L’importanza del sonno

Articoli correlati

Economia di corsa: l’importanza del gesto e della tecnica

È il modo migliore per andare più veloce e con meno fatica e si riassume in un solo concetto: migliorare l'economia di corsa.

Scarpe per tutti

Una vostra domanda, magari anche tua che stai leggendo, ci ha dato lo spunto per questa puntata. Un ascoltatore ci ha chiesto di parlare...

Otto consigli per evitare i più comuni errori nella corsa

Ti piacciono le chacklist? Questa ti aiuterà a capire se hai fatto tutto quello che dovevi fare per goderti la corsa e tenerti alla lontana dagli infortuni

Dolore? Ecco alcuni rimedi naturali

Se hai dolori di lieve o gestibile entità e non vuoi prendere farmaci, ci sono diversi rimedi naturali o mentali che puoi usare
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Tempo di lettura: 3 minutiLa mamma te lo ripeteva sempre: vai a letto che devi riposare! Dopo ti addormenti a scuola!
E tu non l’ascoltavi, eh?

Beh, la mamma aveva ragione, come al solito.

Perché è importante dormire

A cosa serve dormire? A questa domanda sanno rispondere tutti: perché il corpo e la mente hanno bisogno di riposare e recuperare energie. Perché le ore di veglia mettono il corpo sotto sforzo e il lavoro o lo studio fanno il resto. Se poi sei anche un tipo sportivo hai ancora più bisogno di dormire, perché il recupero delle energie è una parte fondamentale dell’allenamento.

Cosa succede esattamente?

Mentre dormiamo il corpo non rimane inattivo, anzi: compie moltissime operazioni di manutenzione necessarie a farci alzare il giorno dopo ristorati e pronti a ripartire:

1. I reni riequilibrano l’acqua, i sali e gli elettroliti per assicurarti che i muscoli rispondano pronti alle tue richieste di compiere certi sforzi (gli elettroliti sono necessari per le comunicazioni fra cervello e muscoli) e soprattutto perché tu non abbia crampi.
2. I muscoli stressati o microlacerati dall’allenamento – finalmente a riposo – vengono ricostruiti
3. Durante il sonno l’ipofisi rilascia nel sangue la somatotropina, o ormone della crescita, che serve a ricostruire i tessuti muscolari e a fortificare le ossa.

La privazione del sonno

Dormire poco ha molte controindicazioni:

1. Sei stanco e non riuscendo mai a recuperare (specie se nel frattempo ti alleni) sei sempre più stanco/a. È un circolo vizioso
2. Sei più irritabile
3. Hai difficoltà a concentrarti e non riuscirai ad essere lucido/a, specie in gara o quando devi essere focalizzato e determinato e devi prendere decisioni in frazioni di secondo
4. Più sei nervoso e irritabile, più compensi… mangiando (adesso la cosa ti interessa di più, eh?). Quindi, ingrassi.

Quanto devi dormire?

Il fabbisogno di riposo quotidiano è variabile da persona a persona. Come puoi sapere di quante ore hai bisogno? Farlo è  semplicissimo:

1. Fai il test la notte precedente ad un giorno festivo o quando sai che non dovrai puntare la sveglia e in un periodo in cui non sei particolarmente stressato/a o stanco/a
2. Non assumere caffè o alcol qualche ora prima di coricarti
3. Dormi
4. Svegliati (naturalmente) e guarda quante ore hai dormito

Se a svegliarti non è stato il tuo vicino di casa che provava eccitatissimo il suo nuovo decespugliatore con motore a scoppio ma semplicemente il tuo corpo che ha detto al tuo cervello “Ok, può bastare” allora quelle dormite sono le ore di cui hai bisogno per riposarti. Potresti anche ripetere il test per verificare se ottieni risultati diversi, ma anche una volta o due può bastare.

Una buona abitudine

Per essere efficace, l’abitudine a dormire il giusto numero di ore deve essere, appunto, un’abitudine. Quindi deve ripetersi senza significative variazioni. Ricordi quando a scuola studiavi 10 ore di fila il giorno prima di un’interrogazione? In genere l’interrogazione non andava particolarmente bene e studiare molte ore la stessa materia serviva solo ad avere una gran confusione in testa. Anche con il sonno vale stesso: dormire molte ore il giorno prima di una gara non assicura una buona prestazione. Dormire abbastanza significa dormire con costanza sempre lo stesso numero di ore per periodi prolungati. Dormire molto prima di un appuntamento importante non serve a molto, invece. Probabilmente ti farà sentire più stonato e basta.

Ascolta lo zio

Alcune regole d’oro su cui riflettere questa sera prima di chiudere gli occhi:

1. Cerca di dormire ogni giorno lo stesso numero di ore: il corpo ama certe routine e se ci si abitua ti restituirà regolarità e precisione nell’attività fisica
2. Cerca di andare a letto ogni giorno alla stessa ora (routine del sonno)
3. Anche riposare 15/30 minuti durante la giornata può essere utile per recuperare energie
4. Come dormire bene:
– rendi il luogo dove dormi accogliente e buio.
– elimina le fonti di disturbo (televisione, cellulari accesi)
– rilassati per circa 20-30 minuti prima di addormentarti, magari leggendo un libro oppure, sì, vabbè, ci siamo capiti ;)
– evita di assumere alcol o caffeina poco prima di coricarti.

Ehi, non ti sarai mica addormentato? :)

Buon riposo. Serve, davvero.

(in questo video Arianna Huffington spiega l’importanza del sonno. È in inglese, ma qui lo puoi trovare sottotitolato scegliendo nella toolbar in basso “Subtitles->Italian)

(Photo credits from Flickr by Daniel Guimarães)

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Nike Alphafly NEXT%: le scarpe dell’uomo più veloce del mondo sono in vendita

Dai piedi dell'uomo più veloce del mondo alla strada: le Nike Alphafly Next% del record di velocità sono in vendita

I vostri fuori soglia

Nella precedente puntata ti avevamo chiesto di raccontarci i tuoi fuorisoglia, quando cioè ti sei trovato in territorio sconosciuto, in tutti i sensi. Ecco sei dei vostri racconti.

Centrifugato, mon amour!

Cetriolo, Sedano e lime ma anche Anguria, fragole e pomodoro. Due centrifugati buonissimi!

Economia di corsa: l’importanza del gesto e della tecnica

È il modo migliore per andare più veloce e con meno fatica e si riassume in un solo concetto: migliorare l'economia di corsa.

Quando sei andato fuorisoglia?

Andare fuorisoglia significa uscire dalla tua zona comfort. In questa puntata raccontiamo quando ci è capitato e ti chiediamo di raccontarci quando è successo a te

La corsa fa male alle ginocchia?

Hai male alle ginocchia? Colpa tua che corri! E invece no: non è detto e la corsa potrebbe essere l'ultimo problema

Il nuovo spot Nike per dirci che ci rialzeremo

Nike ha fatto un nuovo spot in cui non parla dei suoi prodotti ma della sua visione del mondo. E dice che i campioni sono quelli che non smettono mai di sperarci. E tu sei così?

Scelti dalla redazione

Le app per allenarsi bene

App ce ne sono moltissime ma quali scegliere per rendere il nostro allenamento più facile ed efficace? Ecco la selezione delle nostre preferite.

Come scegliere il portacellulare per correre

Il cellulare è ormai un accessorio indispensabile per i runner: da chi lo utilizza per monitorare i propri progressi a chi non rinuncerebbe mai...

Un programma di allenamento per ogni obiettivo

Tutti i programmi di allenamento: dalla 10K alla maratona e 4 tabelle extra per migliorarti.