Airia One – Storia di una storia d’amore

Articoli correlati

New Balance 1080 v10: evoluzione e rivoluzione

Tanta nuova tecnologia nella nuova versione delle New Balance 1080. Le abbiamo provate ed ecco come vanno, tra nuova tomaia e nuova ammortizzazione.

New Balance Fresh Foam Hierro v5, Il fascino intramontabile di Boston

Paco ha provato le New Balance Hierro 5, le nuove scarpe da trail dell'azienda statunitense. Ed ecco cosa ne pensa.

Le scarpe più amate del 2019

Il 2019 non è stato affatto parco in termini di novità. Non ci sono state rivoluzioni o meglio: quelle del passato sono arrivate a maturazione e hanno permesso di abbattere record imbattuti da decenni

Le scarpe veloci, secondo Nike

La recensione dei due modelli Nike dedicati alla velocità: Vaporfly NEXT% e Pegasus Turbo 2 (anche in versione Shield). Un'intersuola in comune e moltissime differenze.
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Tempo di lettura: 3 minutiocchialini-nuoto-svedesi-malmstenQuando ho indossato per la prima volta le Airia One di Airia Running mi sono tornati in mente gli occhialini da nuoto svedesi. Quando  indossai per la prima volta queste coppette di plastica trasparente senza alcuna guarnizione e tenute assieme da un semplice spago pensai “Non funzioneranno mai”. E invece.

Anche le Airia sono svedesi

Cosa hanno gli svedesi? Che magia hanno? Creano oggetti che ti fanno solo pensare “Naaaa, non funzioneranno mai”. Poi li provi e pensi “Ma perché non li fanno tutti così? Perché gli occhialini da nuoto non sono solo svedesi?”. E adesso mi tocca dirlo di un paio di scarpe da running. Correndoci ho pensato solo “Queste sono… come le chiamano gli americani? Delle scarpe ‘game-changer’. Cose che cambiano le regole del gioco.

Sembra una scarpa da running, ma è molto diversa da come la immagini

Le Airia sono arrivate accompagnate da un foglio che diceva “Non ci devi camminare: ci devi correre”. Le indossi e capisci perché. Raramente ho provato delle scarpe più scomode e ostiche appena indossate: se ci passeggi hanno qualcosa di strano, che non funziona. Come se avessi messo male le calze nell’avampiede e non fossero ben aderenti, come arricciate. Cosa sono questi due rigonfiamenti che sento sull’esterno dell’avampiede? Non funzioneranno mai. Partiamo male Airia, malissimo.

Parto e sono diffidente

Inizio a correre e mi ostino ad ascoltare il suono che fanno: sembrano vuote. Clap clap. Mah.
Faccio il primo km sono sospettoso. Non mi fido Airia, non me la racconti giusta. Ripenso a come camminavo con loro prima di mettermi a correre: tentavano ostinatamente di spingermi l’avampiede verso l’alluce. Il che non è sbagliato, intendiamoci: l’alluce è il dito più grande del piede, è logico caricare il peso su quello. Poi ho ricordato qual era la caratteristica davvero inedita delle Airia. Il drop trasversale all’altezza del’avampiede. Parliamo di scarpe che spingono il piede a piegare verso l’interno, per far lavorare meglio il sistema alluce, caricando e scaricando la propulsione dove il piede meglio la sopporta.

Schermata 2014-06-10 alle 00.19.44

The best has yet to come

Il bello è che tutti questi ragionamenti dopo 1 km non li facevo più. Andavo fortissimo. Come non mai. Non credo di aver mai corso così naturalmente e così velocemente con una scarpa da running. Airia si propone come capace di migliorare la velocità fino al 7% e l’avevo preso come un proclama da sbruffoni. Ma questi sono svedesi, questi una cosa dicono, una cosa fanno.
Personalmente ho migliorato la velocità di un 5-7%. Trattandosi di esseri umani e non macchine i risultati variano da giorno a giorno, ma un miglioramento è evidente. I miglioramenti più evidenti poi sono quelli di chi non è particolarmente veloce (eh, perché guardi me?) perché chi va già fortissimo ha meno margini di miglioramento. Finalmente una buona notizia per noi Capitan Lumaca.

10843069473_a6a6accf12_h

Ma non è la (sola) parte interessante.

Airia One, pur essendo  indiscutibilmente una scarpa strana già nella forma (hai visto quella punta all’insù? Ma che sarà mai?) e ancor di più indossata, ti dà confidenza sin da subito. A patto di fidarti di lei: lei ti spinge verso l’interno dell’avampiede? Non resistere, lasciala fare, non te ne pentirai. Dopo pochi minuti te la sei dimenticata e scopri di andare davvero fortissimo e di non fare fatica e di volerne fare sempre di più. Come se così avessi sempre dovuto correre.

E per chi non corre di avampiede?

Airia One ha anche una normale (non esagerata) ammortizzazione sul tallone. Cioè? Cioè ci puoi correre anche di tallone, come con le tue scarpe preferite. Il tallone non ha alcuna correzione antipronazione/supinazione: è stondato e quindi è il corpo stesso a scegliere come usarlo. Usale per correrci di tallone, vedi che si può fare:

 

La magia della Airia è contenuta nella suola: drop trasversale in zona avampiede/mesopiede, tallone stondato e prodotta da Vibram. C’è molta Italia in queste scarpe, tanto che le fanno materialmente nelle Marche.

Forse non sei la più bella, forse non sei quella con il carattere più accomodante, a volte sei scontrosa ma si è ripetuto un cliché: un italiano si è innamorato di una svedese.

Come averle?

Puoi acquistare le Airia One su Airia Running a 190$ scontate di 20$ nella fase di lancio. Se non sei soddisfatto, entro 30 giorni puoi restituirle e verrai rimborsato. Not bad.

 

Altri articoli

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Il latte di mandorla siciliano

Sorseggiato con del ghiaccio sotto il patio e un libro in mano guardando le onde. Ecco la vera Estate siciliana

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione

Il caldo può farti correre meglio

Correre con il caldo non è solo un ottimo allenamento mentale ma anche fisico: ecco perché, secondo la scienza

Brooks Glycerin 18, missione morbidezza e protezione

Più morbide, più leggere, sempre reattive e versatili: ecco la 18a versione delle Brooks Glycerin

Wilson Kipsang squalificato per 4 anni

Dopo le indagini, la sentenza: quattro anni di squalifica per Wilson Kipsang

Basta pancia! Ecco come farla diminuire in poche mosse

Come diminuire la pancia? Con la triade: alimentazione, allenamento e recupero/riposo. E qualche accorgimento.

Correre fa bene alla memoria, migliora come pensi, ti rende felice

Nuove ricerche confermano che correre non solo fa bene al cervello ma aumenta le capacità mnemoniche e quelle motorie

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Vegan Banana Bread

Conoscono tutti il Banana Bread e di sicuro anche tu. È un pane alla banana tipico statunitense composto da purea di banana. Quella che...

Gli effetti del caldo sul corpo

Cosa succede al tuo corpo quando fa caldo? RunLovers te lo spiega.