone in cui, il freddo abbinato alla sudorazione, mi davano una sensazione di freddo.
Grazie all’aderenza del tessuto al corpo e all’assenza di cuciture, hai molta libertà di movimento e ti senti comoda, cosa da non sottovalutare per chi fa sport ad alta intensità (non c’è cosa peggiore di una cucitura che sfrega o di una maglia che si muove mentre sei in salita).
La linea che ho provato è la Stay Warm: promette già dal nome di mantenere una piacevole sensazione di tepore a temperature dai +20° ai -15. Silver Silk spiega che la maglia con cui sono fatti i leggings o le T-shirt (ma anche i cappellini o le calze) è solo apparentemente di lana: si tratta in realtà di un filato misto che ha doti di grandissima elasticità (si allunga fino ad un metro, roba da Elastigirl degli Incredibili :), è antibatterico (quindi non ha cattivo odore, anche dopo l’utilizzo e questo grazie all’argento utilizzato) e soprattutto è termoregolatore: permette al corpo di traspirare e di regolare naturalmente la propria temperatura. Ecco perché mi sentivo sempre bene!

SS_02

One more thing

Mi piace sapere che Silver Silk è prodotto in Italia da un’azienda nata solo un anno fa: è un filato inventato in Italia, prodotto da macchine e maestranze italiane nelle Marche. Non male per noi runner che diamo quasi per scontato che tutto il nostro abbigliamento o le nostre scarpe debbano essere straniere.
L’Italia corre, eccome.

SS_03 SS_04 SS_05 SS_06

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Tutti i benefici della corsa

Dieci ottimi motivi per cui correre è la scelta più giusta che potevi fare

Cosa c’è per cena? Il banana bread

Inizia una nuova rubrica che parla di cibo non solamente dal punto di vista nutritivo ma anche come appagamento dopo un allenamento, e risponde alla domanda "cosa c'è per cena?"

Corri con un pacer virtuale

Ghost Pacer è un prodotto che sfrutta degli occhiali a realtà aumentata per farti correre con un pacer virtuale

Corriamo per andare più lentamente

Sembra un paradosso ma lo è fino a un certo punto: quando corriamo andiamo più veloci ma in realtà vogliamo rallentare per riappropriarci del nostro tempo.

Io, Charlene e lo specchio di Biancaneve

Questo duemilaventi, podisticamente parlando, non è stato di sicuro ricco di cose da ricordare, almeno per quel che mi riguarda. La situazione mondiale e...

Correre in sicurezza

Sono poche regole e servono a correre sempre in sicurezza. Per evitare spiacevoli inconvenienti

La mezza di Monza si correrà, davvero

Dopo mesi di cancellazioni, la Ganten Monza21 Half Marathon si farà. Le iscrizioni sono aperte

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Aumentare la velocità nella corsa

Correre più veloce è insito nell'uomo. Se una volta lo facevamo per cacciare, ora è puro spirito di miglioramento. Ecco i metodi per aumentare la velocità.

Correre in gravidanza: rischi e benefici da conoscere

Attenzione: questo articolo vuole solamente fornirti delle indicazioni generali per introdurre un argomento su cui riceviamo molte domande. Poiché siamo tutte diverse, il consiglio...