L’importanza dell’integrazione

Articoli correlati

L’insalata di ananas e tacchino

Un'insalata con tacchino, ananas e tante delizie servite in modo semplice ma sorprendente.

Il latte di mandorla siciliano

Sorseggiato con del ghiaccio sotto il patio e un libro in mano guardando le onde. Ecco la vera Estate siciliana

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione

Conosci la food obsession 2020?

Sì è lui: il dalgona coffee. La food obsession 2020 che ha fatto il giro del mondo. Tutto comincia in Corea ma a ben guardare affonda radici che riguardano anche i nostri ricordi.
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Tempo di lettura: 3 minutiIl corpo umano è una meravigliosa macchina e come tutte le macchine deve essere rifornito di carburante per funzionare e “girare”.
Il carburante più comune lo conosciamo bene tutti: il cibo. Alimentarsi è il modo per immagazzinare, trasformando e metabolizzando il cibo, l’energia necessaria a vivere.

Diverse velocità, diversi consumi.

Esattamente come una macchina, meno veloce vai meno consumi, più veloce vai più consumi. E anche: più pesi, più consumi, perché devi muovere una “macchina” più pesante. Se conduci una vita sedentaria consumi di certo meno di chi conduce una vita mediamente o molto dinamica. Semplice no?

Ad ogni attività il suo consumo.

Fai sport, bruci energie. Più ne fai, più calorie (o, meglio, più sostanze nutritive) devi assumere. A parità di sesso, peso ed età il tuo consumo di calorie dipende da quanta attività fisica fai. Se assumi più calorie di quante ne riesci a bruciare accumuli (ingrassi). Se ne assumi meno dimagrisci ma sarai costantemente spossato. Se ne assumi il giusto sarai… in equilibrio!

Ogni cosa a suo tempo.

Se ti alimenti in maniera equilibrata (assumi quanto consumi) ma fai una vita sedentaria, non appena inizi a muoverti sentirai maggiormente lo sforzo: il tuo corpo fatica infatti a sostenere l’attività sportiva perché è in carenza di carburante. È a questo punto che devi integrare. Mangiando di più? Anche, ma soprattutto mangiando in maniera più intelligente e mirata, cioè assumendo solo quella parte “integrativa” di sostanze nutritive che servono ad alimentare la tua attività fisica.
L’integrazione si compone in 3 tempi:

Prima: in preparazione dello sforzo assumi sostanze nutritive che brucerai durante l’attività. Assumendole con qualche ora di anticipo lasci il tempo al tuo corpo di metabolizzarle e di restituirtele in tempo sotto forma di energia da bruciare. È il caso dei carboidrati trasformati in glicogeno, cioè energia pronta all’uso (ma che se non viene usata si trasforma in grasso).

Durante: quando corri il tuo corpo non ha il tempo di trasformare e rendere disponibili immediatamente le calorie contenute in un panino con la mortadella (che è pure complicato da mangiare mentre corri): devi ricorrere a sostanze più semplici e veloci da assumere e soprattutto immediatamente  disponibili. È il caso dei gel energetici: delle iniezioni di carboidrati velocemente assorbibili e pronti ad essere bruciati. Risultato? Senti meno la fatica dovuta allo sforzo e alla mancanza di energie e duri di più (nella corsa eh ;).

Dopo: per quanto tu sia bravo a misurare ciò che mangi, ti capiterà sempre e comunque di “finire corto”, cioè carente di sali, di proteine, di energie in genere. Già ne abbiamo parlato spiegando quanto sia importante reintegrare i sali, i liquidi e le sostanze nutritive bruciate durante la corsa. Metti che volevi farti una corsa ma che non hai mangiato prima o hai mangiato poco. Correrai e dopo il tuo corpo sarà carente, appunto, di sali, proteine, carboidrati. Per porvi rimedio in maniera mirata, efficace e veloce, puoi ricorrere agli integratori specificamente studiati per le fasi di recupero: proteine e/o aminoacidi (utili appunto a riparare i tessuti muscolari). Anche perché è dimostrato che il recupero più efficace avviene nella mezzora/ora successive all’attività fisica, e sai bene che aspettare la preparazione e cottura del tuo tortino di provola affumicata e verdure grigliate preferito richiede più tempo :)

La soluzione più pratica.

