Le scarpe di Y-3: ispirazione al cubo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

Hey, hai letto fin qui? Trovato niente di strano? Pensavamo ti interessassero solo le immagini di queste stupende scarpe di Y-3 (che trovi comunque qui sotto). Allora prosegui pure nella lettura ;)

Ispira. Espira.

Esattamente: ispirazione, non inspirazione, per quanto iNspirare ed espirare siano attività fondamentali e vitali nello sport.
Y-3 è il marchio che il designer giapponese Yohji Yamamoto ha fondato alcuni anni fa con Adidas. Capi e accessori che uniscono il taglio sportivo e la fantasia e capacità sperimentale proprie del Giappone. I risultati sono scarpe spesso originali (come la Kubo che vedi qui sopra) o reinterpretazioni in materiali e  finiture pregiate delle scarpe tecniche di diverse discipline, come il basket, l’atletica leggera, lo skate e persino la boxe.

Anche gli stilisti subiscono il fascino dello sport.

È difficile pensare che Yamamoto avrebbe mai disegnato una collezione così bella se non si fosse sentito ispirato dal fascino tecnico degli strumenti dello sport: le scarpe in questo caso, oggetti che condensano nella forma una risposta alla funzione che hanno. E a RunLovers piace vedere come non solo il running ma tanti altri sport ispirano la moda e da questa vengono ripensati in nuovi colori, nuove forme, nuovi oggetti.
Da indossare a un prezzo: più di 200€, fino a 250€, anche.
Ma le immagini di questi pezzi unici sono gratis. Enjoy!

LEGGI ANCHE:
Le nuove Brooks Transcend

Tutto il mondo di Runaway su Pinterest. Scoprilo!

44475629EG_14_r44475629EG_14_f44475629EG_14_e44348354TP_14_r44348354TP_14_f44348354TP_14_e44348354TP_14_d44475648GW_14_r44475648GW_14_f44475648GW_14_e44297724TB_14_f44297724TB_14_r44297724TB_14_e44297724TB_14_d44475664EE_14_f44475664EE_14_r44475687VX_14_f44475687VX_14_r44475687VX_14_d

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.