Converse St Patrick: stabilità garantita anche con una pinta di birra in mano

Senza pensarci un attimo.

Facciamo un gioco: dite le prime 3 cose che vi vengono in mente se dico “San Patrizio”. O “St. Patrick” se preferite. Fatto?
Vediamo se avete pensato quello che ho pensato io:

  1. Verde
  2. Serpenti
  3. Birra

Ogni risposta è ovviamente legata all’esperienza/memoria personale. Verde perché è il colore della nazionale irlandese, serpenti per una puntata dei Simpson in cui Barry White cacciava da Springfield i serpenti con i suoi profondisssssimi bassi vocali e la birra perché… perché sembra che ormai il giorno di St. Patrick debba essere ufficialmente celebrato bevendone moltissima (nella tradizione irlandese poi, giustamente).

Un’interpretazione più raffinata.

Converse utilizza in maniera sottile questi elementi per la sua ormai consueta celebrazione di St Patrick (ne fa da alcuni anni). La sua sneaker celebrativa basata sul telaio della famosissima Chuck Taylor non è verde se non in alcuni dettagli (il bordo superiore della suola all’attacco con la tomaia e il collo) ed è invece prevalentemente beige e ocra/terra di Siena nei lacci. Curiose assonanze cromatiche con la birra e con i serpenti/lacci.
Tutti riferimenti piuttosto puntuali per una scarpa discreta e che indossata il 2 maggio o il 27 ottobre non vi ricorderà il passato 17 marzo quando vi siete sbronzati e… e… cos’era successo dopo?

(via Kicksonfire)

Tutto il mondo di Runaway su Pinterest. Scoprilo!

[nggallery id=148]

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.