La corsa è il tuo modo per stare con te stesso: anche se vai veloce, è il tuo tempo che investi. Finito di correre però rientri nel vortice degli impegni, del lavoro: il tuo tempo viene gestito dagli altri. L’integrazione alimentare è la risposta veloce ed efficace alla necessità del tuo corpo di riportarsi su parametri prestazionali ottimali in poco tempo: il tempo sufficiente ad essere pronto per… la prossima corsa!

(Photo from Flickr by nicholasjon)

- Advertisement -

Altri articoli

3 COMMENTS

  1. Vi seguo sempre e con molto diletto pure. Ma qui non condivido.
    Non convincete la gente a prendere integratori che a detta di tutti gli studi scientifici prodotti, sono assolutamente inutili.

  2. da body builder ora corridore vi posso dire che gli integratori non servono a niente. integravo con amminoacidi proteine glutammina creatina omega3 e multivitaminico…. spingevo come un toro in palestra ed ero convinto che parte del merito era dell’integrazione bhè l ho voluto scoprire.. sapete che ho fatto ho staccato COMPLETAMENTE l integrazione per 6 mesi risultato? spingo sempre e comunque quanto spingevo prima Sono dimagrito ( le proteine se non lo sapete vi fanno mettere la panza e nel 90×100 dei caso basta il solo cibo a coprire il fabbisogno) ed ovviamente corro pure piu veloce! morale della favola? gli integratori da 0 a 100 contano 10 vanno usati nel modo giusto e sopratutto dovete allenarmi e sudarvi i risultati non ci sono scorciatoie ben che meno saranno gli integratori a farvi migliorare.

    • L’integrazione non serve per pompare o spingere di più in palestra. Nei cibi che assumiamo c’è molto poco di vitamine e minerali, non essendo più quelli di una volta, per esempio i pomodori che vengono raccolti verdi e fatti maturare nei frigoriferi. Non hanno più le vitamine e minerali che ci servono. L’integrazione è un’ottima soluzione al fabbisogno giornaliero che necessitiamo e non lo dico io, ma un dottore molto conosciuto e rispettato. Il dottor Lemontini, poi dipende sempre dove prendi gli integratori. Io vendo nutrizione e benessere, non steroidi o creatina. Assumo integrazione e sto molto bene, mia suocera grazie ai miei integratori riesce a farsi passeggiate che prima non riusciva a fare. Aveva anche il fegato molto carico per colpa delle medicine che assume e con un nostro integratore si è pulita il fegato e li esami che ha fatto hanno stupito anche il medico per quanto è migliorata. Prima di parlare informati!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

News più recenti

La mezza di Monza si correrà, davvero

Dopo mesi di cancellazioni, la Ganten Monza21 Half Marathon si farà. Le iscrizioni sono aperte

Come correre nel caldo davvero caldo

C’è il caldo e c’è il caldissimo: ecco i consigli di un atleta per correre con il caldo caldissimo

Non ci puoi fermare

Il nuovo video Nike incita a unirsi contro le divisioni di ogni tipo e lo fa usando una tecnica cinematografica molto particolare

Salomon si prepara al 2021 con tantissime novità

Le novità per il 2021 sono tantissime in casa Salomon. E soprattutto sono pensate per tutti i piedi e tutti i terreni

Come iscriversi alla NY City Marathon (virtuale)

Ecco come partecipare alla virtual race della NY CIty Marathon

Cose che non puoi fare a una maratona

Le regole sono regole e anche le maratone o le gare di corsa hanno le loro. Alcune condivisibili e altre che ti lasceranno un po’ così.

Una dieta particolare

Un limite di molte diete è quello di obbligare a pesare gli ingredienti. Questa è la testimonianza di chi ne ha provata una che non richiede quantità specifiche. E che (per lui) ha funzionato
- Advertisement -

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Come si allena la resistenza mentale?

Una buona prestazione fisica ha una potentissima componente mentale. Ecco cosa distingue i campioni dai buoni atleti. Ed ecco come puoi allenare la mente a essere resistente.

Stretching: sì o no?

Bisogna fare stretching? E se sì: prima o dopo la corsa? Proviamo a rispondere una volta per tutte.

Puoi correre se sei sovrappeso?

Si può correre se si è sovrappeso o obesi?