CODA, CORNA E SCARPETTE

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un divertente racconto (vero? Inventato? Ma ha importanza forse?) di Sandro Giambra.

Enjoy.

 

Qualche giorno fa, erano le due di notte e non riuscivo a prendere sonno.
Forse avevo sete o forse no.
Nel dubbio, mi sono alzato per andare a bere.
Ritornando a letto, sento la notifica di email personale ronzare dal telefonino in carica sul mobile dell’ingresso.
Vabbè, fammi vedere chi è ‘sto compagno di sventura.
Apro, guardo e leggo:
– Ciao sono il diavolo e t’ho appena mandato una richiesta su feisbuc, mi fai la cortesia di accettare l’amicizia? [diavolo@yahoo.inf]
Gli rispondo subito:
– Io non riesco a dormire perché a cena mi sono strafogato due etti di prosciutto, buonissimo forse un po’ salato, ma tu, per stare messo così a quest’ora, devi esserti mangiato il maiale intero, senza neanche ammazzarlo.
– Non fare l’ironico, lo so benissimo che ti stai cacando sotto di paura. Sono veramente il diavolo e voglio che accetti l’amicizia.
– Puoi descriverti? Cioè come sei fatto e che vedi intorno a te?
– Ho il forcone incandescente, la coda, le corna, le scarpette e sto al centro di una enorme caverna piena di fumo che puzza di zolfo
– Porcazzozza, devi essere veramente il diavolo. Che cosa vuoi?
– Accetta l’amicizia e poi vieni in pvt.
– … e .. vabbè
HAI ACCETTATO LA RICHIESTA DI AMICIZIA. MANDA UN MESSAGGIO AL TUO AMICO DIAVOLO …
– Eccomi qui … allora cosa vuoi?
– Sempre la solita cosa, la tua anima, so il diavolo. Firmami il contratto che t’ho allegato, lo scannerizzi, me lo mandi per pdf e io esaudirò i tuoi desideri. Dimmi tu, piuttosto, in cosa posso accontentarti?
– … 20 anni di meno, soldi, ragazze, superdotazione sessuale …
- ehi, allora non hai capito niente …
– ma non sei il diavolo?
– sì ma mica ce n’è uno solo di diavolo, te l’ho detto, ho le scarpette, quindi io sono il diavolo …
– …?
– dei runners!
– il diavolo dei runners?! E che vuol dire?
– vuol dire che puoi chiedermi solo desideri collegati alla corsa … se poi un giorno ti dovesse dire culo e ti càpita il principale, lì ti potrai sfogare come ti pare.
– ma io sto infortunato da 6 mesi, chette dico?
– appunto per quello, ancora più desiderio … dopotutto mi prendo la tua anima. Lo sai che vuol dire no?: inferno per l’eternità! … Piuttosto, hai già firmato?
– ma … devo farlo col sangue?
– ma no, che minchiate dici, la prima Bic che trovi va bene.. però, sbrigati bello mio, sennò passo al prossimo. Ti interessa o no?
– sì sì, certo che mi interessa
– allora daje, smolla ‘sti desideri …
– siamo a inizio settembre … quindi, desidero scendere sotto i 40’ alla Best Uoman di dicembre, poi fare il mio best alla Roma-Ostia a marzo e infine … qui ci vuole giusto il diavolo, scendere sotto le 3 ore e un quarto in una maratona del prossimo maggio. Che ne dici?
– boh, io di corsa non ci capisco niente, comunque ho registrato tutto e appena mi mandi il contratto firmato ce li avrai esauditi. Buonanotte.
– … per l’eternità?
– sì, all’inferno, per l’eternità. Ciao.


Bè, dato che c’ero, forse avrei fatto meglio a chiedere di più … dopotutto pago con l’eternità.
… non so se firmerò.
Sta spuntando il sole,
l’aria profuma …
e non ho neanche lo scanner.

 

(Photo Credits from Flickr by Bernat Casero)

 

 

 

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.