La ricerca della felicità

Articoli correlati

Cerca il tuo avversario

E ora che di gare all'orizzonte non ce ne sono come fai a motivarti e a trovare obiettivi da superare? Non devi guardare tanto lontano...

Migliorare resilienza e motivazione

Resilienza e motivazione sono aspetti mentali indispensabili nello sport e nella vita quotidiana. Scopriamo insieme come allenarle e quanto sono importanti.

La regola dei 10 minuti

Cosa succede se dopo un po' che corri ti pare di non farcela? Potresti rinunciare oppure...

Pensa positivo

Un buon sistema per migliorare (in molte cose, non solo la corsa) è cambiare il proprio modo di pensare. Se pensi negativo ti succedono cose negative. Se pensi positivo? Beh, già lo sai.
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Tempo di lettura: 2 minutiOddio, non ci insegneranno pure a diventare felici questi RunLovers?

Ma magari: vorremmo tanto. Vorremmo che tutti fossimo felici, no? Chi non lo vorrebbe.
No: parliamo di essere felici quel tanto che basta. Più sereni forse, più leggeri. Come? Con la corsa, ovviamente ;)

La droga legale.

Si chiama “runner’s high”. Letteralmente “lo sballo del runner”. Avete presente quella sensazione di benessere che avete dopo la corsa? Ecco: non è niente di trascendentale. Si tratta di qualcosa di specifico e molto fisico: le endorfine sono sostanze prodotte naturalmente dal nostro corpo durante l’attività sportiva e servono a sentire meno lo stress e la fatica. Il bello è che restano in circolo anche dopo che abbiamo finito, per qualche ora. Il risultato è che stiamo divinamente. “Endorfina” è composta da “endo” (prodotta “dentro” il corpo”) e “-orfina”. Tipo “morfina”. Continuo?
Non c’è bisogno: sappiate solo che nessun poliziotto potrà arrestarvi per aver prodotto endorfine: è roba naturale. Bio!

Il vizioso circolo virtuoso.

Quanti si lamentano – piacevolmente e con un certo compiacimento – che quando inizi a correre non riesci più a smettere? In un certo senso si è vittime delle endorfine: ci fanno stare così bene che dobbiamo produrne sempre. E ancora. E ancora. Come? Correndo, ovviamente. E più ne produciamo, meglio stiamo. Se non lo facciamo siamo nervosi, irascibili. Esattamente come stiamo bene se corriamo, altrettanto siamo irritabili se qualcosa ce lo impedisce. Come uscirne? Correndo!
I segnali che ne siete dipendenti?

  • La fissa:  dividete la giornata in fasce orarie e prestate più attenzione del solito alle ore di luce e alle condizioni atmosferiche. Non prendiamoci in giro: state pianificando la prossima uscita.
  • Le priorità: se avete un’ora libera non pensate di stamparvi sul divano. No: pensate a correre.
  • La valigia: dovete andare fuori città per due giorni. Cominciate a fare la valigia partendo dall’attrezzatura da running. E vi dimenticate gli slip. Garantito. Ma potete sempre correre, a comprarne di nuovi ;)

Ti vedo bene.

Se vi hanno detto recentemente che vi trovano in forma, dimagrito/a e disteso/a in volto siete fregati. Vi hanno scoperti: correre vi ha fatto dimagrire, vi ha resi più sereni, più positivi e strafatti di endorfine. State meglio e la cosa vi gratifica. Ma ha un prezzo: dovete continuare a farlo. A correre. A bruciare. A mantenervi in forma. Problemi? No: dovete farlo, altrimenti ripiomberete nel vero circolo vizioso: non mi piaccio/mangio per gratificarmi/ingrasso/mi piaccio sempre meno.

Goal!

Anche se correte in maniera leggera, quasi trascurata, sappiate che mentalmente vi ponete degli obiettivi. La mente umana non ama ingannarsi: si motiva a fare qualcosa solo se vede dei risultati. Quindi sappiate che, anche senza confessarvelo, vi state ponendo degli obiettivi: correre i 10k in meno di un’ora, correre un km in più dell’ultima uscita, correre più veloce. Lo state già facendo.
La buona notizia è che i goal che vi ponete  non devono necessariamente essere raggiunti. È vero: porsi obiettivi e non perseguirli può essere fonte di frustrazione, ma vedetela così: non avere alcun obiettivo non è più frustrante? Eccome. Avere un fine è già di per sé motivante e conta meno raggiungerlo o meno.

Sballatevi.

La corsa è una droga legale, che vi fa stare divinamente, vi fa dimagrire, vi motiva, costa poco e vi rende più soddisfatti di voi stessi.

State ancora leggendo?
Fuori! A correre! And: be happy!

(Photo by Alan Hurt Jr. on Unsplash)

Altri articoli

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

La corsa fa male alle ginocchia?

Hai male alle ginocchia? Colpa tua che corri! E invece no: non è detto e la corsa potrebbe essere l'ultimo problema

Il nuovo spot Nike per dirci che ci rialzeremo

Nike ha fatto un nuovo spot in cui non parla dei suoi prodotti ma della sua visione del mondo. E dice che i campioni sono quelli che non smettono mai di sperarci. E tu sei così?

Brooks Adrenaline GTS 20, la stabilità è comodissima

La ricerca dell'equlibrio e della leggerezza in un tutto armonico: ecco le Brooks Adrenaline GTS 20

Si farà la maratona di New York?

Il sindaco Bill de Blasio, comprensibilmente, dà risposte evasive

Forse non tutti sanno che, running edition

Una serie di notizie e curiosità gustose e spassosissime tanto quanto inutili, ma non si può mica essere sempre seri, no?

U pani cunzatu (il pane condito siciliano)

U pani cunzatu, il pane condito della tradizione siciliana incredibilmente buono. Una preparazione povera diventata un'istituzione.

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Scelti dalla redazione

Le app per allenarsi bene

App ce ne sono moltissime ma quali scegliere per rendere il nostro allenamento più facile ed efficace? Ecco la selezione delle nostre preferite.

Come scegliere il portacellulare per correre

Il cellulare è ormai un accessorio indispensabile per i runner: da chi lo utilizza per monitorare i propri progressi a chi non rinuncerebbe mai...

Un programma di allenamento per ogni obiettivo

Tutti i programmi di allenamento: dalla 10K alla maratona e 4 tabelle extra per migliorarti.