Ci sono arrivata con le mie gambe

Un evento a cui solo qualche mese fa non avrei mai pensato di partecipare.
Un modo per chiudere un anno difficile, da un maggio a un altro, in continua salita, senza un attimo di tregua.
Salita in cui sono riuscita ad alleggerirmi di molti pesi, in cui ho tolto (con difficoltà..) un sasso alla volta dallo zaino, per riempirlo di cose nuove, pulite e leggere da portare con me.
Progetti, persone, motivazioni nuove e rinnovate. Nella mia pratica marziale, e di conseguenza nella mia vita. O viceversa. :)

Una corsa con persone che incontri quando meno te lo aspetti. Ragazze forti, appassionate, ragazze che fanno gruppo per condividere il proprio percorso, senza malizie, voglia di arrivare, o altre inutili dispersioni di energia.
Ragazze che corrono, insieme.

Una serata in cui mi godrò ogni passo, ogni metro, ogni goccia di sudore. Con un sorriso grande così.
Perché sì, ce l’ho fatta, e ci sono arrivata con le mie gambe.
Il premio che ho ricevuto non è stato quello che mi aspettavo: niente stratosferici minuti in meno (per adesso.. :P ), o altro.. Ma una dose incredibile e inaspettata di tranquillità, armonia, fiducia..rinnovata in me e ormai inestinguibile in chi in questo anno mi ha spronato, sostenuto e caz****o quando me lo meritavo. E poi tanta voglia di continuare a correre, e di continuare a migliorarmi. Per me e per chi mi sta intorno.

Un modo per ricordare a me stessa che non esistono difficoltà che non si possono superare.
Basta solo fare una scelta.
Scegliere se si è disposti a pagare un certo prezzo per ciò che vogliamo raggiungere. In termini di costanza, sacrifici, attese, distanze.
O magari di altro, ognuno ha il proprio prezzo da pagare per il suo obiettivo. Non potrebbe essere diversamente, perchè altrimenti non sarebbe più un obiettivo ma un regalo.
E i regali sono bellissimi, sono pura felicità, per me ogni scusa è buona per regalare qualcosa a chi amo.
Ma un risultato che hai raggiunto da solo, che non ti ha regalato nessuno, che ti sei sudato: è tuo di diritto. Ti appartiene.
Sei tu.

Tutto questo sarà per me la WOTN.
Una grande festa..
Il punto in cui per un attimo mi fermerò, mi guarderò intorno, e potrò dire: È proprio vero.. “After a hurricane, comes a rainbow.”

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.